Passa ai contenuti principali

Pasqua 2019. Uova decorate.


Signore e signori, ladies and gentlemen, ecco a voi le nostre uova decorate che useremo come segnaposto per il pranzo di Pasqua.
Ora vi racconto del barbatrucco per decorare le uova con così tanto anticipo.
Quest'anno abbiamo deciso di non bollirle e questo per tre motivi: di solito qando faccio bollire le uova si spacca il guscio e quindi diventa impossibile decorarle come si deve; per decorare noi usiamo i pennareli e questo fa diventare le uova non commestibili; le uova sode tenute fuori dal frigo puzzano.
Quest'anno le uova le abbiamo svuotate!
Di come si svuotano le uova vi avevo già raccontato qui .
L'operazione è semplice e divertente, soprattutto se mentre stai soffiando nel buchino ti esplode il guscio dell'uovo tra le mani, un bambini di 10 anni sarà subito pronto a ridere a crepapelle...
Comunque alla fine per avere a disposizione 6 uova da decorare ne ho dovute svuotare 8 perchè una mi è esplosa mentre la svuotavo e una si è spaccata mentre la pulivo.
Se fosse dipeso solamente da me, quest'anno la tavola sarebbe stata piena di fiorellini colorati, ma ahimè qualcuno aveva altri progetti e io di fiorellino sono riuscita a farne solo uno!


Per vedere la tavola apparecchiata vi do appuntamento a domani su Instagram.
Intanto vi auguro tanti cari auguri di Buona Pasqua!

Commenti

  1. Complimenti per queste uova davvero carinissime . Bella l'idea di svuotarle. Buona Pasqua.
    sinforosa

    RispondiElimina
  2. Ma che belle queste uova cara Barbara e ... quanta pazienza!
    Ma ne valeva la pena!
    Tanti auguri anche a te per una Santa Pasqua ricca di pace e serenità.
    Un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
  3. Mi pareva strano non le avessi fatte!
    Bravi tutti e due.
    Il sistema dello svuotamento lo conosco pure io, anche se non l'ho mai praticato direttamente.
    Leggevo che il modo più efficace prevede l'uso di una siringa.
    Una volta devo proprio provare .

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Le frittelle di Carnevale - la ricetta

Le frittelle sono di gran lunga i dolci di carnevale preferiti dall'Ometto.
Alle frittelle pensavo quando ho deciso di aprire la raccolta "Ricette di Carnevale". In pratica anzichè scrivere la ricetta ho ben pensato di indire un Linky Party!
Avete ancora tempo 15 giorni per partecipare, vi aspetto con le vostre ricette!

Intanto oggi è arrivato il momento di darvi la mia ricetta, direttamente da casa di mamma, che ha recuperato la ricetta di nonna... in praticva una vera e propria ricetta di famiglia.

Ingredienti:

250 gr di riccotta150 gr di farina2 uova60 grammi di zuccherobuccia di limone o di arancia grattugiatamezza bustina di lievito (2 cucchiaini da caffè)  Procedimento

Mescolate la ricotta con lo zucchero poi aggiungete le uova, la farina, la buccia di limone e per finire il lievito.

Friggete le frittelle in olio caldo.
La dose per realizzare la frittella è di un cucchiaino da thè colmo.


Inlinkz Link Party

Saponette gel fai da te

Succede, capita, che si guardi distrattamente Facebook dal cellulare. Un po' per abitudine, un po' per passare il tempo, un po' perché non si ha la voglia di fare letture un po' più impegnate, un po' per curiosità.
E di certo un video attira molto di più l'attenzione di un testo scritto.
Così è successo che un paio di sere fa io sia stata ipnotizzata da un video tutorial nel quale venivano realizzate saponette gelatinose.
A me l'idea di fare il sapone a casa mi è sempre piaciuta molto. Non ho mai provato perchè ho sempre avuto molta paura di usare la soda, quindi ho sempre cercato scorciatoie. Vi ricordate delle mie saponette alla glicerina? Ecco diciamo che anche in quel caso ho un po' barato!
Quando invece ho visto il video tutorial qualche giorno fa ho pensato "Ma dai! Può essere mai così semplice? Ci devo provare".
Detto, fatto, domenica mi sono fatta aiutare dall'Ometto e ora vi spiego bene cosa abbiamo combinato.

Ingredienti:

una bust…