Passa ai contenuti principali

Marmellata di mele

Mi sono messa a fare marmellate ultimamente ed è una attività che mi piace un sacco. Piace molto anche allo Gnometto aiutarmi. Insieme abbiamo: pesato le mele e lo zucchero, ora che riesce a leggere i numeri è ancora più affascinato dalla bilancia digitale e si diverte un sacco a mettere e a togliere per poter vedere i numeri cambiare (tempo impiegato per pesare tutto quanto non quantificato!!!).

Ingredienti:
1 kg di mele
2 limoni
1/2kg di zucchero
pectina (abbiate pietà di me, io la metto perchè non ho tanto tempo a disposizione e non posso stare ore davanti ai fornelli altrimenti rischio di trovare tutti i muri colorati e la casa messa a soqquadro!)

I limoni vanno lavati bene con uno spazzolino e vanno agliati a fette sottili (lo Gnomo ha messo le fettine nella pentola, una sel'è mangiata, ma pazienza).
Le mele vanno sbucciate, tagliate a pezzi grossi e messe nella pentola, anche in questo caso sono stata aiutata e mezza mela è finita nella pancia dello Gnomo.
Ho poi aggiunto zucchero e pec. e ho messo sul fuoco.

Intanto che io controllavo e mescolavo, lo Gnomo ha deciso che mi doveva proprio aiutare e che la cosa più urgente da fare era lavare i piatti! Lo ringrazio molto per questo nobile gesto, che neanche il suo papà arriva a tanto, ma io ne avrei fatto volentieri a meno. Dopo pochi minuti avevo il pavimento allagato e un piatto in frantumi (perchè evidentemente gli dava impiccio e lo ha buttato via!), ma non ho neanche provato a farlo smettere tale era la sua concentrazione e il suo sforzo.  Alla fine sembrava uscito vestito dalla doccia, si è rotto anche un bicchiere, ma pazienza. Mentre lo asciugavo e lo cambiavo da capo a piedi era così soddisfatto di avermi aiutato che tutto è passato in secondo piano.

Commenti

  1. Se ti aiuta, lascialo fare... certo magari poi devo ricomprare il servizio da tavola, però che soddisfazione!
    Passa da me, ti ho lasciato una cosina.

    RispondiElimina
  2. Vuole aiutaqrmi, anche se fa più pasticci che altro! Ci mette tanto sforzo, però e questo mi basta!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Di arredamento, sogni e ispirazioni

Ultimamente, lo avrete notato, sto mettendo mano ad alcuni mobili di casa.
Mi sono data al craft estremo passando dalla semplice passata di cera ai mobili, a lavori di tappezzeria realizzati in tandem con mia mamma.
In pratica sto cercando di dare una nuova possibilità a sedie e mobili e complementi d’arredo che così come erano non mi piacevano più.
Però per fare questo lavoro io ho anche bisogno di ispirazione, molta ispirazione? Dove trovarla?

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Le frittelle di Carnevale - la ricetta

Le frittelle sono di gran lunga i dolci di carnevale preferiti dall'Ometto.
Alle frittelle pensavo quando ho deciso di aprire la raccolta "Ricette di Carnevale". In pratica anzichè scrivere la ricetta ho ben pensato di indire un Linky Party!
Avete ancora tempo 15 giorni per partecipare, vi aspetto con le vostre ricette!

Intanto oggi è arrivato il momento di darvi la mia ricetta, direttamente da casa di mamma, che ha recuperato la ricetta di nonna... in praticva una vera e propria ricetta di famiglia.

Ingredienti:

250 gr di riccotta150 gr di farina2 uova60 grammi di zuccherobuccia di limone o di arancia grattugiatamezza bustina di lievito (2 cucchiaini da caffè)  Procedimento

Mescolate la ricotta con lo zucchero poi aggiungete le uova, la farina, la buccia di limone e per finire il lievito.

Friggete le frittelle in olio caldo.
La dose per realizzare la frittella è di un cucchiaino da thè colmo.


Inlinkz Link Party