Passa ai contenuti principali

Le avventure del Piccolo Esploratore: viaggio alla scoperta del DNA


La scuola è finita e ricominciano le scorribande del mio Ometto, quasi novenne, e mie in giro pr Roma alla ricerca sempre di nuove avventure e di nuve scoperte.

Questa volta ho deciso di cominciare con la visita a una bellissima mostra: DNA. IL GRANDE LIBRO DELLA VITA DA MENDEL ALLA GENOMICA.


E' stata forse un tema un po' troppo difficile per un bambino che ha appena finito al terza elementare, però nel complesso ci siamo divertiti e l'ho trovato anche molto interessato.

Sicuramente si è meravigliato di vedere che strane macchine si usavano per gli esperimenti.


Sicuramente oggetti lontani anni luce dalla moderna tecnologia.

E poi il grande plastco del DNA fa sempre un grande effetto vederlo e scoprirne le sue parti.


Quello che siamo riusciti a capire bene, anche se io non sono una scienziata e lo Gnomo ha soli 8 anni e mezzo è che se Mendel non si fosse messo a giocare a coltivare piselli e a farli incrociare fra di loro, gli scenziati moderni non si sarebbero, probabilmente, incaponiti a cercare la chiave di volta della genetica e noi non avremmo potuto godere di tali scoperte.

Non sarebbero esistiti probabilmente gli studi di genetica.



E non esisterebbe, probabilmente la Polizia Scientifica.



Per saperne di più trovate tutte le informazioni sul sito del Palazzo delle Esposizioni. La mostra sarà a Roma fino al 18 giugno...non lasciatevela sfuggire!!!




Commenti

  1. Sì, anche se magari non è stato tutto chiaro abbiamo cominciato a mettere un po' di basi, di dubbi e di domande.

    RispondiElimina
  2. Stupendo! Le gite istruttive coi figli sono indimenticabili.

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioni&Co 40 - Emozioni: uova decorate

Lo so Pasqua è passata e oggi non è neanche il primo giorno del mese. Non me lo dite, lo so da me che sono in un ritardo cosmico! Che io ci ho provato  pianificare per benino anche questo blog, ma proprio non ci riesco. Ora voi mi chiederete: cosa ha a che fare il tema di questo mese di Ispirazioni&Co, emozioni, con la Pasqua? La risposta più ovvia è che il giorno del lancio del nuovo tema quest'anno è coinciso con il giorno di Pasqua. Ma questo non è un posto da risposte banali, giusto?

Mini libro per l'autunno

Ogni tanto bisogna sperimentare e blog nasce proprio per documentare i miei pasticci creativi. Certo questa volta, forse ho un po' esagerato e ora vi racconto perchè. Prima di tutto per il video: il mio primo reel su instagram. Lo so i reel esistono da un bel po' e io arrivo tardi a scoprirli, ma mai dire mai! Il video, poi è di per sé una sfida perché nel video vi mostro un mini libro che ha come tema l'autunno e con il quale partecipo al Craftlandia Challenge  di Craftartista. Ok direte voi... dove sta la sperimentazione? La sperimentazione, anzi le sperimentazioni, stanno proprio dentro a questo mini libro nel quale ho voluto raccogliere tutto ciò che riguarda l'autunno utilizzando tecniche particolari. Questa è la pagina con la sperimentazione che mi è piaciuta di più e che mi ha dato più filo da torcere. Ho realizzato un caviardage, o almeno ci ho provato. Il caviardage è una processo creativo che consiste nella realizzazione di una poesia a partire da una pagina s

Bouquet di fiori di carta

Qualche giorno fa, dopo aver realizzato questo bouquet di fiori ho pensato che la cosa divertente del fare la blogger è poter creare cose inutili con i materiali più improbabili. Non datemi torto! Io negli anni ho fatto di tutto usando qualsiasi materiale e molte tecniche. Non avevo mai usato, però, tovaglioli di carta per realizzare dei fiori. L'idea mi è venuta, come al solito, navigando su Pinterest in cerca di ispirazione per un altro lavoro (che vedrete fra qualche giorno, ma che per il momento è top secret!). Come spesso succede non cercavo tutorial per realizzare fiori con i tovaglioli. io volevo realizzare fiori di ciliegio con la tecnica dell'origami. Idea fikissima se non fosse che dopo 2 giorni di prove ho dovuto arrendermi per manifesta incapacità. Ho dovuto fare varie prove trovare la giusta dimensione dei miei fiori, ma alla foine sono molto soddisfatta del risultato e ora vi spiego come ho fatto. Ogni fiore è realizzato con un tovagliolo di carta multivelo.  Per