Passa ai contenuti principali

Primo giorno di scuola

Primo giorno di scuola un po' per tutti: per lo Gnomo (che prima di arrivare a scuola ancora nn aveva capito bene di che cosa si trattasse), per il suo papà (che è andato a lavorare facendo tante raccomandazioni) e per la sua mamma (emozionatissima).
Svolgimento:
lo Gnomo ha pianto perchè io non stavo lì con lui, ma le maestre sono state brave e lo hanno calmato.
Io in due ore sono riuscita a malapena a stendere il bucato, ho controllato orologio e telefono ogni mezz' ora e poi sono uscita di casa con mezz'ora di anticipo.
Spero che domani vada meglio, sia per lui che per me.

Commenti

  1. Ciao. Scusa per l'intrusione, ma volevo segnalarti un'iniziativa. Sul mio blog puoi leggere e vedere (è anche in versione video) gratuitamente il mio racconto "Ricordi di donna", pubblicato a puntate. Oggi c'è il gran finale. Grazie. Maria

    RispondiElimina
  2. Lo scorso anno la mia monella riccoluta ha inziato la scuola dell'infanzia....quindi capisco come ti senti! Ma non ti hanno fatto fare un paio di giorni di inserimento? Io la prima mattina sono rimasta con lei (o meglio, io ero nell'atrio con altre mamme di bimbi al primo anno) e quindi ogni tanto lei veniva a vedermi tranquillamente. Un paio di ore e poi tutti a casa!
    Il secondo e il terzo giorno, invece sono rimasta di meno, l'ho lasciata per un'oretta e poi sono tornata a prenderla.
    Il quarto giorno tutto normale: l'ho salutata dopo averla accompagnata dentro....e via!
    Lei è stata brava, credevo avrebbe pianto molto e invece niente. Meno male :-)
    Ma non preoccuparti per lo Gnomo: basterà solo un pò di adattamento iniziale, sono certa che gli piacerà stare con gli altri bimbi!!
    Baci,
    Maris

    RispondiElimina
  3. Anche noi siamo in fase di inserimento: lo lascio con le maestre per 2 ore al giorno (dalle 9.30 alle 11.30) e poi lo vado a riprendere. Sarà così per tutta la settimana e poi da lunedì l'orario normale fino alle 13. Oggi durante le due ore è andata meglio ma è scoppiato a piangere appena mi ha visto.

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Di arredamento, sogni e ispirazioni

Ultimamente, lo avrete notato, sto mettendo mano ad alcuni mobili di casa.
Mi sono data al craft estremo passando dalla semplice passata di cera ai mobili, a lavori di tappezzeria realizzati in tandem con mia mamma.
In pratica sto cercando di dare una nuova possibilità a sedie e mobili e complementi d’arredo che così come erano non mi piacevano più.
Però per fare questo lavoro io ho anche bisogno di ispirazione, molta ispirazione? Dove trovarla?

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Le frittelle di Carnevale - la ricetta

Le frittelle sono di gran lunga i dolci di carnevale preferiti dall'Ometto.
Alle frittelle pensavo quando ho deciso di aprire la raccolta "Ricette di Carnevale". In pratica anzichè scrivere la ricetta ho ben pensato di indire un Linky Party!
Avete ancora tempo 15 giorni per partecipare, vi aspetto con le vostre ricette!

Intanto oggi è arrivato il momento di darvi la mia ricetta, direttamente da casa di mamma, che ha recuperato la ricetta di nonna... in praticva una vera e propria ricetta di famiglia.

Ingredienti:

250 gr di riccotta150 gr di farina2 uova60 grammi di zuccherobuccia di limone o di arancia grattugiatamezza bustina di lievito (2 cucchiaini da caffè)  Procedimento

Mescolate la ricotta con lo zucchero poi aggiungete le uova, la farina, la buccia di limone e per finire il lievito.

Friggete le frittelle in olio caldo.
La dose per realizzare la frittella è di un cucchiaino da thè colmo.


Inlinkz Link Party