Passa ai contenuti principali

Per la tavola di Pasqua: porta tovaglioli con coniglietto


C'era una volta un coniglietto di cioccolato ben custodito nella sua formina di plastica.
C'era una volta perché ora non c'è più (e devo dire che era anche molo buona).

E' rimasta solo, gelosamente conservata da me, la formina di plastica conservata in un cassetto.
Qualche settimana fa ho ripreso in mano questa formina, ho preso il gesso in polvere e mi sono messa a pastrocchiare con acqua e gesso poco convinta della buona riuscita dell'esperimento.


Per fortuna mi sbagliavo!!! Dalla formina di plastica è sgusciato fuori un bel coniglietto bianco quasi del tutto intero (si è spezzata la sommità dell'orecchi, ma proprio non potevo chiedere di meglio).

Ho lasciato che il gesso si asciugasse del tutto e che acquistasse un bel colore bianco omogeneo e ho cominciato a lavorare al porta tovaglioli in legno.

Ho dato due mani di bianco su tutto il porta tovaglioli e ho lasciato asciugare perché mi piace che sotto al colore si intravedano le venature del legno.

Quando entrambi i materiali si sono ben asciugati ho incollato il coniglio sul porta tovaglioli  con abbondante colla a caldo lasciata scaldare per tantissimo tempo (la colla a caldo più è calda e più attacca!).

Ho poi disegnato l'occhietto e ho decorato il coniglietto con un nastrino blu.

Non ho passato, volutamente, il lucido finale perché mi piace di più grezzo.

Commenti

  1. Vabbè non ho parole...
    Che idea geniale! Il risultato è stupendo!!
    Io non ci avrei davvero mai pensato!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato veramente un esperimento azzardato perché gli stampi per il gesso sono in lattice. Con la plastica avevo paura che non si staccasse (con quelli di cars invece era stato un mezzo disastro), invece è venuto via benissimo!!!

      Elimina
  2. Stupendo... decisamente creatività e manualità non ti mancano!!!
    Con quell'occhietto birichino ed il fiocchetto è davvero molto tenero ;-)
    Tante serene e gioiose giornate a tutti

    RispondiElimina
  3. Bellissimo! Brava sia per l'idea che per il coraggio di averci provato! Direi che ti è venuto benissimo questo portatovaglioli!!! Delizioso :-)

    Vieni a trovarmi che ti ho taggata per una cosa che ti piacerà! BBaci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pinkg. Non so se il mio è stato coraggio o l'intenzione di finire il gesso!

      Elimina
  4. bello davvero... semplice e di effetto... pasquale ^_^

    RispondiElimina
  5. Molto carino, io pero' gli aggiungerei una lineeta blu ricurva all'insu', per renderlo sorridente come in certi quadri che ricordo.

    RispondiElimina
  6. Molto bello il coniglietto in gesso! E soprattutto hai avuto una bella idea nel conservare l'involucro per riutilizzarlo! Complimenti!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Di arredamento, sogni e ispirazioni

Ultimamente, lo avrete notato, sto mettendo mano ad alcuni mobili di casa. Mi sono data al craft estremo passando dalla semplice passata di cera ai mobili, a lavori di tappezzeria realizzati in tandem con mia mamma. In pratica sto cercando di dare una nuova possibilità a sedie e mobili e complementi d’arredo che così come erano non mi piacevano più. Però per fare questo lavoro io ho anche bisogno di ispirazione, molta ispirazione? Dove trovarla?

Calendario dell'Avvento nei barattoli delle conserve

Anche se sono arrivata tardi a scrivere questo post e, ormai, di barattoli ne sono rimasti pochi, vio volgio raccontare del Calendario dell'avvento di quest'anno. L'idea di partenza è stata quella di riciclare i barattoli di vetro delle conserve. Per fortuna l'idea mi è venuta per tempo e sono riuscita a mettere da parte i barattoli. Far diventare un barattolo da conserva una casella del Calendario dell'Avvento non è afffatto difficile, ora vi spiego come ho fatto.

Una dolce rosa...di mele

Mi è stato lanciato un guanto di sfida e io non potevo non raccoglierlo! "Guarda che belle le torte a torma di rosa. Tu le sai fare?" Ecco, giusto il tempo di un rapido giro al supermercato e mi sono messa all'opera per questo dolce semplice, veloce e da mangiare tiepido, ideale da gustare con una buona tazza di thè fumante. Unica variante rispetto alla sfida è che, anzichè fare una torta grande, ho preferito fare sei tortine ognuna delle quali risulta essere un bocciolo. Ora vi dico come ho fatto.