Passa ai contenuti principali

Mostriciattolo ricicloso


Se si mettono insieme una domenica piovosa, un rotolo di carta igienica qualche tappo di bottiglia qualche stella filante e un po' di colla a caldo a casa mia esce fuori un mostriciattolo molto allegro e colorato.


Che a noi ci piacesse pasticciare ormai è cosa nota, ma neanche la fantasia ci manca.

Questo mostriciattolo è stato interamente pensato e progettato dallo Gnomo. Io l'ho aiutato in fase di realizzazione.
Andiamo però con ordine.

Materiali occorrenti:

  • rotolo di carta igienica
  • 2 tappi di bottiglia
  • gomma crepla gialla
  • cartoncino blu 
  • penna
  • forbici 
  • colla a caldo
Abbiamo rivestito il rotolo di carta igienica con un rettangolo di gomma crepla. Purtroppo la gomma crepla non si attacca con la colla stick, ma con la colla a caldo e quindi ho dovuto aiutare lo Gnomo in questa operazione.

Lo Gnomo ha poi colorato l'interno dei tappi (occhi) con il pennarello verde e li abbiamo incollati insieme con un goccio di  colla a caldo.

Ha poi ritagliato due strisce di cartoncino blu da mettere sul pancino e ha disegnato la bocca.

Come ci siamo organizzati per le mani e per i piedi? Lui le ha disegnate su un foglio di carta bianca e poi io ho riportato i disegni sulla gomma crepla, che ho poi tagliato e incollato con la colla a caldo.

La nota dolente sono state le antenne perché io non capivo proprio come le volesse fare. Ne è seguita una lunga e accesa discussione alla fine della quale ci siamo messi d'accordo: le antenne sono formate da una striscia di stella filante blu sopra la quale sono incollati con un po' di colla stick pezzettini di stella filante gialla.

Quest'ultima discussione mi ha fatto capire quanto sia cresciuto lo Gnomo e come sia diventato propositivo non solo nei giochi, ma anche nei lavoretti.

Fino a pochi mesi fa io proponevo il lavoro e lui mi seguiva, oggi è lui che mi dice cosa fare e come deve essere fatto (e guai a contraddirlo o a fare male!).

Commenti

  1. Caro.... Assomiglia a Cattivissimo Me, tenero...

    RispondiElimina
  2. Secondo mio figlio è Henry Mostriciattolo!

    RispondiElimina
  3. Il mostriciattolo è simpaticissimo e lo Gnometto è davvero bravo e fantasioso....tutto la sua mamma! =)
    Daniela

    RispondiElimina
  4. Ahhaha! Troppo simpatico! Lo farò fare senz'altro al mio gnomo! Diventeranno subito amici!
    Grazie dell'idea!

    Buon w-end!

    RispondiElimina
  5. Ahhaha! Troppo simpatico! Lo farò fare senz'altro al mio gnomo! Diventeranno subito amici!
    Grazie dell'idea!

    Buon w-end!

    RispondiElimina
  6. Un Minion rudimentale! Molto carino, sai quanto mi piacciono i mostri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che cos'è un Minion? Io non sono molto ferrata sull'argomento mostri!

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Progetti di giardinaggio aspettando la primavera

Le giornate si stanno allungando e io presto tornerò a passare i fine settimana nella casa in campagna così ho cominciato a progettare alcuni cambiamenti. Lo scorso anno mi sono dedicata a sistemare le porte e i comodini della camera da letto, vi ricordate? Quest'anno, invece, mi è venuta voglia di sistemare un po' l'esterno della casa perché lo scorso anno mi sono limitata a togliere erbacce e a estirpare una pianta rampicante molto invasiva. Sì ma da dove partire? Beh, intanto cercando sul web un po' di ispirazioni. E così sono annegata, di nuovo, nel mare di Pinterest: ho cominciato a guardare, studiare, salvare pin e ben presto  mi sono ritrovata in una altra dimensione di colori e di profumi. Ho poi cercato di capire come poter realizzare piccole aiuole, o meglio, piccoli giardini delle fate e le rotelle della creatività hanno cominciato a girare vorticosamente... So già che il lavoro sarà lungo e che non riuscirò a fare quest'anno tutte le cose che ho in mente

Marzo: solo cose belle

  Siamo già arrivati a fine Marzo e io sono di nuovo pronta per mostrarvi la mia agendina di cose belle. Questo mese è stato difficilissimo trovare cose belle, almeno fino a quando non ho trovato questa frase  Da questo momento poi anche questo pazzo mese ha cominciato a ingranare per il verso giusto e io posso raccontarvi qui almeno 2 cose belle (che non saranno tante ma sono sicuramente meno di niente). La prima cosa bella viene dritta dritta, il giorno prima che il Lazio entrasse in zona rossa, dal ritiro del catechismo di Cresima di mio figlio.  Vi lascio anche il link al corto della Pixar che ci ha fatto vedere solo se poi nei commenti mi promettente di dirmi a quale dei tre protagonisti vi sentite più vicini 😉.  La seconda cosa bella è la primavera e le giornate che cominciano ad allungarsi.  Che poi in primavera fioriscono i fiori ma fioriscono anche le idee... Con questo post partecipo a

Calendario dell'Avvento nei barattoli delle conserve

Anche se sono arrivata tardi a scrivere questo post e, ormai, di barattoli ne sono rimasti pochi, vio volgio raccontare del Calendario dell'avvento di quest'anno. L'idea di partenza è stata quella di riciclare i barattoli di vetro delle conserve. Per fortuna l'idea mi è venuta per tempo e sono riuscita a mettere da parte i barattoli. Far diventare un barattolo da conserva una casella del Calendario dell'Avvento non è afffatto difficile, ora vi spiego come ho fatto.