Passa ai contenuti principali

#handmasummernights: centrotavolacon le pigne


Se non sono riuscita, per mancanza di tempo, a partecipare all' Hand made Summer , di certo non potevo saltare anche il secondo appuntamento targato The Creative Factory.


E allora eccomi a parlare di estate e a presentarvi il centrotavola realizzato con le pigne e pensato per illuminare le cene estive.

Che si sa, in questo periodo si sta più volentieri all'aria aperta che al chiuso, ma mnnon per questo dobbiamo apparecchiare la tavola in modo meno curato!

E poi a me piacciono i centrotavola tanto quanto le candele...

Tutto è nato da una passeggiata in pineta durante la quale ho cominciato a raccogliere pigne, legnetti e pezzi di corteccia trovati a terra lungo il mio percorso.

Ho messo il mio carico di materiale prezioso in una busta e ho portato tutto a casa e ho cominciato a pensare come potevo fare per utilizzarlo.

Ho tirato fuori dall'armadio un sottopentola di sughero chw non avevo mai utilizzato e che per moto tempo è rimasto in bilico tra l'armadio e la pattumiera.

Dallo stesso armadio ho tirato fuori una rete colorata da fioraio e una candela. Ho disposto tutto sul tavolo e il progetto ha cominciato a prendere forma...


Ho usato il sottopentola come base al centro della quale, con un po' di colla a caldo, ho posizionato la candela.


La rete da fioraio è facilmente modellabile e io ho cercato di ricreare l'effetto nuvola incollandola un po' qua un po' là con la colla a caldo (e bruciandomi abbondantemente i polpastrelli!).

Ho posizionato poi le quattro pigne nei punti dove avevo precedentemente fissato la rete.

Ho poi sparpagliato sul tavolo la corteccia come decorazione alla tavola.

Mi raccomando andate a trovare anche le mie compagne di avventura che sono bravissime!!!



Commenti

  1. Bello!
    Guarda come con cose semplici e fantasia si riesce a creare un bellissimo centrotavola.
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. <3 <3 <3 Fa parte di un progetto più grande che vi mostrerò a settembre!

      Elimina
  3. Che bello. Basta avere un po' di fantasia e le cose giuste per creare un centrotavola veramente delizioso.
    Un abbraccio a presto
    Sara

    RispondiElimina
  4. Ciao, mi piace molto l'effetto che hai ottenuto con il legno e i colori usati!
    Ho anche io molta di quella rete che hai usato e sai non avevo mai pensato ad un centrotavola...proverò! ;)
    Buona settimana. Raggio di Sole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta! Prova e poi fammi vedere il risultato, che sono curiosa!

      Elimina
  5. Ciao Barbara.
    Proprio oggi ho convinto mio marito a lasciarmi raccogliere qualche pigna. Quando vedrà la tua bellissima idea realizzata non dirà più niente l'anno prossimo quando ne raccoglierò altre ;-) . Bravissima
    Un bacione Licia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io raccolgo pigne, mio figlio raccoglie sassi...mio marito ha smesso di chiedere e di opporsi da tempo!! ;)

      Elimina
  6. Mi piace molto l'insieme dei colori del tuo centrotavola. Basta poco per arricchire una tavola e una cena a lume di candela ha sempre quel qualcosa in più.

    RispondiElimina
  7. Mi piace tantissimo come hai trasformato la tua raccolta in pineta in questo bellissimo centrotavola. Chissà che profumo anche!

    RispondiElimina
  8. Tante cose semplici, che creano una bellissima atmosfera.
    Condivido subito sui social.

    Complimenti
    Flavia

    RispondiElimina
  9. Brava Barbara hai fatto bene a partecipare. Bellissimo questo centrotavola dai colori molto allegri, a presto baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E questa volta non ho neanche pasticciato con il link in raccolta!!! Faccio progressi!!!

      Elimina
  10. Poco, semplice e naturale! Lo vedrei perfetto su una veranda in una casa di mare !
    Roby :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fuochino Roby...e non farmi dire di più! Pazientate un mesetto che non ho la macchina e non posso andare ad acquistare quello che mi occorre per il progetto grande!!!

      Elimina
  11. Bastano pochi semplici elementi ed un po' di fantasia e guarda cosa si riesce a creare! Perfetto per le cene estive all'aperto! E se ci sono zanzare, basta sostituire la candela con una alla citronella!

    RispondiElimina
  12. Molto carino davvero, complimenti!!!

    RispondiElimina
  13. Molto carino, sai?
    Però a me le pigne fanno tanto Natale .....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io le uso molto per le decorazioni natalizie... queste però le ho prese in pineta (al mare!!!)

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Mini ghirlanda con perline di legno

  Buongiorno! Partecipo anche questo mese al Resto Amistoso 162 organizzato questo mese da Ovillo de Eli .  Tema della challenge sono le perline e io mi sono affidata alle mia scorta di perle di legno. Vi dico subito che non era questo il progetto che avevo in mente e che ho provato a fare con scarsi risultati.  E così ho scelto il mio piano B, la ghirlanda di perle di legno. Un progetto semplice, veloce da realizzare ma che mi dà sempre tanta soddisfazione perché può essere personalizzato in molti modi.  Per realizzare la ghirlanda servono: Perline di legno Filo di ferro Nastrino colorato Ho infilato le perline nel filo di ferro che ho poi chiuso a cerchio con l'aiuto di una pinza. Ho decorato con del nastro colorato. Con questo post partecipo a 

Premiazione di fine anno: come realizzare una coccarda in carta crespa

Domani sarà per l'ometto l'ultimo giorno di scuola. La fine di questo primo anno alla scuola primaria. Un anno scolastico pieno, intenso, fatto di impegno di compiti di scoperte e di prime responsabilità. A settembre era un piccolo bambino spaurito con uno zaino quasi più grande di lui, che non sapeva né leggere né scrivere. Oggi è un bel ragazzino molto più sicuro, che ha acquisito molta autonomia e che legge e scrive benissimo da solo. E insieme a lui tutti i suoi compagni di scuola. E così noi genitori abbiamo deciso di premiare gli sforzi dei nostri bambini con una colorata ghirlanda di carta crespa. Per ammortizzare la spesa di dover comprare 19 coccarde uguali e perché, diciamolo pure, a me piace impelagarmi in queste cose, le coccarde le ho realizzate io. Come? Ora ve lo spiego. Materiali occorrenti: carta crespa colorata basi piccole per spille cartone pressato colla a caldo 19 tondini di carta con su stampato il n. 1 Io ho comprato la carta crespa già

le asole per finta:ovvero come far credere che a chiudere sia un bottone

Fare un'asola fatta tipo quelle delle giacche (per intenderci) è veramente difficile. Alla mia nonna sarta , ad esempio, mai e poi mai verrebbe in mente di mettersi a fare un asola di questo tipo: finché ha avuto la sua ricamatrice di fiducia ha sempre dato a lei il lavoro.

Il Gufo pasticcione

Il gufo è uno degli anomali che a me piacciono di più. Misateriosa creatura della notte, è da sempre sinonimo di saggezza. In molte delle culure antiche il gufo è considerato una figuras magica. Ad esempio, i nativi americani associavano il significato del gufo alla saggezza e al fatto di essere il guardiano di tutti i tipi di saperi. Questo si deve al fatto che questo uccello è un grande combattente contro le condizioni avverse del clima, ma soprattutto riesce a vedere di notte. In epoca medioevale nel centro Europa si diceva che questi animali fossero in realtà streghe e maghi. Da quel momento si considera questo animale come parte della famiglia delle streghe. E visto che io, di fatto, sono una strega saggia, ho deciso di realizzare un piccolo gufo da appendere al pomello di un cassetto della mia postazione craft. Ora vi racconto anche come ho fatto. Ho preso: una rondella di legno bianca (comprata chissà dove),  2 occhietti mobili 1 filo di corda giallo (di quelli che chiudono l