Passa ai contenuti principali

Sal 2015 - Albero di Natale: il cartamodello e le istruzioni per il taglio


Siamo arrivate, faticosamente (almeno per me) al terzo appuntamento con il progetto del sal.

So che vi siete procurate le stoffe e che aspettate di sapere come fare per tagliarle. Ecco che arrivo io in vostro aiuto.

Quello che vedete qui sopra è lo schema del cartamodello: dodici cerchi concentrici di raggio compreso tra 10 e 4,5 centimetri. Ogni cerchio è più piccolo del precedente di 0,5 cm. Se volete stampare il cartamodello preparato da me sappiate che il cerchio più grande entra perfettamente in un foglio A4 e quindi dovrete adeguatamente ingrandire l'immagine (altrimenti l'effetto sarà un albero più piccolo). Se invece volete procedere da sole dovrete munirvi di righello e compasso e disegnare voi i cerchi seguendo queste misure:
  • 10 cm
  • 9,5 cm
  • 9 cm
  • 8,5 cm
  • 8 cm
  • 7,5 cm
  • 7 cm
  • 6,5 cm
  • 6 cm
  • 5,5 cm
  • 5 cm
  • 4,5
Avete preparato oppure stampato lo schema?

Allora siete pronte alla seconda fase: il cartamodello sulla stoffa.

Ritagliate il cerchio di carta partendo dal cerchio più grande e, con l'aiuto di un pennarello, tracciate il primo cerchio su entrambe le vostre stoffe.

A questo punto il cerchio di raggio 10 cm non vi servirà più e potrete tagliarlo via e ritagliare il cerchio successivo che dovrete disegnare sempre su entrambe le stoffe.

Ripetete queste operazioni per tutte le altre dimensioni dei cerchi. Fate attenzione a usare bene la stoffa e a non sprecarne molta! Tracciate cerchi ravvicinati, mi raccomando.

Quando avrete finito di disegnare tutti i cerchi possiamo passare al taglio.

Alla fine delle operazioni avrete due piccole piramidi di stoffa.



Per sapere come riusciremo a farle diventare un alberello non vi resta che aspettare mercoledì prossimo.

Le puntate precedenti:

  1. sal-2015-albero-di-natale-yo-yo.
  2. sal-2015-albero-di-natale-la-lista-dei-materiali



Commenti

  1. Non ho una bella stofffina perché mi ronza quella tua pizzosa e mi sono imputata la vorrei così. ....medito ancora un po poi parto in quarta. ..grazie x l'aiuto baci

    RispondiElimina
  2. Anche un po' di tulle Giusi andrà benissimo.

    RispondiElimina
  3. Bene! Allora preparati che mercoledì' si cuce!

    RispondiElimina
  4. Ma toglimi la curiosità, te lo sei inventato tu?
    E' una figata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cartamodello? Sì l'ho fatto io. In giro ci sono solo le indicazioni delle misure.

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Di arredamento, sogni e ispirazioni

Ultimamente, lo avrete notato, sto mettendo mano ad alcuni mobili di casa. Mi sono data al craft estremo passando dalla semplice passata di cera ai mobili, a lavori di tappezzeria realizzati in tandem con mia mamma. In pratica sto cercando di dare una nuova possibilità a sedie e mobili e complementi d’arredo che così come erano non mi piacevano più. Però per fare questo lavoro io ho anche bisogno di ispirazione, molta ispirazione? Dove trovarla?

Calendario dell'Avvento nei barattoli delle conserve

Anche se sono arrivata tardi a scrivere questo post e, ormai, di barattoli ne sono rimasti pochi, vio volgio raccontare del Calendario dell'avvento di quest'anno. L'idea di partenza è stata quella di riciclare i barattoli di vetro delle conserve. Per fortuna l'idea mi è venuta per tempo e sono riuscita a mettere da parte i barattoli. Far diventare un barattolo da conserva una casella del Calendario dell'Avvento non è afffatto difficile, ora vi spiego come ho fatto.

Una dolce rosa...di mele

Mi è stato lanciato un guanto di sfida e io non potevo non raccoglierlo! "Guarda che belle le torte a torma di rosa. Tu le sai fare?" Ecco, giusto il tempo di un rapido giro al supermercato e mi sono messa all'opera per questo dolce semplice, veloce e da mangiare tiepido, ideale da gustare con una buona tazza di thè fumante. Unica variante rispetto alla sfida è che, anzichè fare una torta grande, ho preferito fare sei tortine ognuna delle quali risulta essere un bocciolo. Ora vi dico come ho fatto.