Passa ai contenuti principali

rispetto del tempo

Oggi, mentre disegnavamo con i pennarelli, mi sono accorta che la concezione del tempo che ho io non è quella dello Gomo.
 La mia intenzione era quella di fargli colorare una mascherina di carnevale con i pennarelli. Gli ho dato la mascherina, i colori e pensavo che cominciasse subito a colorare... invece no.
Ha prima stappato i pennarelli, li ha messi in ordine (rosso, giallo, verde, blu), ne ha preso uno, ha controllato il colore sulla mano sinistra (è un'operazione che ha sempre fatto) e poi ha cominciato a colorare.
Tutta questa preparazione non era nelle mie aspettative. Per me doveva essere tutto più veloce: scelta del colore e via a colorare.
Sono stata brava, me lo dico da sola, sono stata zitta e ho aspettato il suo tempo e non mi sono intromessa. Ho solo messo a disposizione i materiali ... fino a quando non ha deciso di colorare la sedia e allora sono intervenuta perchè può disegnare anche sul tavolo che poi con un panno umido si pulisce, ma sulla sedia imbottita proprio no!!!
La foto della mascherina è in attesa di pubblicazione perchè vorrei mettere insieme tutti i lavoretti di carnevale.

Commenti

Post popolari in questo blog

decorazioni per Pasqua: cestino porta uova in feltro

Ho una casa in subbuglio, il trasloco è alle porte, ma io di stare con le mani in mano proprio non ci riesco! E poi anche Pasqua si avvicina e anche nel marasma scatoloni - cose da buttare - cose da lavare non vogliamo preparare almeno una piccola decorazione? Una macchia di colore nel caos?

Guest Post di Decoriciclo: LA PASTA DI LEGNO

Sono tanto contenta oggi di poter ospitare il post di Daniela. Il suo blog decoriciclo mi piace un sacco e poi lei sa utilizzare, bene, tantissime tecniche.
Oggi ci parla della PASTA DI LEGNO che cos'è? Leggete il suo post!!!

Regala Un Libro per Natale. La mia partecipazione

Sono stata indecisa fino alla fine, fino all'ultimo giorno utile per partecipare, poi alla fine ho ceduto all'ultima mail di Fedrica e anche per questo anno ho partecipato allo swap di Natale più fiko che c'è: "Regala un Libro per Natale"!
Un abbinamento perfetto e una intesa assoluta, quella con Grazia e suo figlio Pietro.
Così, appurato che i nostri due ragazzi hanno gli stessi gusti in fatto di lettura, abbiamo deciso di regalarci lo stesso libro: Diario di una Schiappa. Una vacanza da panico.

L'Ometto è cresciuto, i suoi gusti in fatto di libri si sono evoluti e io ancora non sono riuscita a raccontarvelo...sarà uno dei miei buoni propositi per il 2019.