Passa ai contenuti principali

Giochiamo con la cartina stradale

Correggo il titolo: giocano (lo Gnomo e il suo Papà). La sera dopo cena, mentre io sono in cucina a lavare i piatti i miei due ometti di casa prendono lo stradario dell'Italia (un librone grosso o coloratissimo) e giocano.
Il Papà ha insegnato allo Gnomo che le linee colorate sono strade, gli ha insegnato a distinguere i laghi dal mare e gli ha insegnato a trovare isole, città e areoporti. Il Papà riesce a insegnare cose incredibili al suo bambino.
Il gioco si svolge così: il Papà chiede se sulla pagina della cartina ci sta la strada (rossa, nera, bianca, gialla) se ci sta il lago, se ci sta la città; lo Gnomo cerca, si prende il suo tempo, trova quello che gli è stato chiesto ( non sempre perchè suo Papà fa anche domande a trabocchetto!) e immancabilmente si esalta. Quando li vedo ridere e giocare insieme il mio cuore si riempie di gioia.

Commenti

  1. Che immagine dolcissima! Perché non provi a fargli un tappeto con disegnato una cartina? mia mamma me lo fece gigante usando la moquette (facile da realizzare perché devi ritagliare e incollare e facile da pulire con l'aspirapolvere) ed era sempre aggiornabile con nuovi dettagli, casine, laghi, ferrovie!un abbraccio v

    RispondiElimina
  2. Credo di non esserne capace! Oppure non ho capito. Ti va di spiegarmi meglio come fare?
    Grazie. Un abbraccio anche a te.

    RispondiElimina
  3. Come ti capisco! Anche mio marito e mio figlio inventano moltissimi giochi e vederli insieme é uno spasso! Questa sezione del tuo blog é davvero bella.
    Squitty
    http://squittydentrolarmadio.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Squitty sono contenta che ti piaccia questa sezione del blog perchè rappresenta in motore che mi ha spinto ad aprirlo!

      Elimina
    2. Mi piace moltissimo, perché anch'io ho inventato un sacco di giochi con mio figlio e mio marito ne ha inventati altri che sono solo loro. Dunque ti capisco molto bene. Ma non hai pensato di creare una specie di "concorso" sui giochi che si fanno in famiglia? O c'è già e me lo sono persa? Ti seguo da un po', ma non ho esplorato ancor bene tutte le tue pagine. E' stato il primo pensiero che ho fatto, leggendo questi tuoi post.

      Elimina
    3. No non ci avevo mai pensato però sarebbe carino organizzare un Linky Party con il tema "giochi in famiglia". Ti piacerebbe organizzarlo insieme?

      Elimina
    4. Perchè no? Il mio blog è nato da poco, come hai visto, ma mi sto appassionando a questa avventura e ogni novità è ben accetta. Come ci organizziamo? Tu hai più esperienza di me.

      Elimina
    5. scriviamoci via mail il mio indirizzo è accidentaccio.b@gmail.com

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Marzo: solo cose belle

  Siamo già arrivati a fine Marzo e io sono di nuovo pronta per mostrarvi la mia agendina di cose belle. Questo mese è stato difficilissimo trovare cose belle, almeno fino a quando non ho trovato questa frase  Da questo momento poi anche questo pazzo mese ha cominciato a ingranare per il verso giusto e io posso raccontarvi qui almeno 2 cose belle (che non saranno tante ma sono sicuramente meno di niente). La prima cosa bella viene dritta dritta, il giorno prima che il Lazio entrasse in zona rossa, dal ritiro del catechismo di Cresima di mio figlio.  Vi lascio anche il link al corto della Pixar che ci ha fatto vedere solo se poi nei commenti mi promettente di dirmi a quale dei tre protagonisti vi sentite più vicini 😉.  La seconda cosa bella è la primavera e le giornate che cominciano ad allungarsi.  Che poi in primavera fioriscono i fiori ma fioriscono anche le idee... Con questo post partecipo a

Progetti di giardinaggio aspettando la primavera

Le giornate si stanno allungando e io presto tornerò a passare i fine settimana nella casa in campagna così ho cominciato a progettare alcuni cambiamenti. Lo scorso anno mi sono dedicata a sistemare le porte e i comodini della camera da letto, vi ricordate? Quest'anno, invece, mi è venuta voglia di sistemare un po' l'esterno della casa perché lo scorso anno mi sono limitata a togliere erbacce e a estirpare una pianta rampicante molto invasiva. Sì ma da dove partire? Beh, intanto cercando sul web un po' di ispirazioni. E così sono annegata, di nuovo, nel mare di Pinterest: ho cominciato a guardare, studiare, salvare pin e ben presto  mi sono ritrovata in una altra dimensione di colori e di profumi. Ho poi cercato di capire come poter realizzare piccole aiuole, o meglio, piccoli giardini delle fate e le rotelle della creatività hanno cominciato a girare vorticosamente... So già che il lavoro sarà lungo e che non riuscirò a fare quest'anno tutte le cose che ho in mente

Calendario dell'Avvento nei barattoli delle conserve

Anche se sono arrivata tardi a scrivere questo post e, ormai, di barattoli ne sono rimasti pochi, vio volgio raccontare del Calendario dell'avvento di quest'anno. L'idea di partenza è stata quella di riciclare i barattoli di vetro delle conserve. Per fortuna l'idea mi è venuta per tempo e sono riuscita a mettere da parte i barattoli. Far diventare un barattolo da conserva una casella del Calendario dell'Avvento non è afffatto difficile, ora vi spiego come ho fatto.