Passa ai contenuti principali

Guest Post: Mery di GioCoLanDia si presenta e si racconta


Sono molto contenta Che Mery abbia accettato il mio invito. Vi lascio alle sue parole.

Cosa scrivere?
Quando Barbara mi ha invitato ero felicissima!
Poi appena ho avuto un attimo di tregua (santi spostamenti in treno) ho aperto il mio PC e… sindrome della pagina bianca!

Così ho pensato e ripensato più volte a cose interessanti da potervi raccontare e poter raccontare in questo salottino virtuale che mi ospita oggi.
Sono Mery e sono una pedagogista! A differenza di quello che si pensa generalmente, non lavoro solo con i bambini ma nel mio intervento abbraccio ogni fascia d’età con le dovute differenziazioni. Ma non voglio annoiarvi descrivendovi in cosa consiste il mio lavoro. Vi basti sapere che amo il mio lavoro, lo faccio con grande passione e dedizione ! Ogni giorno, soprattutto nei momenti di grande stanchezza, mi ricordo che devo essere grata perché in fondo faccio il lavoro che amo!
Faccio mille cose e le mie giornate sono sempre un corri corri, come per gran parte di voi che state leggendo! Eppure più le giornate sono intense più mi sembra che abbiano avuto un senso! Fra le mille cose, le mille corse e il poco tempo (nonostante la richiesta in carta bollata per ottenere una percentuale sufficiente di ore in più durante la giornata per colorarle di momenti per me… ^__^  per la quale non ho mai ricevuto risposta) ho un angolino virtuale, due a dire il vero:
-      - il primo è il sito del mio studio (attualmente in “fase ristrutturazione” tanto per cambiare! Perché ho sempre mille progetti per la testa!) che trovate qui se vi fa piacere dare una sbirciatina ;

-      - il secondo è un blog www.igiocolandia.com (con pagina FB e Twitter connesse) dove parlo di educazione, consiglio attività da fare con i bambini, ospito rubriche altrui e ne creo di mie.

Il blog è nato senza alcuno scopo lavorativo, volevo fosse uno spazio per inter-connettermi con mamme, papà, nonni, insegnanti e quanti lavorano o hanno in qualche modo a che fare con i bambini. Uno spazio per poter donare qualche suggerimento, per condividere, per lasciare condividere anche ad altri. E’ stato un modo per conoscere tante belle persone e fra queste Barbara e la sua coinvolgente creatività!

Credo che la rete abbia il grande privilegio di consentirci di creare rete, community molto più di quanto non siamo (a volte) capaci di fare nelle relazioni quotidiane con l’altro.
Mi sono persa spesso fra le pagine di mamme e di papà che raccontavano le loro esperienze di genitori, fra quelle di insegnanti che (finalmente anche da noi) credono nel cloud teaching, e di incredibili artisti che sanno creare meraviglie partendo dal nulla o riusando in modo creativo. Non è uno spazio legato al lavoro ma affronto l’impegno come se fosse tale. Mi piace pensare che i miei post possano essere d’aiuto o anche semplicemente di compagnia a qualcuno, mi piace essere parte, un piccolo nodino della rete e la rete di relazioni che ne derivano!

Ringrazio ancora Barbara per avermi concesso questo spazio e te, caro lettore, che sei arrivato fino in fondo con la lettura di questo post!

Commenti

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Bouquet di fiori di carta

Qualche giorno fa, dopo aver realizzato questo bouquet di fiori ho pensato che la cosa divertente del fare la blogger è poter creare cose inutili con i materiali più improbabili. Non datemi torto! Io negli anni ho fatto di tutto usando qualsiasi materiale e molte tecniche. Non avevo mai usato, però, tovaglioli di carta per realizzare dei fiori. L'idea mi è venuta, come al solito, navigando su Pinterest in cerca di ispirazione per un altro lavoro (che vedrete fra qualche giorno, ma che per il momento è top secret!). Come spesso succede non cercavo tutorial per realizzare fiori con i tovaglioli. io volevo realizzare fiori di ciliegio con la tecnica dell'origami. Idea fikissima se non fosse che dopo 2 giorni di prove ho dovuto arrendermi per manifesta incapacità. Ho dovuto fare varie prove trovare la giusta dimensione dei miei fiori, ma alla foine sono molto soddisfatta del risultato e ora vi spiego come ho fatto. Ogni fiore è realizzato con un tovagliolo di carta multivelo.  Per

Marzo: solo cose belle

  Siamo già arrivati a fine Marzo e io sono di nuovo pronta per mostrarvi la mia agendina di cose belle. Questo mese è stato difficilissimo trovare cose belle, almeno fino a quando non ho trovato questa frase  Da questo momento poi anche questo pazzo mese ha cominciato a ingranare per il verso giusto e io posso raccontarvi qui almeno 2 cose belle (che non saranno tante ma sono sicuramente meno di niente). La prima cosa bella viene dritta dritta, il giorno prima che il Lazio entrasse in zona rossa, dal ritiro del catechismo di Cresima di mio figlio.  Vi lascio anche il link al corto della Pixar che ci ha fatto vedere solo se poi nei commenti mi promettente di dirmi a quale dei tre protagonisti vi sentite più vicini 😉.  La seconda cosa bella è la primavera e le giornate che cominciano ad allungarsi.  Che poi in primavera fioriscono i fiori ma fioriscono anche le idee... Con questo post partecipo a

#solocosebelle di Giugno

Se il mese di Maggio è andato via veloce (troppo veloce, a dire la verità), Giugno è stato pieno di eventi memorabili e non potevo non raccontarveli. In realtà non avrei potuto, ancora una volta, saltare l'appuntamento con #solocosebelle di Fioredicollina . Senza troppi preamboli ecco le mie cose belle di giugno Uno Riaprono i musei e noi ne approfittiamo per una fantastica visita guidata ai Musei Vaticani. Bella, faticosissima ma senza dubbio un bel nutrimento per lo spirito. Avrebbero potuto anche lasciarmi lì dentro, davanti alla Scuola di Atene di Raffaello e io non avrei minimamente protestato. Due Un anno scolastico difficile si è concluso in modo molto positivo! Sempre in presenza tranne le 2 settimane nelle quali siamo stati zona rossa. Bravi tutti i ragazzi, gli insegnanti e le famiglie perchè questo a settembre sembrava davvero un traguardo difficile da raggiungere. Ora lo studente si rilassa e si gode le sue meritate vacanze! Tre Finalmente a giugno è arrivato il nostro