Passa ai contenuti principali

Dischetti struccanti fai da te.

Non mi dite che siete così pigre da non struccarvi la sera! E non ditemi neanche che non vi truccate così non correte il rischio di dimenticare di struccarvi!

Io normalmente uso i dischetti di cotone, ma ero alla ricerca di qualche cosa di più pratico, di meno ingombrante e che non si esaurisse mai!!!

Poi, girovagando per la rete ho scoperto che i panni in microfibra tolgono via benissimo il trucco dal viso. Praticamente per me è stata una rivelazione!

Ancora di più è stata una piacevole scoperta il tutorial su Alessia Scrap & Craft per fare da sé un make up remover in microfibra.


Io sono di mio pigra e il guantino lo avrei usato come un normalissimo dischetto e, allora, ho provato a fare proprio un dischetto!

In casa, tra le pezze per spolverare, ho trovato anche un panno di microfibra nuovo. Con un solo panno ho ricavato quattro make up remover.

Ecco come ho fatto.
Con l'aiuto di una coppetta ho disegnato e ritagliato otto dischi di microfibra.
Li ho sovrapposti a coppie e li ho cuciti. Prima di completare la cucitura del cerchio ho rivoltato il lavoro e ho finito di cucire con il punto nascosto. Ho ripetuto questa operazione per le altre tre coppie di dischi.

Eccoli qui i miei quattro make up remover pronti per essere utilizzati questa sera e perfetti da mettere in valigia per le prossime vacanze!!!!


Con questo post partecipo al
Linky Party C'e' Crisi

Commenti

  1. Complimenti! Mica male come idea, e che risparmio...io i dischetti li finisco in un batter d'occhio! Barbara :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ....prima di Barbara avevo scritto "Grande" ...ciao!! Vado a struccarmi...

      Elimina
    2. Io di solito mi scordo di ricomprarli!!!

      Elimina
  2. Bellissima e pratica idea.
    Brava! =)
    Dani

    RispondiElimina
  3. ma secondo te si può fare anche con le lavette asciugamani.
    Ne ho in quantità industriale, le usavo quando Edoardo era piccino picciò...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (che se ci mettevo un punto di domanda era anche meglio!)

      Elimina
    2. Secondo me hai solo più difficoltà, poi a farle ritornare pulite. Anche la spugna degli asciugamani però strucca bene (io la uso per togliere l'effetto "panda" dai miei occhi!)

      Elimina
  4. Ottima idea. Quasi quasi te la copio.
    Anche io partecipo al linky party di Alex.
    Stefy

    RispondiElimina
  5. Che bella idea!
    Super pratica soprattutto da portare in viaggio secondo me, così si evitano boccette e boccettine di struccanti e prodotti vari!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi la mia paura è sempre quella che le boccettine si aprano o_0

      Elimina
  6. Copio sicuramente, questa idea è pratica ed ecologica e mi piace proprio. Grazie!

    RispondiElimina
  7. Ciao!
    Ho scoperto il tuo blog proprio grazie al Linky Party di Alex.
    Ho curiosato un po' tra le tue pagine, mi piace come scrivi, ti seguo molto volentieri!
    A presto!
    Daniela - Mani di Dani

    RispondiElimina
  8. Avevo letto il post di Alessia, idea geniale.
    Io faccio parte della categoria: non mi trucco, perché poi mi devo struccare!!!
    Anche se, soprattutto in inverno, onde evitare di abbagliare qualcuno con il mio color mozzarella, cedo al fondotinta .... però odioooooo l'operazione strucco!!!! Mi è successo solo una volta di dimenticare di struccarmi. Sorvolando sullo schifo lasciato sulla federa, avevo gli occhi talmente incollati che ho pensato di non riuscire ad aprire più gli occhi!!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Regala Un Libro per Natale. La mia partecipazione

Sono stata indecisa fino alla fine, fino all'ultimo giorno utile per partecipare, poi alla fine ho ceduto all'ultima mail di Fedrica e anche per questo anno ho partecipato allo swap di Natale più fiko che c'è: "Regala un Libro per Natale"!
Un abbinamento perfetto e una intesa assoluta, quella con Grazia e suo figlio Pietro.
Così, appurato che i nostri due ragazzi hanno gli stessi gusti in fatto di lettura, abbiamo deciso di regalarci lo stesso libro: Diario di una Schiappa. Una vacanza da panico.

L'Ometto è cresciuto, i suoi gusti in fatto di libri si sono evoluti e io ancora non sono riuscita a raccontarvelo...sarà uno dei miei buoni propositi per il 2019.

Saponette gel fai da te

Succede, capita, che si guardi distrattamente Facebook dal cellulare. Un po' per abitudine, un po' per passare il tempo, un po' perché non si ha la voglia di fare letture un po' più impegnate, un po' per curiosità.
E di certo un video attira molto di più l'attenzione di un testo scritto.
Così è successo che un paio di sere fa io sia stata ipnotizzata da un video tutorial nel quale venivano realizzate saponette gelatinose.
A me l'idea di fare il sapone a casa mi è sempre piaciuta molto. Non ho mai provato perchè ho sempre avuto molta paura di usare la soda, quindi ho sempre cercato scorciatoie. Vi ricordate delle mie saponette alla glicerina? Ecco diciamo che anche in quel caso ho un po' barato!
Quando invece ho visto il video tutorial qualche giorno fa ho pensato "Ma dai! Può essere mai così semplice? Ci devo provare".
Detto, fatto, domenica mi sono fatta aiutare dall'Ometto e ora vi spiego bene cosa abbiamo combinato.

Ingredienti:

una bust…