Passa ai contenuti principali

decorazioni per Pasqua: cestino porta uova in feltro


Ho una casa in subbuglio, il trasloco è alle porte, ma io di stare con le mani in mano proprio non ci riesco! E poi anche Pasqua si avvicina e anche nel marasma scatoloni - cose da buttare - cose da lavare non vogliamo preparare almeno una piccola decorazione? Una macchia di colore nel caos?


Non non potevo sottrarmi! Così mi sono messa al lavoro e ho preparato questo cestino porta uova.

Vediamo, ora, come ho fatto.

Materiali occorrenti

  • feltro
  • colla a caldo
  • fiori in feltro
  • paglia sintetica
  • uova di plastica decorate
Ho usato una sagoma di carta per tagliare il feltro. 


Ho poi incollato i lembi con la colla a caldo. In questo modo si è formato il cestino.


Sempre con la colla a caldo ho incollato il manico.


Ho decorato il cestino con dei fiori di feltro colorati.
Per finire, ho riempito il cestino con della paglia sintetica e con delle uova di plastica decorate con la tecnica del decoupage.


Vi lascio anche la foto del modello del cestino, che se volete potete ingrandire - rimpicciolire - stampare per realizzare i vostri cestini!


Commenti

  1. Ma è carinissimo!! Ce la posso fare pure io! ^_^
    Grazie per il progettino!! :-D

    RispondiElimina
  2. Vai tranquilla è facile facile :D

    RispondiElimina
  3. Allegrissimo, brava! Lo dico sempre che sei super, Barbara; mettersi a fare decorazioni in mezzo ad un trasloco ..... WOW!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no sono proprio suonata!!! Non è neanche l'unica decorazione che ho preparato! Intanto casa mia sta lentamente perdendo i pezzi!!!!

      Elimina
    2. Allora stai messa peggio di me!

      Elimina
    3. molto peggio! Mi è anche venuto in mente come riprendere la rubrica "Giocando con mamma e papà"!!! Poi finito il trasloco te ne parlo!

      Elimina
    4. Perché no? Ci ho pensato anch'io parecchie volte.
      Di sicuro più avanti anche per me, in questo periodo sto facendo un grosso lavoro per la scuola materna e ha la priorità su tutto ... non scrivo quasi più neppure sul mio blog!

      Elimina
  4. Ciao di nuovo Barbara mentre scorrevo le pagine ho notato questo cestino di pasqua! Purtroppo ti ho conosciuto soltanto adesso e di conseguenza solo adesso ho potuto vedere un po' tutti quanti tuoi capolavori! Questo cestino È adorabile Ti faccio i miei più sinceri complimenti per la tua creatività e per il tuo bellissimo blog a presto!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Di arredamento, sogni e ispirazioni

Ultimamente, lo avrete notato, sto mettendo mano ad alcuni mobili di casa.
Mi sono data al craft estremo passando dalla semplice passata di cera ai mobili, a lavori di tappezzeria realizzati in tandem con mia mamma.
In pratica sto cercando di dare una nuova possibilità a sedie e mobili e complementi d’arredo che così come erano non mi piacevano più.
Però per fare questo lavoro io ho anche bisogno di ispirazione, molta ispirazione? Dove trovarla?

Le frittelle di Carnevale - la ricetta

Le frittelle sono di gran lunga i dolci di carnevale preferiti dall'Ometto.
Alle frittelle pensavo quando ho deciso di aprire la raccolta "Ricette di Carnevale". In pratica anzichè scrivere la ricetta ho ben pensato di indire un Linky Party!
Avete ancora tempo 15 giorni per partecipare, vi aspetto con le vostre ricette!

Intanto oggi è arrivato il momento di darvi la mia ricetta, direttamente da casa di mamma, che ha recuperato la ricetta di nonna... in praticva una vera e propria ricetta di famiglia.

Ingredienti:

250 gr di riccotta150 gr di farina2 uova60 grammi di zuccherobuccia di limone o di arancia grattugiatamezza bustina di lievito (2 cucchiaini da caffè)  Procedimento

Mescolate la ricotta con lo zucchero poi aggiungete le uova, la farina, la buccia di limone e per finire il lievito.

Friggete le frittelle in olio caldo.
La dose per realizzare la frittella è di un cucchiaino da thè colmo.


Inlinkz Link Party

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.