Passa ai contenuti principali

Insieme Raccontiamo 6: il mandala

 
Ormai non riesco più a resistere alla tentazione di giocare con Patricia e a mettermi  in gioco e finire il suo incipit. Questo mese, poi, è particolare perché il gioco si allarga. Federica, Fabiola, Rosalba questo mese abbiamo lavorato in squadra con Patricia.

Mi spiego meglio. Abbiamo unito, per una volta, le nostre iniziative (Ispirazioni&Co. e Insieme Raccontiamo) ed è stato facile e stimolante: Patricia è ha scritto il suo incipit per la rubrica Insieme Raccontiamo pensando ai Mandala.

Le regole sono sempre le stesse:
  • un finale di 200/300 parole oppure 200/300 battute
  • si possono aggiungere musiche, filmati, foto
 Questo l'incipit di Patricia
IL MANDALA
 
Il corpo nudo della donna disteso sul fianco aveva un che di virginale. Una tela intonsa pareva. Invitava a... ma come l'avrebbe presa lui? Offendersi? Adirarsi?
Prese il suo pennello più fine e le si avvicinò. Con dolcezza cominciò dal centro della schiena. Un mandala. Avrebbe disegnato un mandala...
 
 
Questo il mio finale.
 
Tutto era già nella sua testa. Tutto doveva essere perfetto. E ci riuscì. Era ormai sera quando finì. Giusto in tempo. Lei lo ringraziò e si vestì con l'abito da sera nero, con una profonda scollatura sulla schiena per incorniciare quel capolavoro. Salutò e usci: Lui la stava aspettando in macchina.
 
Con enorme  fatica ma con grande soddisfazione ecco 300 caratteri tondi tondi.
 

Commenti

  1. Bellissimo Barbara!
    E' un piacere averti come partecipante al giochetto. Offri un notevole apporto. E'stato anche un piacere aver collaborato con voi.
    Chissà che non possa ripetersi l'esperienza!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patricia! Ci sto proprio prendendo gusto!

      Elimina
  2. Moooolto carino il tuo finale :-)
    Ho immaginato anche l'abito da sera ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà se abbiamo immaginato lo stesso abito!

      Elimina
  3. Bellooo questo finale! Brava comare ❤

    RispondiElimina
  4. WOW!!! Magari un abito e una decorazione del genere!!!
    Brava Barby, ottima idea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è tanto trovare l'abito il problema, quanto qualcuno che dipinga la schiena!

      Elimina
  5. Lo trovo splendido ed essenziale, non sei caduta nel banale. Hai dato un bel finale, davvero fine. Bravissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosalba. E' stata una scrittura molto travagliata...non riuscivo a stare dentro né alle 300 battute, né alle 300 parole.

      Elimina
  6. Molto bello Barbara mi è piaciuto molto il tuo finale ... una conclusione bellissima ed originale ... brava ... complimenti

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Le frittelle di Carnevale - la ricetta

Le frittelle sono di gran lunga i dolci di carnevale preferiti dall'Ometto.
Alle frittelle pensavo quando ho deciso di aprire la raccolta "Ricette di Carnevale". In pratica anzichè scrivere la ricetta ho ben pensato di indire un Linky Party!
Avete ancora tempo 15 giorni per partecipare, vi aspetto con le vostre ricette!

Intanto oggi è arrivato il momento di darvi la mia ricetta, direttamente da casa di mamma, che ha recuperato la ricetta di nonna... in praticva una vera e propria ricetta di famiglia.

Ingredienti:

250 gr di riccotta150 gr di farina2 uova60 grammi di zuccherobuccia di limone o di arancia grattugiatamezza bustina di lievito (2 cucchiaini da caffè)  Procedimento

Mescolate la ricotta con lo zucchero poi aggiungete le uova, la farina, la buccia di limone e per finire il lievito.

Friggete le frittelle in olio caldo.
La dose per realizzare la frittella è di un cucchiaino da thè colmo.


Inlinkz Link Party

Saponette gel fai da te

Succede, capita, che si guardi distrattamente Facebook dal cellulare. Un po' per abitudine, un po' per passare il tempo, un po' perché non si ha la voglia di fare letture un po' più impegnate, un po' per curiosità.
E di certo un video attira molto di più l'attenzione di un testo scritto.
Così è successo che un paio di sere fa io sia stata ipnotizzata da un video tutorial nel quale venivano realizzate saponette gelatinose.
A me l'idea di fare il sapone a casa mi è sempre piaciuta molto. Non ho mai provato perchè ho sempre avuto molta paura di usare la soda, quindi ho sempre cercato scorciatoie. Vi ricordate delle mie saponette alla glicerina? Ecco diciamo che anche in quel caso ho un po' barato!
Quando invece ho visto il video tutorial qualche giorno fa ho pensato "Ma dai! Può essere mai così semplice? Ci devo provare".
Detto, fatto, domenica mi sono fatta aiutare dall'Ometto e ora vi spiego bene cosa abbiamo combinato.

Ingredienti:

una bust…