Passa ai contenuti principali

gara delle macchinine

Siamo arrivati al capitolo conclusivo della storia. Chissà il Piccolo Selvaggio quali avventure incontrerà e quali prove dovrà superare!


<<Il Piccolo Selvaggio incontrò sulla sua strada dei cimbali e li suonò (ciaf ciaf).
Mentre li suonava si accorse che si stava aprendo una grossa buca. Il Piccolo Selvaggio ci scivolò dentro.

Scivolando scivolando arrivò in un posto strano: era sotto terra!

Il labirinto di rocce, che portava alla miniera d’oro, era perfetto per le macchinine

Il Piccolo Selvaggio la selvaggia mamma e il Gigante Papà Buono fecero una lunga gara con le macchinine lungo tutto il labirinto.

Fine della storia!!!!>>

Ecco il gioco di oggi: la gara delle macchinine.



Materiali occorrenti per giocare:


  • dischi di carta colorati
  • macchinine 
  • nastro adesivo di carta
Abbiamo creato la pista disponendo a terra i dischi di cartone colorati e creando il percorso con del nastro di carta. In pratica le macchinine dovevano fare lo slalom tra i dischi stando ben attenti a non andare fuori pista e a non saltare la sequenza di colori!!!

Qui si chiude, per quest'anno, anche l'esperienza di questa rubrica ideata e curata insieme a Squitty dentro l'armadio. Noi continueremo a giocare con i nostri bambini e ci ritroveremo il prossimo anno magari con qualche novità!

Questa è la raccolta completa di tutti i post
 

Commenti

  1. Anche noi, in questo periodo, siamo tutto macchine. macchinine, Formula Uno con annessi e connessi! Ho imparato persino i nomi dei piloti, sono un'esperta ormai! Prendo spunto, grazie Barbara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevamo un tappeto gioco con su disegnata una città con le strade... a furia di usarlo si è disintegrato!!!!

      Elimina
    2. Consolati! Noi ne abbiamo uno che è in attesa di riparazione da settimane. Si è sfaldato il bordo. Usato sì, ma non ti viene il dubbio che facciano le cose con il ... fondoschiena? Non dura nulla!!!

      Elimina
    3. del nostro si è scretolata la gomma antiscivolo quindi era proprio irrecuperabile. Io l'ho lavato anche molto, pero!

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Di arredamento, sogni e ispirazioni

Ultimamente, lo avrete notato, sto mettendo mano ad alcuni mobili di casa.
Mi sono data al craft estremo passando dalla semplice passata di cera ai mobili, a lavori di tappezzeria realizzati in tandem con mia mamma.
In pratica sto cercando di dare una nuova possibilità a sedie e mobili e complementi d’arredo che così come erano non mi piacevano più.
Però per fare questo lavoro io ho anche bisogno di ispirazione, molta ispirazione? Dove trovarla?

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Le frittelle di Carnevale - la ricetta

Le frittelle sono di gran lunga i dolci di carnevale preferiti dall'Ometto.
Alle frittelle pensavo quando ho deciso di aprire la raccolta "Ricette di Carnevale". In pratica anzichè scrivere la ricetta ho ben pensato di indire un Linky Party!
Avete ancora tempo 15 giorni per partecipare, vi aspetto con le vostre ricette!

Intanto oggi è arrivato il momento di darvi la mia ricetta, direttamente da casa di mamma, che ha recuperato la ricetta di nonna... in praticva una vera e propria ricetta di famiglia.

Ingredienti:

250 gr di riccotta150 gr di farina2 uova60 grammi di zuccherobuccia di limone o di arancia grattugiatamezza bustina di lievito (2 cucchiaini da caffè)  Procedimento

Mescolate la ricotta con lo zucchero poi aggiungete le uova, la farina, la buccia di limone e per finire il lievito.

Friggete le frittelle in olio caldo.
La dose per realizzare la frittella è di un cucchiaino da thè colmo.


Inlinkz Link Party