Passa ai contenuti principali

Mini libro per l'autunno


Ogni tanto bisogna sperimentare e blog nasce proprio per documentare i miei pasticci creativi. Certo questa volta, forse ho un po' esagerato e ora vi racconto perchè.

Prima di tutto per il video: il mio primo reel su instagram. Lo so i reel esistono da un bel po' e io arrivo tardi a scoprirli, ma mai dire mai!

Il video, poi è di per sé una sfida perché nel video vi mostro un mini libro che ha come tema l'autunno e con il quale partecipo al Craftlandia Challenge di Craftartista.

Ok direte voi... dove sta la sperimentazione?

La sperimentazione, anzi le sperimentazioni, stanno proprio dentro a questo mini libro nel quale ho voluto raccogliere tutto ciò che riguarda l'autunno utilizzando tecniche particolari.

Questa è la pagina con la sperimentazione che mi è piaciuta di più e che mi ha dato più filo da torcere. Ho realizzato un caviardage, o almeno ci ho provato.

Il caviardage è una processo creativo che consiste nella realizzazione di una poesia a partire da una pagina scritta, annerendo le parole considerate “inutili” e decorando in vario modo la stessa pagina. Caviardage viene etimologicamente dalla parola francese “caviar” (caviale), in pratica “annerire”.

E' stata una esperienza molto molto impegnativa, ma anche molto edificante. 

Naturalmente questo è solo l'inizio. Seguirà un mini libro per ogni stagione


Commenti

  1. Que bello mini libro, Barbara! I enjoyed the video! A book for every season! Great idea! Thank you so much for joining Craftlandia Challenge. Hugs from Greece.

    RispondiElimina
  2. Molto bello !!! Mi piace soprattutto il caviardage, non deve essere facile !!!Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Per il caviardage bisogna avere molta concentrazione, ma poi lo sforzo viene ampiamente ripagato!

      Elimina
  3. Your autumn book is lovely, I loved the caviardage, thank you for joining the Craftalandia Challenge!
    kisses

    RispondiElimina
  4. wow... ma è stupendo .... bravissima ... viene voglia di provarci ... complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giusi! sto già pensando al libro dell'inverno!

      Elimina
  5. Belissimo, adorei a ideía, um trabalho perfeito. beijos

    RispondiElimina
  6. Che bello! E il caviardage deve essere davvero interessante!!! Da provare! Quasi quasi mi ci metto! :)
    A presto
    Lulù

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Calendario dell'Avvento nei barattoli delle conserve

Anche se sono arrivata tardi a scrivere questo post e, ormai, di barattoli ne sono rimasti pochi, vio volgio raccontare del Calendario dell'avvento di quest'anno. L'idea di partenza è stata quella di riciclare i barattoli di vetro delle conserve. Per fortuna l'idea mi è venuta per tempo e sono riuscita a mettere da parte i barattoli. Far diventare un barattolo da conserva una casella del Calendario dell'Avvento non è afffatto difficile, ora vi spiego come ho fatto.

Di arredamento, sogni e ispirazioni

Ultimamente, lo avrete notato, sto mettendo mano ad alcuni mobili di casa. Mi sono data al craft estremo passando dalla semplice passata di cera ai mobili, a lavori di tappezzeria realizzati in tandem con mia mamma. In pratica sto cercando di dare una nuova possibilità a sedie e mobili e complementi d’arredo che così come erano non mi piacevano più. Però per fare questo lavoro io ho anche bisogno di ispirazione, molta ispirazione? Dove trovarla?

Progetti di giardinaggio aspettando la primavera

Le giornate si stanno allungando e io presto tornerò a passare i fine settimana nella casa in campagna così ho cominciato a progettare alcuni cambiamenti. Lo scorso anno mi sono dedicata a sistemare le porte e i comodini della camera da letto, vi ricordate? Quest'anno, invece, mi è venuta voglia di sistemare un po' l'esterno della casa perché lo scorso anno mi sono limitata a togliere erbacce e a estirpare una pianta rampicante molto invasiva. Sì ma da dove partire? Beh, intanto cercando sul web un po' di ispirazioni. E così sono annegata, di nuovo, nel mare di Pinterest: ho cominciato a guardare, studiare, salvare pin e ben presto  mi sono ritrovata in una altra dimensione di colori e di profumi. Ho poi cercato di capire come poter realizzare piccole aiuole, o meglio, piccoli giardini delle fate e le rotelle della creatività hanno cominciato a girare vorticosamente... So già che il lavoro sarà lungo e che non riuscirò a fare quest'anno tutte le cose che ho in mente