Passa ai contenuti principali

Per la tavola di Pasqua: porta tovaglioli con coniglietto


C'era una volta un coniglietto di cioccolato ben custodito nella sua formina di plastica.
C'era una volta perché ora non c'è più (e devo dire che era anche molo buona).

E' rimasta solo, gelosamente conservata da me, la formina di plastica conservata in un cassetto.
Qualche settimana fa ho ripreso in mano questa formina, ho preso il gesso in polvere e mi sono messa a pastrocchiare con acqua e gesso poco convinta della buona riuscita dell'esperimento.


Per fortuna mi sbagliavo!!! Dalla formina di plastica è sgusciato fuori un bel coniglietto bianco quasi del tutto intero (si è spezzata la sommità dell'orecchi, ma proprio non potevo chiedere di meglio).

Ho lasciato che il gesso si asciugasse del tutto e che acquistasse un bel colore bianco omogeneo e ho cominciato a lavorare al porta tovaglioli in legno.

Ho dato due mani di bianco su tutto il porta tovaglioli e ho lasciato asciugare perché mi piace che sotto al colore si intravedano le venature del legno.

Quando entrambi i materiali si sono ben asciugati ho incollato il coniglio sul porta tovaglioli  con abbondante colla a caldo lasciata scaldare per tantissimo tempo (la colla a caldo più è calda e più attacca!).

Ho poi disegnato l'occhietto e ho decorato il coniglietto con un nastrino blu.

Non ho passato, volutamente, il lucido finale perché mi piace di più grezzo.

Commenti

  1. Vabbè non ho parole...
    Che idea geniale! Il risultato è stupendo!!
    Io non ci avrei davvero mai pensato!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato veramente un esperimento azzardato perché gli stampi per il gesso sono in lattice. Con la plastica avevo paura che non si staccasse (con quelli di cars invece era stato un mezzo disastro), invece è venuto via benissimo!!!

      Elimina
  2. Stupendo... decisamente creatività e manualità non ti mancano!!!
    Con quell'occhietto birichino ed il fiocchetto è davvero molto tenero ;-)
    Tante serene e gioiose giornate a tutti

    RispondiElimina
  3. Bellissimo! Brava sia per l'idea che per il coraggio di averci provato! Direi che ti è venuto benissimo questo portatovaglioli!!! Delizioso :-)

    Vieni a trovarmi che ti ho taggata per una cosa che ti piacerà! BBaci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pinkg. Non so se il mio è stato coraggio o l'intenzione di finire il gesso!

      Elimina
  4. bello davvero... semplice e di effetto... pasquale ^_^

    RispondiElimina
  5. Molto carino, io pero' gli aggiungerei una lineeta blu ricurva all'insu', per renderlo sorridente come in certi quadri che ricordo.

    RispondiElimina
  6. Molto bello il coniglietto in gesso! E soprattutto hai avuto una bella idea nel conservare l'involucro per riutilizzarlo! Complimenti!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Progetti di giardinaggio aspettando la primavera

Le giornate si stanno allungando e io presto tornerò a passare i fine settimana nella casa in campagna così ho cominciato a progettare alcuni cambiamenti. Lo scorso anno mi sono dedicata a sistemare le porte e i comodini della camera da letto, vi ricordate? Quest'anno, invece, mi è venuta voglia di sistemare un po' l'esterno della casa perché lo scorso anno mi sono limitata a togliere erbacce e a estirpare una pianta rampicante molto invasiva. Sì ma da dove partire? Beh, intanto cercando sul web un po' di ispirazioni. E così sono annegata, di nuovo, nel mare di Pinterest: ho cominciato a guardare, studiare, salvare pin e ben presto  mi sono ritrovata in una altra dimensione di colori e di profumi. Ho poi cercato di capire come poter realizzare piccole aiuole, o meglio, piccoli giardini delle fate e le rotelle della creatività hanno cominciato a girare vorticosamente... So già che il lavoro sarà lungo e che non riuscirò a fare quest'anno tutte le cose che ho in mente

Marzo: solo cose belle

  Siamo già arrivati a fine Marzo e io sono di nuovo pronta per mostrarvi la mia agendina di cose belle. Questo mese è stato difficilissimo trovare cose belle, almeno fino a quando non ho trovato questa frase  Da questo momento poi anche questo pazzo mese ha cominciato a ingranare per il verso giusto e io posso raccontarvi qui almeno 2 cose belle (che non saranno tante ma sono sicuramente meno di niente). La prima cosa bella viene dritta dritta, il giorno prima che il Lazio entrasse in zona rossa, dal ritiro del catechismo di Cresima di mio figlio.  Vi lascio anche il link al corto della Pixar che ci ha fatto vedere solo se poi nei commenti mi promettente di dirmi a quale dei tre protagonisti vi sentite più vicini 😉.  La seconda cosa bella è la primavera e le giornate che cominciano ad allungarsi.  Che poi in primavera fioriscono i fiori ma fioriscono anche le idee... Con questo post partecipo a

Calendario dell'Avvento nei barattoli delle conserve

Anche se sono arrivata tardi a scrivere questo post e, ormai, di barattoli ne sono rimasti pochi, vio volgio raccontare del Calendario dell'avvento di quest'anno. L'idea di partenza è stata quella di riciclare i barattoli di vetro delle conserve. Per fortuna l'idea mi è venuta per tempo e sono riuscita a mettere da parte i barattoli. Far diventare un barattolo da conserva una casella del Calendario dell'Avvento non è afffatto difficile, ora vi spiego come ho fatto.