Passa ai contenuti principali

Hand made Easter 2016: Candela decorata


Archiviata la festa del papà, quest'anno è già subito Pasqua e il gruppo di The Creative Factory non poteva rimanere indifferente e non pensare di organizzare e pubblicare post a tema.

Rimango sempre affascinata dal fuoco e dal significato che si cela dietro alla fiamma.

Simbolo fondamentale nella liturgia cristiana, il fuoco è la somma espressione del trionfo della luce sulle tenebre, del calore sul freddo e della vita sulla morte.

Durante la ricorrenza pasquale, questo simbolo raggiunge la massima celebrazione attraverso il rito del fuoco nuovo e dell’accensione del cero.

Nella notte di Pasqua, un fuoco viene acceso fuori dalla chiesa, intorno ad esso si raccolgono i fedeli e proprio da questo fuoco viene acceso il cero pasquale.

Andando in  giro per negozi di bricolage ho trovato dei fogli di cera colorati, così mi è venuta l'idea per decorare la mia candela di Pasqua per celebrare il trionfo della luce sulle tenebre.

Ho cervato un disegno semplice da poter tagliare: ho scelto un pulcino che sbuca fuori da un uovo colorato.


Ho ritagliato il disegno e scomposto le forme.



Con una matita appuntita ho delicatamente riprodotto i disegni sulla cera.

Ho poi ricomposto il disegno sulla candela. con una leggera pressione e con il calore delle dita i fogli di cera si incollano alla candela senza alcuna difficoltà.


Pezzo per pezzo patendo dalla base dell'uovo fino ad arrivare alla sommità.



Con questo post partecipo a


Qui di seguito i post delle altre blogger che partecipano all'inizitiva!



Commenti

  1. Condivido la passione per il simbolo cristiano della luce che vince sulle tenebre e sul male. Molto carina questa candela.
    Auguri!
    Ketty

    RispondiElimina
  2. Questa candela è un modo per far capire ai bambini l'idea e l'importanza della luce e del suo significato in questo periodo.
    Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Roberta. E' stata anche una occasione, un pretesto, per giocare con mio figlio

      Elimina
  3. Mi ispirano molto i fogli di cera e sembra molto semplice il loro utilizzo. Grazie al tuo tutorial proverò ad utilizzarli.
    Grazie e buona domenica Licia

    RispondiElimina
  4. Adoro le candele e non conoscevo i fogli da cera. Gran bella idea! Buona Pasqua
    Vivy

    RispondiElimina
  5. Bella l'idea di una candela per Pasqua, una grande realizzazione, bravissima
    Sy

    RispondiElimina
  6. La tua candela e veramente graziosa. Eppoi c'è un bel significato dietro. Brava!
    Ciao a presto
    Sara

    RispondiElimina
  7. Simpaticissima la tua candela.
    Non sapevo che esistessero dei fogli di cera.
    Grazie dell'idea.
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li ho scoperti per caso da Tiger mentre compravo decorazioni per Pasqua

      Elimina
  8. Bellissima la tua candela, neppure io conoscevo i fogli di cera, possono essere una grande fonte di ispirazioni creative.

    Grazie di questa idea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto già pensando ad altre possibili applicazioni!!!

      Elimina
  9. Molto carina!!
    Ottima per decorare la tavola di Pasqua!
    Baci

    RispondiElimina
  10. Simpaticissima candelina per portare allegria alla tavola ^_^

    RispondiElimina
  11. Molto carina la candela, complimenti e grazie di avermi fatto scoprire i fogli di cera!

    RispondiElimina
  12. Le decorazioni pasquali sono bellissime perché allegre e gioiose, come la tua candela!
    Complimenti
    Maris

    RispondiElimina
  13. Innanzi tutto grazie per aver richiamato il significato della luce e del fuoco nei nostri riti cattolici della notte di Pasqua: troppo spesso dimentichiamo il vero e unico significato della Pasqua. Gesù è risorto, ha vinto la morte! poi il pulcino mi piace tantissimo, è da un po' che vorrei fare qualche cosa con le candele e mi hai dato davvero ispirazione. un abbraccio grande e davvero auguri per una buona e Santa Pasqua!

    RispondiElimina
  14. Ciao Barbara, bella idea quella di utilizzare i fogli di cera per decorare la candela e grazie per aver condiviso con noi il calore della Pasqua. Auguri! Baci

    RispondiElimina
  15. Grazie per il bel tutorial...amo le candele, ma non conoscevo i fogli di cera. Buona PAsqua, Silvia.

    RispondiElimina
  16. Non ho mai usato i fogli di cera, grazie per l'idea :-)

    RispondiElimina
  17. sono carinissimi i tuoi pulcini... e stupendo il "fatto a mano" con la cera... avevo già letto qualcosa riguardo i fogli di cera ma non li ho mai provati! qui non li trovo ma devono essere davvero comodi e utili...
    un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Barbara...scusami...ero convinta di essere già passata da te!!! Cioè, sono sicura di averlo fatto, ma ero dal cell e forse non è rimasto il mio commento...beh, il tuo progetto è simpaticissimo!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Regala Un Libro per Natale. La mia partecipazione

Sono stata indecisa fino alla fine, fino all'ultimo giorno utile per partecipare, poi alla fine ho ceduto all'ultima mail di Fedrica e anche per questo anno ho partecipato allo swap di Natale più fiko che c'è: "Regala un Libro per Natale"!
Un abbinamento perfetto e una intesa assoluta, quella con Grazia e suo figlio Pietro.
Così, appurato che i nostri due ragazzi hanno gli stessi gusti in fatto di lettura, abbiamo deciso di regalarci lo stesso libro: Diario di una Schiappa. Una vacanza da panico.

L'Ometto è cresciuto, i suoi gusti in fatto di libri si sono evoluti e io ancora non sono riuscita a raccontarvelo...sarà uno dei miei buoni propositi per il 2019.

Saponette gel fai da te

Succede, capita, che si guardi distrattamente Facebook dal cellulare. Un po' per abitudine, un po' per passare il tempo, un po' perché non si ha la voglia di fare letture un po' più impegnate, un po' per curiosità.
E di certo un video attira molto di più l'attenzione di un testo scritto.
Così è successo che un paio di sere fa io sia stata ipnotizzata da un video tutorial nel quale venivano realizzate saponette gelatinose.
A me l'idea di fare il sapone a casa mi è sempre piaciuta molto. Non ho mai provato perchè ho sempre avuto molta paura di usare la soda, quindi ho sempre cercato scorciatoie. Vi ricordate delle mie saponette alla glicerina? Ecco diciamo che anche in quel caso ho un po' barato!
Quando invece ho visto il video tutorial qualche giorno fa ho pensato "Ma dai! Può essere mai così semplice? Ci devo provare".
Detto, fatto, domenica mi sono fatta aiutare dall'Ometto e ora vi spiego bene cosa abbiamo combinato.

Ingredienti:

una bust…