Passa ai contenuti principali

... a volte ritornano



Il fatto è che non avendo una craft room, non avendo un armadio dedicato a contenere esclusivamente il materiale creativo, finisce che il suddetto si trovi un po' ovunque.

Il fatto è che qualche hanno fa avevo comprato una cosa veramente inutile (almeno per me), ma che aveva una forma che mi piaceva tanto: sul cartellino c'era scritto che era uno spargi fiamma.

Il fatto è che avevo pensato di utilizzare lo spargi fiamma come base per un ricamo a punto croce e che il progetto si sia ben presto arenato.


Il fatto è che qualche giorno fa, rimettendo a posto le scatole inserite nella mia expedit è uscito fuori per magia lo spargi fiamma.

A volte le cose ti ritornano in mano come per magia e riesci a vederle con un'altra prospettiva.

Ed ecco che con un po' di colla a caldo e tre girasoli riesci a trasformare uno spargifiamma in una decorazione per la cucina e andare anche fiera del risultato. E pensare che per anni quell'affare tondo era rimasto chiuso in un cassetto!

Con questo post partecipo alla staffetta Di Blog in Blog
Un post alle ore 9.00 ogni 15 del mese in contemporanea con altri blogger su un argomento prestabilito. Prossimo appuntamento 15 luglio










Partecipano alla staffetta insieme a me con i loro post:

5. made in bottega - http://www.madeinbottega.com
16. Il caffè delle mamme - http://www.ilcaffedellemamme.it
18.Sara Milan Fiorenza http://www.nuvolositavariabile.com/
26) Antonietta Nido in famiglia gnometti&fantasia http://www.gnomettiefantasia.blogspot.it/
33) Home-trotter: http://hometrotter.it
38) Mammamari http://mammamari.it/

Commenti

  1. Bellissimo il quadretto con i girasoli... ma l'idea di usare lo spargifiamma per il ricamo a punto croce non mi sarebbe davvero mai venuta!!! Devo assolutamente provare... GRAZIE MILLE PER L'IDEA!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ci riesci, poi voglio vedere il risultato!!!

      Elimina
  2. Ho un grosso grazie, anche per te, qui: http://mammabook.blogspot.de/2013/06/riciclo-creativo-per-bambini-2013-mammabook-grazie.html

    RispondiElimina
  3. Oh beh, io la craft room ce l'ho da poco ma non sai quante volte mi capita! Forse tengo troppa roba hehehe!
    Comunque bravissima, è bello reinventare le cose!

    RispondiElimina
  4. nonna diceva "la casa nasconde ma non ruba"
    è vero! ^_^

    RispondiElimina
  5. Bella idea questo quadretto...ma l'idea di farci il punto croce è super! Secondo me dovresti ripensarci...=)
    Daniela

    RispondiElimina
  6. Ma che idea fantastica. Mi sembra di capire che le nostre case si assomiglino molto ;-)
    Licia

    RispondiElimina
  7. Bellissimi idea, ma concordo anche che il punto croce sullo spargifiamma deve essere veramente originale
    Complimenti per l'idea
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
  8. Bello e molto allegro! Lo terrò presente.

    RispondiElimina
  9. anche io non ho un posto dove mettere tutta la chincaglieria che uso per creare...è un po' sparsa ogni tanto riscopro qualcosa :-) ciao, brava

    RispondiElimina
  10. Bellissima idea! Anziché il solito telaio + tessuto, ricamare direttamente sulla trama dello spargifiamma! Brava!!

    RispondiElimina
  11. sorvoliamo il discorso craft room..che ce l'ho ed è un disastro!!!
    ma il lavoro finito???

    RispondiElimina
  12. ah eccolo!!!
    non mi si era caricato all'inizio!!!
    bella idea!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spargi fiamma....???!!!
      io lo uso come paraschizzi!!! :-P

      Elimina
    2. E funziona? Meglio che il mio stia bene appeso al muro, va!

      Elimina
  13. Ecco io non sapevo neanche cosa fosse uno spargi fiamma.....vado a nascondermi!:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti seguo anche io che l'ho comprato solo per usarlo come base da ricamo e poi non sono neanche riuscita a ricamarci su!!!

      Elimina
  14. ritornano e rinascono.... bella idea!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Le frittelle di Carnevale - la ricetta

Le frittelle sono di gran lunga i dolci di carnevale preferiti dall'Ometto.
Alle frittelle pensavo quando ho deciso di aprire la raccolta "Ricette di Carnevale". In pratica anzichè scrivere la ricetta ho ben pensato di indire un Linky Party!
Avete ancora tempo 15 giorni per partecipare, vi aspetto con le vostre ricette!

Intanto oggi è arrivato il momento di darvi la mia ricetta, direttamente da casa di mamma, che ha recuperato la ricetta di nonna... in praticva una vera e propria ricetta di famiglia.

Ingredienti:

250 gr di riccotta150 gr di farina2 uova60 grammi di zuccherobuccia di limone o di arancia grattugiatamezza bustina di lievito (2 cucchiaini da caffè)  Procedimento

Mescolate la ricotta con lo zucchero poi aggiungete le uova, la farina, la buccia di limone e per finire il lievito.

Friggete le frittelle in olio caldo.
La dose per realizzare la frittella è di un cucchiaino da thè colmo.


Inlinkz Link Party

Saponette gel fai da te

Succede, capita, che si guardi distrattamente Facebook dal cellulare. Un po' per abitudine, un po' per passare il tempo, un po' perché non si ha la voglia di fare letture un po' più impegnate, un po' per curiosità.
E di certo un video attira molto di più l'attenzione di un testo scritto.
Così è successo che un paio di sere fa io sia stata ipnotizzata da un video tutorial nel quale venivano realizzate saponette gelatinose.
A me l'idea di fare il sapone a casa mi è sempre piaciuta molto. Non ho mai provato perchè ho sempre avuto molta paura di usare la soda, quindi ho sempre cercato scorciatoie. Vi ricordate delle mie saponette alla glicerina? Ecco diciamo che anche in quel caso ho un po' barato!
Quando invece ho visto il video tutorial qualche giorno fa ho pensato "Ma dai! Può essere mai così semplice? Ci devo provare".
Detto, fatto, domenica mi sono fatta aiutare dall'Ometto e ora vi spiego bene cosa abbiamo combinato.

Ingredienti:

una bust…