Passa ai contenuti principali

restyling jeans: da lunghi a corti


Facendo il cambio di stagione, qualche tempo fa, mi è venuto tra le mani un paio di jeans comodissimo ma che ormai mostrava i segni del tempo che passa. Avete presente quei vestiti che sono come una seconda pelle? Perfetto questo pantalone è stato per molto tempo la mia seconda pelle. Per questo motivo non me la sono sentita di toglierlo definitivamente di mezzo e ho deciso di concedergli una seconda vita.

L'ho lavato, stirato, guardato bene e ho deciso che potevo provare a farlo diventare da corto a lungo.

Ora vi spiego come ho fatto.

Ho misurato dal fondo dei pantaloni 40 centimetri.


 Ho messo gli spilli e ho tagliato.

Sempre partendo dal fondo ho misurato 10 centimentri e ho messo gli spilli. Questa sarà la misura che servirà per il risvolto dei pantaloni.

 
 
E ho creato il risvolto. Normalmente il risvolto dei pantaloni non si va così. Sì fa l'orlo ai pantaloni e si rigira l'orlo che poi viene fermato ai lati dove coi sono le cuciture con dei piccoli punti invisibili. Naturalmente io non ho fatto così. Ho solamente rigirato la fine dl pantalone su se stessa per due volte creando così un bordo di 5 centimetri circa.
 
 
 
Anche così facendo, comunque, c'è il problema di come fare a bloccare il risvolto. Io per farlo ho creato un passante usando il cordolo della cucitura esterna della zampa del pantalone che ho tagliato via.
 
 
Ho cucito il cordino sulla cucitura esterna del pantalone sia dentro che all'esterno e ho rifinito con un bottoncino colorato.
 

 

Ed eccoli qua i miei pantaloni nuovi!!!


Se qualcuno se lo stesse chiedendo, le foto dei fari passaggi le hop fatte sulla mia tavola da stiro e quello che si vede è il copritavola, che quando si stira anche l'occhio vuole la sua parte!

Commenti

  1. Devo fare la stessa cosa con dei jeans che vorrei trasformare in pantaloncini per il mare... Grazie!!!

    Maira

    RispondiElimina
  2. Geniale il passante, mi hai dato un'idea per fermare il risvoltino di quelli che ho tagliato per mia figlia...Grazie mille!

    RispondiElimina
  3. Sono contenta di esservi stata utile!!!

    RispondiElimina
  4. Vedessi in che condizioni stiro io ultimamente ..... situazione raccapricciante!!!!!
    Brava Barby, bel restyling!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Di arredamento, sogni e ispirazioni

Ultimamente, lo avrete notato, sto mettendo mano ad alcuni mobili di casa.
Mi sono data al craft estremo passando dalla semplice passata di cera ai mobili, a lavori di tappezzeria realizzati in tandem con mia mamma.
In pratica sto cercando di dare una nuova possibilità a sedie e mobili e complementi d’arredo che così come erano non mi piacevano più.
Però per fare questo lavoro io ho anche bisogno di ispirazione, molta ispirazione? Dove trovarla?

Calendario dell'Avvento nei barattoli delle conserve

Anche se sono arrivata tardi a scrivere questo post e, ormai, di barattoli ne sono rimasti pochi, vio volgio raccontare del Calendario dell'avvento di quest'anno.
L'idea di partenza è stata quella di riciclare i barattoli di vetro delle conserve. Per fortuna l'idea mi è venuta per tempo e sono riuscita a mettere da parte i barattoli.
Far diventare un barattolo da conserva una casella del Calendario dell'Avvento non è afffatto difficile, ora vi spiego come ho fatto.

Le frittelle di Carnevale - la ricetta

Le frittelle sono di gran lunga i dolci di carnevale preferiti dall'Ometto.
Alle frittelle pensavo quando ho deciso di aprire la raccolta "Ricette di Carnevale". In pratica anzichè scrivere la ricetta ho ben pensato di indire un Linky Party!
Avete ancora tempo 15 giorni per partecipare, vi aspetto con le vostre ricette!

Intanto oggi è arrivato il momento di darvi la mia ricetta, direttamente da casa di mamma, che ha recuperato la ricetta di nonna... in praticva una vera e propria ricetta di famiglia.

Ingredienti:

250 gr di riccotta150 gr di farina2 uova60 grammi di zuccherobuccia di limone o di arancia grattugiatamezza bustina di lievito (2 cucchiaini da caffè)  Procedimento

Mescolate la ricotta con lo zucchero poi aggiungete le uova, la farina, la buccia di limone e per finire il lievito.

Friggete le frittelle in olio caldo.
La dose per realizzare la frittella è di un cucchiaino da thè colmo.


Inlinkz Link Party