Passa ai contenuti principali

Post

Tutorial: Come svuotare le noci senza distruggerle

Buon anno a tutti quanti. Io, in effetti, me la sono presa un po' comoda e sto ripartendo con la scrittura solo ora, a metà gennaio...abbiate pazienza! Ci eravamo lasciati con la mia casetta sghemba di legno. Oggi ve ne voglio mostrare un'altra facendovi notare i due alberelli e spiegandovi come ho fatto per realizzarli. Tutto nasce sempre dal dialogo estivo con Federica e con l'insana abitudine di girare su Pinterest che mi ha portato a trovare alberelli e altre decorazioni realizzato con le noci e qui la mia domanda è nata spontanea: come caspita si fa a usare noci senza che poi, con il tempo, la creazone non sia abitata dai vermi? Santo Google mi è venuto in soccorso e ho scoperto che le noci venglono prima aperte, svuotate e poi richiuse. Lo so cosa state pensando. Avete tutti in mente la noce sfrantumata sotto il peso dello schiaccianoci. Tranquilli, aprire una noce in modo netto, preciso è operazione più semplice a farsi che a dirsi! Ora ve lo spiego in questo breve,
Post recenti

Di casette di legno e dei tanti esperimenti

  "Buon pomeriggio a tutti. Mi presento: sono la casetta sghemba della Pasticciona che è proprietaria di questo blog. Ho cambiato colore 3 volte, il tetto mi è stato rifatto per due volte e la Pasticciona è talmente tanto pasticciona da aver fatto le finestre usando il pirografo rendendole così indelebili. Alla fine sono sopravvissuta ai suoi mille ripensamenti e non sono venuta poi così male.  Mi chiedo solo perchè la pasticciona si sia messa a produrre casette"... Vi va se vi racconto una storia? C'erano una volta due amiche blogger (una delle due pare che si chiami Federica 🙊).  A una delle due questa estate è venuta una idea. "Ma sai che con gli scarti del legno si potrebbero fare delle casette? Ne ho viste su Pinterest di bellissime" disse ella. "A me non piace fare casette" risposi io. Però poi ella cominciò a mandarmi screeshot di casette bellissime e io cominciai ad appassionarmi tanto da aprire una bacheca su Pinterest . Ma si sa che io non m

Riciclo creativo: scatolina in spago effetto shabby shic

  Stavo cerdando delle scatoline con coperchio della giusta dimensione per contenere delle sfere di legno. Naturalmente la mia ricerca non stava avendo molto successo perchè trovavo scatole o troppo grandi o troppo piccole, in ogni caso inutilizzabili. Poi, come per magia, ho trovato lei, la scatola del Philadelphia, metre mettevo a posto la lavastoviglie. Da qui a farla diventare una una signora scatola il passo è stato breve.  Ho cercato qualche idea su Pinterest e ho trovato un tutorial per trasformare in stile shabby shic barattoli e bottiglie. Trovata l'idea è bastato qualche metro di spago e qualche bastoncino di colla a caldo per dare una nuova vita alla mia scatolina Mi sono un po' sbruciacchiata i polpastrelli ma il gioco è valso la candela! Certo che una scatola tira l'altra e ho già una scatolina di pesto sotto mano che presto subirà la stessa trasformazione... Con questo post partecipo a PickPin di Ottobre di Batta Scrap

Appunti di Viaggio: La Val di Fleres

Finalmente siamo tornati a fare le vacanze che ci piacciono! Siamo tornati in montagna a camminare con il suono dei ruscelli di sottofondo e con il verde dei prati. Per il grande ritorno abbiamo scelto di allontanarci dalle classiche mete turistiche montane perché non volevamo trovare sentieri troppo affollati, perché non ci piace il caos, perché le mete più conosciute spesso (troppo in questi ultimi anni) sono soggette a un turismo di massa che poco si concilia con i ritmi della natura. Quindi, vi dicevo, abbiamo lasciato stare le mete più conosciute e ci siamo spostati nella zono di Vipiteno, in Val di Fleres per l'esattezza, e lì abbiamo trovato quello che cercavamo. Belle le camminate nei boschi, impegnative per durata e per l'attenzione a dove mettere i piedi, ma di fatto divertentissime soprattutto per l'adolescente (che ormai non è più né Gnomo ne Ometto!). E poi, oltre ai boschi e alle valli ci sono i dintorni che vale la pena vedere. Se mi seguite anche sul canale

Bullet journal spin off vacanze estive

Di una cosa ancora non vi avevo parlato. A gennaio ho cominciato a costruire il mio bullet journal. Niente di particolarmente artistico (che non ne sono capace), niente di particolarmente pasticciato (perché mi piace avere una agenda piuttosto lineare), ma funzionale e divertente da creare e da tenere vivo.  Ho fatto un sacco di scoperte creative in questi mesi: ho scoperto dell'esistenza dei timbri digitali, ho comprato la Bigshot e ho cominciato a fustellare come se non ci fosse un domani... insomma mi sono divertita parecchio a pasticciare. Ecco ... Pasticciare... Ho pasticciato talmente tanto che ho sbagliato a tenere il conto del numero di pagine e il mio bullet journal che, con il mese di luglio, ho dovuto archiviare perché arrivata all'ultima pagina.  Ho già provveduto a comprare il quaderno nuovo, che però ho intenzione di cominciare per bene a settembre.  E nel frattempo? Cosa fare con il mese di agosto? Per il mese di agosto, o per meglio dire per i 15 giorni di vacan

Borsa con inserto a punto croce

  Siete pronti per andare in vacanza? Io quasi!  Ho giusto il tempo per mostrarvi la mia nuova borsa, molto capiente, che ho realizzato qualche tempo fa in collaborazione con mia madre, che ha cucito e assembrato tutto, io invece ho realizzato il ricamo. Questa tela è stata una dei miei primi acquisti su Wish e ho impiegato veramente tantissimo tempo per completare tutto il ricamo anche se la soddisfazione finale mi ha ripagato di tutto lo sforzo fatto.  Il disegno rappresenta la primavera e la miriade di colori e fiori che sbocciano in questa stagione.  Con tutto il caldo che fa in questi giorni io le temperature e i colori primaverili me li sto proprio sognando!!!

Il canale Youtube

  Ve lo avevo promesso ed eccomi qui al raccontarvi della mia nuova sfida: Youtube! Complice il profilo instagram hackerato (a proposito vi invto a togliere il like dal mio vecchi profilo!) Ho cominciato a ripensare e a riorganizzare tutto il mio materiale. Ho cominciato con la creazione di reel su instagram, che devo dire, mi stanno dando molta soddisfazione: brevi video, minitutorila di progetti pubblicati qui  sul blog da tanto tempo. I reel sono stati la scintilla che mi ha fatto pensare di potermi divertire anche con Youtube.  Il canale, in realtà esisteva da tempo, tantissimo tempo, ma io non ci ho mai badato molto, anzi, a dire la verità, non ci ho MAI badato e questo, lo devo ammetere, è stato un errore!| Così ho deciso di rimboccarmi le manice e di mettere apposto un po' di cose. La prima decisione che ho preso è quella di avere un canale unico per i miei due blog: troppo complicato e dispersivo averne 2 ... non mi è sembrato proprio che ne valesse la pena: le playlist vi