Passa ai contenuti principali

Insieme Raccontiamo 9 - 10: i Regni del cielo


 Mannaggia a me, a questo periodo incasinatissimo, ai troppi impegni, al nuovo blog. Sono due mesi che salto l'appuntamento con "Insieme Raccontiamo"!


Tocca che mi rimetto in carreggiata perchè di cose da fare su cui scrivere ne avrei anche molte, è proprio il tempo che ultimamente scarseggia.


Questo mese sono riuscita a ritagliarmi un pochino di tempo per la scrittura e allora ho provato a mettermi un po' in pari con gli arretrati. Ho scritto due  finali di  Racconto il finale del racconto numero 9 e del numero 10 di Patricia. Spero di non essere andata contro il regolamento ma è stato più forte di me... non ho saputo resistere alla scrittura!


Brevemente vi ricordo le regole: a partire dall' incipit di Patricia si può scrivere un finale che sia di 200/300 battute oppure di 200/300 parole. Il tempo per pubblicare il finale di racconto va dal 20 maggio, al 30 maggio 2016.


Ora non mi resta che mettermi a scrivere.

Questo l'inizio del racconto n. 9.

Altissimo, di una magrezza spaventosa, vestito di nero pareva una stecca di liquirizia andata a male. Al suo passaggio, tutti provavano una strana sensazione. Un misto di paura e angoscia e insieme gelo.

Il mio finale

Era diretto nella tore più alta del suo Castello, dove c'era l'osservatorio astronomico. Una piccola porticina che dava in una ancor più piccola stanza: era questo il suo regno.  I bambini erano affascinati da Tobias e dalle sue  storie di mondi lontani e di galassie sconfinate.

Conteggio parole:
    47 parole
    279 caratteri


L'incipit del racconto n. 10

 Uscita dal bosco, lungo quel sentiero che correva tra querce e olmi, la vide apparire all'orizzonte. Pianta quadrata, quattro basse torri ai lati, si stagliava contro il cielo ancora chiaro del tramonto in arrivo. Scura, quasi nera con quelle bifore che parevano occhi di gigante. Che davano un senso di...


Il mio finale.

mistero, di ragnatele e pipistrelli. Quella casa aveva un aspetto spettrale, ma in quel momento rappresentava  la sua unica possibilità di salvezza. Gli Esseri che si nascondevano nella foresta la stavano inseguendo e lei non si doveva far raggiungere se voleva continuare a essere libera.


Conteggio parole:

    45 parole

    289 caratteri



Con questo post partecipo a

Commenti

  1. Bravissima Barbara! Vado subito ad aggiornare il post di riepilogo.
    Sono davvero belli i tuoi finali.

    ps ah, a proposito per il finale di IR 9.. magari facciamo un referendum, che ne dici? ahahahhaha
    Ma no!!!! Va benissimo anche ora! Aggiorno il 9
    Bacio!

    RispondiElimina
  2. Prometto di rimettermi in carreggiata! Grazie Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla!!!! Non è un obbligo tassativo partecipare. Si fa sempre come si può.:))
      Tu sai benissimo che sei sempre la benvenuta da Myrtilla :*)

      Elimina
  3. Era mia intenzione fare lo stesso ... scrivere i finali mancanti e questo ... invece zero.
    Arretrato di 3 puntate.
    No comment.
    In ogni caso brava Barbara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 'annamo bene, manco l'account giusto ....
      ok, firmo ...
      Fede/Squitty

      Elimina
    2. Squitty modalità ferie! ahhahahahahhaha
      Tutto ok? A presto! ciaooo

      Elimina
  4. Vite a regola d'arte che viene a commentare il mio blog ... che onore Ahahah... siamo messe benissimo!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioni&Co 40 - Emozioni: uova decorate

Lo so Pasqua è passata e oggi non è neanche il primo giorno del mese. Non me lo dite, lo so da me che sono in un ritardo cosmico! Che io ci ho provato  pianificare per benino anche questo blog, ma proprio non ci riesco. Ora voi mi chiederete: cosa ha a che fare il tema di questo mese di Ispirazioni&Co, emozioni, con la Pasqua? La risposta più ovvia è che il giorno del lancio del nuovo tema quest'anno è coinciso con il giorno di Pasqua. Ma questo non è un posto da risposte banali, giusto?

Christmas Boots per decorare il Natale

Noi, per tradizione associamo la calza piena di doni alla festa dell'Epifania. In molti paesi nordici, invece, la tradizione riguarda la notte di Natale.  Ci sono molte storie e legende al riguardo, ma in tutte compare la figura di  San Nicola.  Quella che a me piace di più narra di un nobiluomo che, rimasto vedovo, perse tutte le sue ricchezze nel crescere da solo le sue tre figlie.  Le giovani, prive di dote, avrebbero faticato a trovare marito rischiando di dover vendere il proprio corpo per procurarsi da vivere.  San Nicola, all’epoca vescovo, venne a conoscenza della triste situazione di questa famiglia. Rammaricandosi della sorte che sarebbe potuta toccare alle tre figlie dell’uomo, decise di intervenire. Lo volle, però, fare discretamente, senza far sapere che fosse lui il benefattore. Per questo scelse di agire nella notte, lasciando dei sacchetti di oro sul camino della famiglia. Uno dei sacchetti cadde, però, all’interno di una calza e fu proprio lì che fu trovato al matt

Buon Natale

 Buon Natale a tutti!  Per concludere le pubblicazioni per questo 2021 vi lascio con una nuova decorazione per l'albero.  Quest'anno ho trovato il modo per riutilizzare centrini che, un po' rovinati, stazionavano da anni in un cassetto. I materiali occorrenti per il progetto sono veramente pochi: Pallina di plexiglass Centrino Nastro Palline rosse per decorazione Ho rivestito la pallina di plexiglass con il centrino, che ho bloccato con un nastrino. Ho poi rifinito con un fiocco blu a contrasto e le palline rosse per coprire il nodo. Io vi aspetto qui a gennaio e intanto vi auguro buone feste!