Passa ai contenuti principali

Mostriciattolo ricicloso


Se si mettono insieme una domenica piovosa, un rotolo di carta igienica qualche tappo di bottiglia qualche stella filante e un po' di colla a caldo a casa mia esce fuori un mostriciattolo molto allegro e colorato.


Che a noi ci piacesse pasticciare ormai è cosa nota, ma neanche la fantasia ci manca.

Questo mostriciattolo è stato interamente pensato e progettato dallo Gnomo. Io l'ho aiutato in fase di realizzazione.
Andiamo però con ordine.

Materiali occorrenti:

  • rotolo di carta igienica
  • 2 tappi di bottiglia
  • gomma crepla gialla
  • cartoncino blu 
  • penna
  • forbici 
  • colla a caldo
Abbiamo rivestito il rotolo di carta igienica con un rettangolo di gomma crepla. Purtroppo la gomma crepla non si attacca con la colla stick, ma con la colla a caldo e quindi ho dovuto aiutare lo Gnomo in questa operazione.

Lo Gnomo ha poi colorato l'interno dei tappi (occhi) con il pennarello verde e li abbiamo incollati insieme con un goccio di  colla a caldo.

Ha poi ritagliato due strisce di cartoncino blu da mettere sul pancino e ha disegnato la bocca.

Come ci siamo organizzati per le mani e per i piedi? Lui le ha disegnate su un foglio di carta bianca e poi io ho riportato i disegni sulla gomma crepla, che ho poi tagliato e incollato con la colla a caldo.

La nota dolente sono state le antenne perché io non capivo proprio come le volesse fare. Ne è seguita una lunga e accesa discussione alla fine della quale ci siamo messi d'accordo: le antenne sono formate da una striscia di stella filante blu sopra la quale sono incollati con un po' di colla stick pezzettini di stella filante gialla.

Quest'ultima discussione mi ha fatto capire quanto sia cresciuto lo Gnomo e come sia diventato propositivo non solo nei giochi, ma anche nei lavoretti.

Fino a pochi mesi fa io proponevo il lavoro e lui mi seguiva, oggi è lui che mi dice cosa fare e come deve essere fatto (e guai a contraddirlo o a fare male!).

Commenti

  1. Caro.... Assomiglia a Cattivissimo Me, tenero...

    RispondiElimina
  2. Secondo mio figlio è Henry Mostriciattolo!

    RispondiElimina
  3. Il mostriciattolo è simpaticissimo e lo Gnometto è davvero bravo e fantasioso....tutto la sua mamma! =)
    Daniela

    RispondiElimina
  4. Ahhaha! Troppo simpatico! Lo farò fare senz'altro al mio gnomo! Diventeranno subito amici!
    Grazie dell'idea!

    Buon w-end!

    RispondiElimina
  5. Ahhaha! Troppo simpatico! Lo farò fare senz'altro al mio gnomo! Diventeranno subito amici!
    Grazie dell'idea!

    Buon w-end!

    RispondiElimina
  6. Un Minion rudimentale! Molto carino, sai quanto mi piacciono i mostri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che cos'è un Minion? Io non sono molto ferrata sull'argomento mostri!

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioni&Co 40 - Emozioni: uova decorate

Lo so Pasqua è passata e oggi non è neanche il primo giorno del mese. Non me lo dite, lo so da me che sono in un ritardo cosmico! Che io ci ho provato  pianificare per benino anche questo blog, ma proprio non ci riesco. Ora voi mi chiederete: cosa ha a che fare il tema di questo mese di Ispirazioni&Co, emozioni, con la Pasqua? La risposta più ovvia è che il giorno del lancio del nuovo tema quest'anno è coinciso con il giorno di Pasqua. Ma questo non è un posto da risposte banali, giusto?

Bouquet di fiori di carta

Qualche giorno fa, dopo aver realizzato questo bouquet di fiori ho pensato che la cosa divertente del fare la blogger è poter creare cose inutili con i materiali più improbabili. Non datemi torto! Io negli anni ho fatto di tutto usando qualsiasi materiale e molte tecniche. Non avevo mai usato, però, tovaglioli di carta per realizzare dei fiori. L'idea mi è venuta, come al solito, navigando su Pinterest in cerca di ispirazione per un altro lavoro (che vedrete fra qualche giorno, ma che per il momento è top secret!). Come spesso succede non cercavo tutorial per realizzare fiori con i tovaglioli. io volevo realizzare fiori di ciliegio con la tecnica dell'origami. Idea fikissima se non fosse che dopo 2 giorni di prove ho dovuto arrendermi per manifesta incapacità. Ho dovuto fare varie prove trovare la giusta dimensione dei miei fiori, ma alla foine sono molto soddisfatta del risultato e ora vi spiego come ho fatto. Ogni fiore è realizzato con un tovagliolo di carta multivelo.  Per

Esperimenti creativi: la diamond painting

Ciao! Avete passato bene le vacanze estive? Prima di raccontarvi come ho trascorso le mie vi volevo mostrare questa tela realizzata con la tecnica della diamond painting e terminata poco prima dell'arrivo delle vacanze. Faccio un passo indietro e vi racconto del perché abbia fatto la follia di cominciare (e poi di concludere) un lavoro del genere.