Passa ai contenuti principali

Visita all'"Ecomuseo della montagna pistoiese: itinerario della vita quotidiana"


A noi piace visitare i musei. Non è vero che i bambini al museo si annoiano, è vero che si annoiano se non viene a loro spiegato nulla, se li si lascia passivi e se non li si coinvolge (sia prima che dopo la visita).
Per questo motivo mi piace andare a scovare i musei delle arti e dei mestieri. Spesso sono musei piccoli e con pochi visitatori, ma sono delle vere e proprie miniere di sapere e cultura popolare.





Quello della Montagna Pistoiese è proprio uno di questi musei: piccolino, ma suggestivo e ben organizzato.


Il filo conduttore del museo è la vita quotidiana. Attraverso gli utensili in mostra si intraprende un viaggio all'interno della vita della gente di montagna pistoiese. Sono documentati oggetti di lavoro e di vita quotidiana.

Abbiamo fatto tutti e tre un tuffo nel passato! C'era un girello in legno e un seggiolone che hanno attirato l'attenzione dell'Ometto.

Quando visito questo tipo di musei ho sempre l'impressione di ripercorrere le storie dei miei nonni attraverso oggetti appartenuti ad altri.

Le culle di legno, i muli caricati con le some, i panni lavati con la cenere, i bracieri si ritrovano in tutta la nostra cultura contadina, da nord a sud e questo a me una certa impressione la fa.

Un gentilissimo signore (accidenti a me che non gli ho chiesto il nome!)che ci ha accompagnati durante la visita al museo ci ha spiegato l'utilizzo di alcuni arnesi per noi sconosciuti e ci ha fatto visitare il laboratorio del giocattolo, la cui attività è finalizzata alle scuole. In questo laboratorio i bambini possono costruire giocattoli con materiali poveri e di riciclo e dare libero sfogo alla fantasia.

MUSEO DELLA GENTE DELL'APPENNINO PISTOIESE
VIA DEGLI SCOIATTOLI, RIVORETA
da Marzo a Luglio, Sabato e Domenica
10,30/12,30 - 16,00/18,00
da Settembre a Dicembre, Sabato e Domenica
10,30/12,30 - 15,00/17,00
Agosto tutti i giorni
9,30/12,30 - 16,00/18,00


PS: io la faccia tosta di chiedere se posso fare fotografie da pubblicare sul blog non ce l'ho e quindi niente foto!!!!




Commenti

  1. Ciao!Grazie per la visita, mi ha fatto molto piacere!Beh veramente interessante questo museo...io poi adoro le cose del passato!Per rispondere al tuo commento per bucare il vetro ho usato la punta diamantata per il trapano, si trova in un qualsiasi brico center!A presto! Ciao Micol

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Di arredamento, sogni e ispirazioni

Ultimamente, lo avrete notato, sto mettendo mano ad alcuni mobili di casa.
Mi sono data al craft estremo passando dalla semplice passata di cera ai mobili, a lavori di tappezzeria realizzati in tandem con mia mamma.
In pratica sto cercando di dare una nuova possibilità a sedie e mobili e complementi d’arredo che così come erano non mi piacevano più.
Però per fare questo lavoro io ho anche bisogno di ispirazione, molta ispirazione? Dove trovarla?

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Le frittelle di Carnevale - la ricetta

Le frittelle sono di gran lunga i dolci di carnevale preferiti dall'Ometto.
Alle frittelle pensavo quando ho deciso di aprire la raccolta "Ricette di Carnevale". In pratica anzichè scrivere la ricetta ho ben pensato di indire un Linky Party!
Avete ancora tempo 15 giorni per partecipare, vi aspetto con le vostre ricette!

Intanto oggi è arrivato il momento di darvi la mia ricetta, direttamente da casa di mamma, che ha recuperato la ricetta di nonna... in praticva una vera e propria ricetta di famiglia.

Ingredienti:

250 gr di riccotta150 gr di farina2 uova60 grammi di zuccherobuccia di limone o di arancia grattugiatamezza bustina di lievito (2 cucchiaini da caffè)  Procedimento

Mescolate la ricotta con lo zucchero poi aggiungete le uova, la farina, la buccia di limone e per finire il lievito.

Friggete le frittelle in olio caldo.
La dose per realizzare la frittella è di un cucchiaino da thè colmo.


Inlinkz Link Party