Passa ai contenuti principali

Giocando con i sassi


Questo è l'ultimo post semi estivo che scrivo. Dalla prossima volta, ve lo prometto, cominceremo a entrare nell'atmosfera di Halloween con un serie di post per preparare una festa in perfetto stile mostruoso!

Questa estate, dicevo, siamo stati anche qualche giorno al mare.
La considererei, la vacanza al mare, una esperienza apocalittica: pioggia, mare mosso (che me lo dovevo aspettare dato che Carducci scriveva "sotto al maestrale urla e biancheggia il mare"), boongalow allagato (acqua che veniva giù inesorabilmete dal tetto), gamberetti di fiume ghe uscivano dalle fogne e bambini intenti a raccoglierli con i retini (vi giuri pensavo che stessero dando la caccia a dei topi visto che gridavano "prendilo prendilo, acchiappa acchiappa!), mare invaso dalle meduse... insomma quasi quasi era meglio se restavamo a casa!

Comunque noi non è che ci siamo persi d'animo e visto che non si poteva fare il bagno abbiamo aguzzato l'ingegno e ci siamo inventati giochi nuovi.

La battigia ci regalava dei bellissimi sassi con cui giocare e noi non ci siamo fatti scappare l'occasione.

Abbiamo preso il secchiello e siamo andati a raccoglierli. abbiamo portato il nostro bottino sotto all'ombrellone e abbiamo studiatoper bene le forme dei nostri sassi e poi abbiamo cominciato a giocare.

Abbiamo usato i sassi come tanti pezzi di un puzzle e sotto ai nostri occhi, con un po' di magia e tanta immaginazione, si sono composte figure e dalle figure sono nate storie.

Un fiore dal nome Fiordaliso che passeggiava sulla spiaggia in cerca di conchiglie.


L'impronta di un essere non meglio identificato che si aggira tra gli ombrelloni a caccia di piedini di bambini.



Una barchetta pronta per salpare nel mare infinito.





E anche una vacanza non perfetta dal punto di vista ambientale, è stata ugualmete divertente e magica!

Commenti

  1. Lo so, mi ripeto!!!!
    Bravo l'Ometto, ma soprattutto brava tu, che riesci sempre ad inventare qualcosa!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comincio ad annaspare e a finire le mie risorse ;)

      Elimina
  2. Che grande magia sanno fare questi piccoletti: farci viaggiare fra fantasia ed emozioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loro hanno la mente libera da preconcetti è per questo che riescono a vedere oltre le cose con più facilità rispetto agli adulti.

      Elimina
  3. Questo gioco lo facciamo anche noi, che di sassi e sabbia ne abbiamo in abbondanza tutto l'anno! E' meraviglioso vedere come i bambini possano esprimersi in certe "tecniche" meglio di noi <3

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Regala Un Libro per Natale. La mia partecipazione

Sono stata indecisa fino alla fine, fino all'ultimo giorno utile per partecipare, poi alla fine ho ceduto all'ultima mail di Fedrica e anche per questo anno ho partecipato allo swap di Natale più fiko che c'è: "Regala un Libro per Natale"!
Un abbinamento perfetto e una intesa assoluta, quella con Grazia e suo figlio Pietro.
Così, appurato che i nostri due ragazzi hanno gli stessi gusti in fatto di lettura, abbiamo deciso di regalarci lo stesso libro: Diario di una Schiappa. Una vacanza da panico.

L'Ometto è cresciuto, i suoi gusti in fatto di libri si sono evoluti e io ancora non sono riuscita a raccontarvelo...sarà uno dei miei buoni propositi per il 2019.

Saponette gel fai da te

Succede, capita, che si guardi distrattamente Facebook dal cellulare. Un po' per abitudine, un po' per passare il tempo, un po' perché non si ha la voglia di fare letture un po' più impegnate, un po' per curiosità.
E di certo un video attira molto di più l'attenzione di un testo scritto.
Così è successo che un paio di sere fa io sia stata ipnotizzata da un video tutorial nel quale venivano realizzate saponette gelatinose.
A me l'idea di fare il sapone a casa mi è sempre piaciuta molto. Non ho mai provato perchè ho sempre avuto molta paura di usare la soda, quindi ho sempre cercato scorciatoie. Vi ricordate delle mie saponette alla glicerina? Ecco diciamo che anche in quel caso ho un po' barato!
Quando invece ho visto il video tutorial qualche giorno fa ho pensato "Ma dai! Può essere mai così semplice? Ci devo provare".
Detto, fatto, domenica mi sono fatta aiutare dall'Ometto e ora vi spiego bene cosa abbiamo combinato.

Ingredienti:

una bust…

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.