Passa ai contenuti principali

la festa degli aquiloni

Una domenica pomeriggio assolata, un parco vicino casa e una opportunità da non lasciarsi sfuggire: la festa degli aquiloni con laboratorio per imparare a costruire gli aquiloni insieme a dei bravissimi ragazzi afgani.

E naturalmente noi non ci siamo fatti sfuggire questa opportunità!


Una festa multiculturale che ci ha portato a scoprire che far volare gli aquiloni non è un gioco, ma un vero e proprio sport, che i ragazzi afgani riescono a farni volare altissimi e che noi, invece, non ne siamo proprio capaci però ci abbiamo provato e ci siamo divertiti anche molto!!!

E poi non c'erano mica solo bambini! Hanno fatto capolino anche dei ragazzi adolescenti, un po' incuriositi e sono stati messi all'opera anche loro! Gli hanno dato il materiale e hanno chiesto loro di provare a fabbricare un aquilone. E loro ci si sono messi d'impegno anche se con scarsissimi risultati. Costruire gli aquiloni è un arte molto più di fficile di quel che possa sembrare!!!



Noi abbiamo aiutato a costruirli, abbiamo corso per farli volare, abbiamo imparato che in Afganistan gli aquiloni sono un gioco e uno sport nazionale di antica tradizione e che nel periodo del regime dei Taliban il gioco degli aquiloni fu vietato perchè simboleggiava la libertà e il gusto di divertirsi. In quegli anni far volare gli aquiloni era un gesto di ribellione. Oggi, invece, l'aquilone è diventato simbolo di pace e libertà.

Noi siamo tornati a casa con il patentino di volo che sarà poca cosa, ma che è un piccolo mattone per la pace e la fratellanza dei popoli (o almeno a me piace pensare così).


Commenti

Post popolari in questo blog

Di arredamento, sogni e ispirazioni

Ultimamente, lo avrete notato, sto mettendo mano ad alcuni mobili di casa.
Mi sono data al craft estremo passando dalla semplice passata di cera ai mobili, a lavori di tappezzeria realizzati in tandem con mia mamma.
In pratica sto cercando di dare una nuova possibilità a sedie e mobili e complementi d’arredo che così come erano non mi piacevano più.
Però per fare questo lavoro io ho anche bisogno di ispirazione, molta ispirazione? Dove trovarla?

Le frittelle di Carnevale - la ricetta

Le frittelle sono di gran lunga i dolci di carnevale preferiti dall'Ometto.
Alle frittelle pensavo quando ho deciso di aprire la raccolta "Ricette di Carnevale". In pratica anzichè scrivere la ricetta ho ben pensato di indire un Linky Party!
Avete ancora tempo 15 giorni per partecipare, vi aspetto con le vostre ricette!

Intanto oggi è arrivato il momento di darvi la mia ricetta, direttamente da casa di mamma, che ha recuperato la ricetta di nonna... in praticva una vera e propria ricetta di famiglia.

Ingredienti:

250 gr di riccotta150 gr di farina2 uova60 grammi di zuccherobuccia di limone o di arancia grattugiatamezza bustina di lievito (2 cucchiaini da caffè)  Procedimento

Mescolate la ricotta con lo zucchero poi aggiungete le uova, la farina, la buccia di limone e per finire il lievito.

Friggete le frittelle in olio caldo.
La dose per realizzare la frittella è di un cucchiaino da thè colmo.


Inlinkz Link Party

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.