Passa ai contenuti principali

Ispirazioni&Co. 39: Legno

 L'immagine può contenere: sMS



Quanto è stato corto il mese di Febbraio, quanto è volato velocemente... ho fatto, e scritto, la metà del preventivato.

In un batter di ciglia siamo arrivati al 1 Marzo e al cambio di tema di Ispirazioni&Co.

E se per il mese di Febbraio abbiamo fatto scegliere i partecipanti al gruppo facebook e alla community, per il mese di Marzo abbiamo deciso di scegliere nuovamente noi.

Spero che la decisione non vi dispiaccia troppo, ma il tempo per l'organizzazione del sondaggio non c'è proprio stata.

A cosa abbiamo pensato per questo mese?

Al LEGNO.

Come sempre libero sfogo alla fantasia. Il legno è un materiale fantastico, duttile, si presta a una marea di interpretazioni e noi siamo qui pronte per accoglierle tutte!

Non mi dite che non avete idee perchè non ci credo! Aspetto come sempre qui i vostri contributi e se non avete un blog basta fare un fischio! Qui su Accidentaccio la porta ai guest post è sempre aperta. Se invece ad avere un contributo da mostrare è un amico artista e artigiano, saremmo liete di ospitare la sua ispirazione su Ispirazioninfiera.

Ok mi pare di aver detto tutto.
Che sia un mese ricco di Ispirazioni!!!


Commenti

  1. Legno... bello!!!!
    Io ho un post vecchio già pronto. Legno lavorato a mano da mio papà tanti anni fa. Non tutto solo quello che mi resta e che tengo più prezioso dell'oro.
    Cerco il post e aggiorno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Così come è non va bene. Devo ritoccarlo. Lo posterò nei prossimi giorni

      Ciaooooo

      Elimina
    3. Curiosa!!! Ti aspetto!!!

      Elimina
  2. Belle le creazioni in legno, attendo di ammirarle.

    RispondiElimina
  3. Che bel tema che hanno scelto le Comari!!!!!

    RispondiElimina
  4. Dopo un bel po' eccomi di nuovo a partecipare ad Ispirazioni&Co :-)
    Ho inserito il mio ultimo post riguardante il regalo per la Festa del Papà che abbiamo fatto lo scorso: un pannello porta appunti in sughero... il sughero è pur sempre legno... o no?
    casomai se sono fuori tema fatemi sapere che lo tolgo.
    Ora cerco tra i vecchi post se posso inserire altre idee...
    Ciao

    RispondiElimina
  5. ce l'ho fatta...ci ho messo un mese, ma alla fine il mio albero l'ho fatto!
    adesso con calma vado a vedermi le altre ispirazioni.
    buona serata
    marta

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Di arredamento, sogni e ispirazioni

Ultimamente, lo avrete notato, sto mettendo mano ad alcuni mobili di casa.
Mi sono data al craft estremo passando dalla semplice passata di cera ai mobili, a lavori di tappezzeria realizzati in tandem con mia mamma.
In pratica sto cercando di dare una nuova possibilità a sedie e mobili e complementi d’arredo che così come erano non mi piacevano più.
Però per fare questo lavoro io ho anche bisogno di ispirazione, molta ispirazione? Dove trovarla?

Le frittelle di Carnevale - la ricetta

Le frittelle sono di gran lunga i dolci di carnevale preferiti dall'Ometto.
Alle frittelle pensavo quando ho deciso di aprire la raccolta "Ricette di Carnevale". In pratica anzichè scrivere la ricetta ho ben pensato di indire un Linky Party!
Avete ancora tempo 15 giorni per partecipare, vi aspetto con le vostre ricette!

Intanto oggi è arrivato il momento di darvi la mia ricetta, direttamente da casa di mamma, che ha recuperato la ricetta di nonna... in praticva una vera e propria ricetta di famiglia.

Ingredienti:

250 gr di riccotta150 gr di farina2 uova60 grammi di zuccherobuccia di limone o di arancia grattugiatamezza bustina di lievito (2 cucchiaini da caffè)  Procedimento

Mescolate la ricotta con lo zucchero poi aggiungete le uova, la farina, la buccia di limone e per finire il lievito.

Friggete le frittelle in olio caldo.
La dose per realizzare la frittella è di un cucchiaino da thè colmo.


Inlinkz Link Party

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.