Passa ai contenuti principali

Libri a tutto Gas - Harry Potter e la Pietra Filosofale


Sono anche io caduta nel vortice. Prima o poi mi doveva succedere visto che è già qualche anno che ho sulla libreria il primo volume della serie di Harry Potter.
Strano, però, perchè a me il maghetto non è mai stato particolarmente simpatico. Venti anni fa, quando è stato pubblicato per la prima volta, io ero di fatto già fuori età quindo non mi sono fatta tanti scrupoli e non ho approfondito l'argomento.



Harry Potter e la pietra filosofale è stato regalato all'Ometto, ma evidentemente anche lui non è stato particolarmente attratto da maghi babbani, scope magighe e affini.

Poi, dicevo, sono catuta nel vortice. Già perchè a furia di vederlo un po' di curiosità mi è venuta, e poi l'Ometto cresce e mi devo mettere al passo anche io con le letture da moderni pre adolescenti.

Risultato? Mi sono divorata il libro in pochissimi giorni. Sono stata rapita dalla storia. Ho rimesso qualche pezzo a posto rispetto a quello che avevo scoperto del maghetto e della magica scuola guardando il film e nel complesso mi sono divertita un mondo.

Mi sono facilmente immedesimata in Hermione e in Ron. Harry continua a essermi cordialmente antipatico, ma devo ammettere che è un bel tipetto!

Con questo post partecipo a

01

Commenti

  1. Pensa, invece, che io i libri di Harry Potter li ho letti tutti e tutti mi hanno appassionato tantissimo. Buona notte.
    sinforosa

    RispondiElimina
  2. L'ho letto un paio di anni fa al Pripi e non mi è dispiaciuto.
    Abbiamo attaccato il secondo, ma non siamo arrivati al secondo capitolo.
    Forse lui era troppo piccolo, non lo so, ma neppure i film lo hanno colpito in modo particolare.
    Sicuramente scritto bene, ma non è il mio genere.

    RispondiElimina
  3. Li ho letti in ritardo rispetto alla massa, ma ormai un quattordici anni sono passati tutti.
    Mi hanno appassionato molto, al punto da leggerli anche in lingua originale :D
    Il quarto e il quinto sono meravigliosi, moooolto più belli dei film. Devi credermi. Posso solo incoraggiarti a proseguire per rendertene conto da sola :)
    Il problema dell'età non me lo sono nemmeno posta 😂😂😂😂
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci penserò Marina. Me l'hanno detto che il 4 è bellissimo ...magari salto direttamente a quello

      Elimina
  4. Letti tutti e amati tutti!!!!!!
    Ogni tanto bisogna pur tornare fanciulle! Almeno nei sogni ahahahahahha

    RispondiElimina
  5. Bisogna sempre tornare bambini...fa bene alla salute

    RispondiElimina
  6. Ciao. Io ho il letto il primo libro un mese fa circa. Rapita. Sei in compagnia. Non è mai tardi per cominciare a leggere, anche se altri l'hanno fatto molto prima. Dovremo iniziare il secondo volume? ��

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Regala Un Libro per Natale. La mia partecipazione

Sono stata indecisa fino alla fine, fino all'ultimo giorno utile per partecipare, poi alla fine ho ceduto all'ultima mail di Fedrica e anche per questo anno ho partecipato allo swap di Natale più fiko che c'è: "Regala un Libro per Natale"!
Un abbinamento perfetto e una intesa assoluta, quella con Grazia e suo figlio Pietro.
Così, appurato che i nostri due ragazzi hanno gli stessi gusti in fatto di lettura, abbiamo deciso di regalarci lo stesso libro: Diario di una Schiappa. Una vacanza da panico.

L'Ometto è cresciuto, i suoi gusti in fatto di libri si sono evoluti e io ancora non sono riuscita a raccontarvelo...sarà uno dei miei buoni propositi per il 2019.

Saponette gel fai da te

Succede, capita, che si guardi distrattamente Facebook dal cellulare. Un po' per abitudine, un po' per passare il tempo, un po' perché non si ha la voglia di fare letture un po' più impegnate, un po' per curiosità.
E di certo un video attira molto di più l'attenzione di un testo scritto.
Così è successo che un paio di sere fa io sia stata ipnotizzata da un video tutorial nel quale venivano realizzate saponette gelatinose.
A me l'idea di fare il sapone a casa mi è sempre piaciuta molto. Non ho mai provato perchè ho sempre avuto molta paura di usare la soda, quindi ho sempre cercato scorciatoie. Vi ricordate delle mie saponette alla glicerina? Ecco diciamo che anche in quel caso ho un po' barato!
Quando invece ho visto il video tutorial qualche giorno fa ho pensato "Ma dai! Può essere mai così semplice? Ci devo provare".
Detto, fatto, domenica mi sono fatta aiutare dall'Ometto e ora vi spiego bene cosa abbiamo combinato.

Ingredienti:

una bust…