Passa ai contenuti principali

Il mio peccato capitale è la gola ‪#‎diBLOGinBLOG


Ricomincia, dopo la pausa estiva la Staffetta Di Blog in Blog e si porta dietro un bel po' di novità! Prima fra tutte l'organizzazione dei blog partecipanti e dei loro post. Non troverete più infondo al post l'elenco di tutti i partecipanti, ma saremo ospitati tutti sul blog di Alessia Scrap & Craft.

Questa volta parliamo di peccati capitali. Qual'è il mio? Mai risposta fu più difficile da dare!!!

Voi vi ricordate quali sono?

  • ira 
  • invidia
  • gola 
  • accidia
  • avarizia
  • lussuria
  • superbia
Io ho riflettuto molto e alla fine ho trovato una risposta andando per esclusione.

Ira e invidia non mi stanno di casa, tutto sono tranne che accidiosa o superba. Sono golosa, questo sì. Mi piace, soprattutto quando sono in giro, mangiare e bere le buone cose che il territorio che mi ospita ha da offrirmi. Non è proprio quello che può definirsi un vizio (e cioè un "allontanamento dalla volontà divina") ma è qualche cosa che si avvicina di più alla ricerca del bello e del buono.

Visto che per il momento sono a stecchetto che questa estate mi sono persa in questa ricerca e  ho mangiato assai, vi offro un personalissimo pezzo di torta di carta, perché non dimenticatevi che tra i miei vizi c'è anche quello di essere pasticciona!!!

Commenti

  1. Vedo che abbiamo cose in comune :)

    RispondiElimina
  2. Ho visto che Alessia ha cambiato il sistema di partecipazione alla staffetta. Mi pare un'ottima idea.
    Mi pare di capire che, in questo modo, si può inserire il post anche all'ultimo, giusto?
    Devo andare ad indagare.
    Venendo alla gola ..... perché è un peccato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Federica è una nuova Staffetta con nuove regole!!! Purtroppo dicono di sì: la gola è un peccato :)

      Elimina
  3. Ciao anche io partecipo a questa staffetta e abbiamo in comune il peccato capitale.
    Ma è impossibile resistere a un tiramisù.

    ciao,
    Se vuoi ti aspetto nel mio blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me nessuno resiste al tiramisù!!! Benvenute!!!

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioni&Co 40 - Emozioni: uova decorate

Lo so Pasqua è passata e oggi non è neanche il primo giorno del mese. Non me lo dite, lo so da me che sono in un ritardo cosmico! Che io ci ho provato  pianificare per benino anche questo blog, ma proprio non ci riesco. Ora voi mi chiederete: cosa ha a che fare il tema di questo mese di Ispirazioni&Co, emozioni, con la Pasqua? La risposta più ovvia è che il giorno del lancio del nuovo tema quest'anno è coinciso con il giorno di Pasqua. Ma questo non è un posto da risposte banali, giusto?

Bouquet di fiori di carta

Qualche giorno fa, dopo aver realizzato questo bouquet di fiori ho pensato che la cosa divertente del fare la blogger è poter creare cose inutili con i materiali più improbabili. Non datemi torto! Io negli anni ho fatto di tutto usando qualsiasi materiale e molte tecniche. Non avevo mai usato, però, tovaglioli di carta per realizzare dei fiori. L'idea mi è venuta, come al solito, navigando su Pinterest in cerca di ispirazione per un altro lavoro (che vedrete fra qualche giorno, ma che per il momento è top secret!). Come spesso succede non cercavo tutorial per realizzare fiori con i tovaglioli. io volevo realizzare fiori di ciliegio con la tecnica dell'origami. Idea fikissima se non fosse che dopo 2 giorni di prove ho dovuto arrendermi per manifesta incapacità. Ho dovuto fare varie prove trovare la giusta dimensione dei miei fiori, ma alla foine sono molto soddisfatta del risultato e ora vi spiego come ho fatto. Ogni fiore è realizzato con un tovagliolo di carta multivelo.  Per

Esperimenti creativi: la diamond painting

Ciao! Avete passato bene le vacanze estive? Prima di raccontarvi come ho trascorso le mie vi volevo mostrare questa tela realizzata con la tecnica della diamond painting e terminata poco prima dell'arrivo delle vacanze. Faccio un passo indietro e vi racconto del perché abbia fatto la follia di cominciare (e poi di concludere) un lavoro del genere.