Passa ai contenuti principali

Ricordi dell'estate: acchiappasogni con le conchiglie


Qualche giorno fa Daniela del blog decoriciclo si chiedeva come fare a bucare le conchiglie. In molti, per fortuna, le sono venuti in aiuto. il consiglio ricorrente era quello di usare un chiodino.

Ho voluto provare anche io a bucare un po' di vongole che mio foglio si era fatto lavare e conservare. Si avete letto bene: vongole. Se non si ha la possibilità, o la voglia, di perlustrare in lungo e in largo la spiaggia per cercare le conchiglie, basta non buttare le conchiglie delle vongole: basta lavarle bene e poi lasciarle asciugare.
E così abbiamo fatto noi. 


Queste conchiglie sono particolarmente spesse e per bucarle non mi è bastato un chiodino: ho usato un punteruolo dalla punta sottile e un martello. Un solo colpo ed è venuto un foro perfetto. Ho rotto solamente una conchiglia, ma solo perché cercavo di ingrandire il buco già fatto.

Alcune conchiglie sono state colorate dallo Gnomo  con gli acquerelli. Io le ho mischiate a quelle lasciate al naturale.



Materiali occorrenti per l'acchiappasogni:

  • conchiglie - gusci di vongole
  • spago da cucina
  • punteruolo
  • martello
  • fil di ferro
  • bottiglia di plastica
Una volta bucate le conchiglie, ho tagliato tre pezzi abbastanza lunghi di spago e ho cominciato a infilarle. ho messo cerca 5 - 6 conchiglie per ogni pezzo di spago. Sotto ogni conchiglia ho fatto un nodino (per poterla fare rimanere sospesa).

Ho fatto, con l'aiuto di una bottiglia, un cerchio e l'ho decorato con lo spago che ho fatto passare sia intorno al cerchio che da una parte all'altra, per imitare una ragnatela (anche se questa cosa qui non è che mi sia venuta benissimo).


Ho poi fissato le tre collane di conchiglie con un nodo facendo passare il filo dentro il cerchio di fil di ferro.

Ho infine aggiustato la lunghezza dei fili tagliandoli poco al di sotto del nodo dell'ultima conchiglia.

Con questo post partecipo al Linky Party by Topogina

Linky Party 2013

Commenti

  1. Che bello il tuo acchiappasogni! Ti ringrazio per la citazione; ho seguito i preziosi consigli che mi sono stati dati e ho provato sia con il chiodino, che va bene per quelle più sottili, che con il trapano con la punta sottile per quelle più grosse e spesse.
    A presto! =)
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se tu non avessi chiesto, io non mi sarei messa a bucare cocce di vongole e non sarebbe nato l'acchiappasogni ;)

      Elimina
  2. Che bella idea, mi piace molto. Besitos guapa.

    RispondiElimina
  3. Lo trovo bellissimo! Lo pinno subito sulla mia bacheca dei lavori estivi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Grazie anche per l'ospitalità sulla tua bacheca!

      Elimina
  4. Che bello!
    Ho un po' di conchiglie che mi avanzano ....
    Ma è bellissima l'idea di usare le vongole se si è a corto di conchiglie
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
  5. Ciao Norma. Se ci pensi bene le vongole sono conchiglie non levigate dal mare. Certo è poco poetico ma il risultato non si discosta molto!

    RispondiElimina
  6. Per trattenere i ricordi del mare di questa estate appena finita...carinissimo!

    RispondiElimina
  7. per bucare le conchiglie senza fare danni, basta prendere un pezzetto di carta vetrata sottile, passarla sulla parte superiore della conchiglia e il gioco è fatto. non si rompe niente. Provate e vedrete. è molto semplice e veloce

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioni&Co 40 - Emozioni: uova decorate

Lo so Pasqua è passata e oggi non è neanche il primo giorno del mese. Non me lo dite, lo so da me che sono in un ritardo cosmico! Che io ci ho provato  pianificare per benino anche questo blog, ma proprio non ci riesco. Ora voi mi chiederete: cosa ha a che fare il tema di questo mese di Ispirazioni&Co, emozioni, con la Pasqua? La risposta più ovvia è che il giorno del lancio del nuovo tema quest'anno è coinciso con il giorno di Pasqua. Ma questo non è un posto da risposte banali, giusto?

Bouquet di fiori di carta

Qualche giorno fa, dopo aver realizzato questo bouquet di fiori ho pensato che la cosa divertente del fare la blogger è poter creare cose inutili con i materiali più improbabili. Non datemi torto! Io negli anni ho fatto di tutto usando qualsiasi materiale e molte tecniche. Non avevo mai usato, però, tovaglioli di carta per realizzare dei fiori. L'idea mi è venuta, come al solito, navigando su Pinterest in cerca di ispirazione per un altro lavoro (che vedrete fra qualche giorno, ma che per il momento è top secret!). Come spesso succede non cercavo tutorial per realizzare fiori con i tovaglioli. io volevo realizzare fiori di ciliegio con la tecnica dell'origami. Idea fikissima se non fosse che dopo 2 giorni di prove ho dovuto arrendermi per manifesta incapacità. Ho dovuto fare varie prove trovare la giusta dimensione dei miei fiori, ma alla foine sono molto soddisfatta del risultato e ora vi spiego come ho fatto. Ogni fiore è realizzato con un tovagliolo di carta multivelo.  Per

Esperimenti creativi: la diamond painting

Ciao! Avete passato bene le vacanze estive? Prima di raccontarvi come ho trascorso le mie vi volevo mostrare questa tela realizzata con la tecnica della diamond painting e terminata poco prima dell'arrivo delle vacanze. Faccio un passo indietro e vi racconto del perché abbia fatto la follia di cominciare (e poi di concludere) un lavoro del genere.