Passa ai contenuti principali

come fare i fiorellini all'uncinetto


Ormai l'ho capito, a me non piace usare l'uncinetto per fare centrini! A me piace sperimentare nuove tecniche, nuovi materiali, mi piace tenere le mani impegnate per progetti di veloce realizzazione, che altrimenti mi stufo e finisce che rimangono incompiuti nell'armadio.



E' proprio così che nascono questi fiorellini di cotone: un post su un gruppo di Facebook e la voglia di capire come erano fatti dei graziosi fiorellini multicolore mi hanno fatto prendere l'uncinetto in mano e mi hanno fatto provare a riprodurli.

Prova e riprova, sono riuscita a realizzare questi due fiorellini.

Ora vi spiego come ho fatto a realizzarli.



Ho formato un cerchio magico e al suo interno ho fatto 12 maglie basse e ho chiuso il giro.

Nel secondo giro ho avviato due catenelle e ho fatto due punti alti senza chiuderli (ma solo facendo il primo passaggio del punto alto).
Ho fatto altri due punti alti senza chiuderli puntando però l'uncinetto nel punto seguente.

Ho chiuso tutte le maglie alte in una volta sola e ho avviato 2 catenelle che ho chiuso con un punto bassissimo nel punto sottostante. Ho realizzato così il mio primo petalo.

Ho ripetuto questa operazione altre sei volte fino a formare il fiore.
Linky Party C'e' Crisi

Commenti

  1. Ma che belli Barbara!
    Grazie per averci spiegato come hai fatto.
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  2. Grazie Maria! Proverò a farli diventare qualcos'altro (tipo un bracciale, una collana o una spilla)... vedremo cosa ne verrà fuori!!!

    RispondiElimina
  3. Davvero molto belli, grazie per la spiegazione!!
    Buona serata,
    Annarita

    RispondiElimina
  4. L'uncinetto ha sempre un fascino particolare ed è molto versatile!
    Dei fiori più o meno uguali io li ho fatti diventare dei puntaspilli: invece di lasciare il buco al centro ho fatto due piccoli dischetti che poi ho unito tra di loro, uno sopra e uno sotto, mettendoci all'interno un po' di ovatta. Poi ho fatto i petali come hai descritto tu ed è venuto fuori un bellissimo fiore punta-spilli.
    Un salutone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I miei sono piccolini per farli diventare puntaspilli a meno che non ne ne usi tanti tutti cuciti l'un l'altro!

      Elimina
  5. Complimenti sempre con le mani in pasta, ops...con il cotone...proverò a farli quando...non lo so. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono una che sa stare con le mani in mano!!! Poi voglio vedere i tuoi!!!

      Elimina
  6. Molto carini. Mi piacciono perchè il petalo rimane come disegnato. proverò! Grazie per essere passata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Sono contenta che ti piacciano! grazie a te!!!

      Elimina
  7. Molto carini e utili per diverse applicazioni, e nemmeno io amo fare i centrini….buona serata!
    Carmen

    RispondiElimina
  8. Davvero molto belli.
    Si possono usare come applicazioni per lavoretti vari al posto, oppure alternandoli, ai fiori fatti con il feltro.
    Grazie dell'idea
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace l'idea di alternarli ai fiori di feltro! Grazie!

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Regala Un Libro per Natale. La mia partecipazione

Sono stata indecisa fino alla fine, fino all'ultimo giorno utile per partecipare, poi alla fine ho ceduto all'ultima mail di Fedrica e anche per questo anno ho partecipato allo swap di Natale più fiko che c'è: "Regala un Libro per Natale"!
Un abbinamento perfetto e una intesa assoluta, quella con Grazia e suo figlio Pietro.
Così, appurato che i nostri due ragazzi hanno gli stessi gusti in fatto di lettura, abbiamo deciso di regalarci lo stesso libro: Diario di una Schiappa. Una vacanza da panico.

L'Ometto è cresciuto, i suoi gusti in fatto di libri si sono evoluti e io ancora non sono riuscita a raccontarvelo...sarà uno dei miei buoni propositi per il 2019.

Saponette gel fai da te

Succede, capita, che si guardi distrattamente Facebook dal cellulare. Un po' per abitudine, un po' per passare il tempo, un po' perché non si ha la voglia di fare letture un po' più impegnate, un po' per curiosità.
E di certo un video attira molto di più l'attenzione di un testo scritto.
Così è successo che un paio di sere fa io sia stata ipnotizzata da un video tutorial nel quale venivano realizzate saponette gelatinose.
A me l'idea di fare il sapone a casa mi è sempre piaciuta molto. Non ho mai provato perchè ho sempre avuto molta paura di usare la soda, quindi ho sempre cercato scorciatoie. Vi ricordate delle mie saponette alla glicerina? Ecco diciamo che anche in quel caso ho un po' barato!
Quando invece ho visto il video tutorial qualche giorno fa ho pensato "Ma dai! Può essere mai così semplice? Ci devo provare".
Detto, fatto, domenica mi sono fatta aiutare dall'Ometto e ora vi spiego bene cosa abbiamo combinato.

Ingredienti:

una bust…