Passa ai contenuti principali

Fiore di carta



Ho scoperto un nuovo materiale, dai toni caldi e dal colore non omogeneo: una carta ruvida, un po' rigida e che si taglia facilmente.
Va beh ho scoperto l'acqua calda ...
Per la realizzazione di questo fiore ho usato un foglio di acchiappa colore ripescato dalla lavatrice dopo un lavaggio di colorati (e per fortuna mi sono ricordata di metterlo, altrimenti sai che pasticcio!)
Ho ritagliato dei dischetti, li ho piegati in due e li ho cuciti insieme. Ho poi aggiustato la forma del fiore con le mani.
Non so ancora cosa farne (stavo pensando a una spilla, ma è comunque di carta), quindi si accettano suggerimenti.
Oggi ho un altro bucato di colorati e sono usciti due foglietti blu ....

Con questo post partecipo al

Commenti

  1. Costruisci il giardino della casa di Barbie e riempilo di questi bei fiori ;-) per gli appuntamenti creAttivi :-)
    A parte questo, lo vedrei bene in un "cestino delle scoperte" per bimbi piccoli. Morbido, colorato...
    Oppure perfetto su un abito di Carnevale... ciao!

    RispondiElimina
  2. Che bella idea!!
    Non si finisce mai di *scoprire* materiali!

    Aggiungo che sarebbe perfetta anche su un cerchietto o come pinzetta (su forcina) per capelli!

    RispondiElimina
  3. Grazie per le idee ... la forcina per capelli verrebbe benissimo.

    Non mi sono dimenticata degli appuntamenti CreAttivi, sto ancora pensando a cosa fare e soprattutto a come farlo.

    RispondiElimina
  4. Arrivo dal Linky Party di Topogina.. sei straordinaria, non ci avrei mai pensato a fare dei fiori con l'acchiapacolore!

    Hai poi deciso cosa farne?

    RispondiElimina
  5. bella questa carta, sembra quasi stoffa.

    RispondiElimina
  6. Ma che bel riciclo,il foglietto acchiappacolore!!La prossima volta che lo uso se viene di un colore decente non lo butto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me l'dea di tenerlo è venuta proprio vedendo il colore

      Elimina
  7. Bella idea, complimenti!!!!
    Non mi sarebbe mai venuto in mente
    baci
    Moni
    (party linky)

    RispondiElimina
  8. Ringrazio tutte per i commenti!

    RispondiElimina
  9. è una vita che ogni volta che li tolgo dal bucato mi chiedo cosa farne!

    RispondiElimina
  10. Ma dai, è incredibile! A volte le idee nascono proprio nella maniera più casuale. Ha davvero un bell'aspetto questa carta, un'aspetto che io non ho mai visto, perchè il bucato lo divido sempre per colore... Bello il fiore che hai realizzato, ho letto che hai già trovato come impiegarlo: sarà una spilla sicuramente originale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beata te che hai la pazienza di dividere! Per me esiste solo il bianco e poi tutto il resto :-p
      Questa carta quando la metti in lavatrice è rigida, ma una volta lavata si ammorbidisce. Non voglio neanche sapere cosa ci mettono dentro!

      Elimina
  11. Che dirti! Il fiore è bellissimo! Un'idea davvero strepitosa....dovrò imparare ad usare l'acchiacolore, così oltre ad evitare guai colorati (e quanti!) posso provare a farli anch'io! :)

    RispondiElimina
  12. io ormai divido il bucato a seconda di come voglio che vengano i foglietti acchiappacolore...li utilizzo anche più volte cercando di migliorare le tonalità.....

    RispondiElimina
  13. BUONE VACANZE!!!Grazie per le tue visite sul mio blog e per i tuoi bellissimi commenti...
    Complimenti per le tue meravigliose creazioni.
    Io continuerò a postare, rallentando un pochino...e tu?...Spero proprio di si!
    Grazie di cuore
    Maestra Valentina

    RispondiElimina
  14. Buone vacanze anche a te! Io mi fermerò completamente nel mese di agosto, per luglio ancora qualche post in agenda ce l'ho! (magari riuscirò a programmare qualche post per agosto, ma per il momento è fantascienza!!!)

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Regala Un Libro per Natale. La mia partecipazione

Sono stata indecisa fino alla fine, fino all'ultimo giorno utile per partecipare, poi alla fine ho ceduto all'ultima mail di Fedrica e anche per questo anno ho partecipato allo swap di Natale più fiko che c'è: "Regala un Libro per Natale"!
Un abbinamento perfetto e una intesa assoluta, quella con Grazia e suo figlio Pietro.
Così, appurato che i nostri due ragazzi hanno gli stessi gusti in fatto di lettura, abbiamo deciso di regalarci lo stesso libro: Diario di una Schiappa. Una vacanza da panico.

L'Ometto è cresciuto, i suoi gusti in fatto di libri si sono evoluti e io ancora non sono riuscita a raccontarvelo...sarà uno dei miei buoni propositi per il 2019.

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Saponette gel fai da te

Succede, capita, che si guardi distrattamente Facebook dal cellulare. Un po' per abitudine, un po' per passare il tempo, un po' perché non si ha la voglia di fare letture un po' più impegnate, un po' per curiosità.
E di certo un video attira molto di più l'attenzione di un testo scritto.
Così è successo che un paio di sere fa io sia stata ipnotizzata da un video tutorial nel quale venivano realizzate saponette gelatinose.
A me l'idea di fare il sapone a casa mi è sempre piaciuta molto. Non ho mai provato perchè ho sempre avuto molta paura di usare la soda, quindi ho sempre cercato scorciatoie. Vi ricordate delle mie saponette alla glicerina? Ecco diciamo che anche in quel caso ho un po' barato!
Quando invece ho visto il video tutorial qualche giorno fa ho pensato "Ma dai! Può essere mai così semplice? Ci devo provare".
Detto, fatto, domenica mi sono fatta aiutare dall'Ometto e ora vi spiego bene cosa abbiamo combinato.

Ingredienti:

una bust…