Passa ai contenuti principali

Bomba di semi fai da te + vaso decorato

Allo Gnomo piace veder nascere le piante. Già l’anno scorso avevamo piantato semi di petunia e (miracolosamente) erano cresciute piantine che poi avevano fatto fiori che poi erano ridiventati semi.

E quest’anno ci riproviamo con un ‘idea un po’ diversa: una bomba di semi.

L’idea me l’ha data la mia BlogPal Norma e se andate a leggere il suo post troverete tutte spiegazioni sulle seed-bombs e sulla sua esperienza negli USA.

In città di solito non abbiamo a disposizione grandi spazi e la realizzazione della mia bomba di semi non è paragonabile a una seeb-bomb autentica, però rimane comunque un’idea regalo carina e istruttiva.

Vediamo allora i materiali occorrenti per la nostra seed-bomb casereccia

Ovatta
Lenticchie
Pezza di lino


Realizzazione: poggiamo un po’ di semi di lenticchie dentro all'ovatta facciamo, una pallina



Chiudiamo, poi, la pallina di ovatta dentro a una pezza di lino.


I semi di lenticchia germogliano nell'ovatta umida in 5 - 6 giorni. Quando vorremo usare la nostra bomba di semi non dovremo far altro che inumidire l’ovatta e aspettare.

Una volta che le le piantine saranno germogliate potremo mettere ovatta e germogli in un vaso di terra magari decorato da noi con pois colorati.




Ho scelto di usare i semi di lenticchia perché è una pianta del nostro territorio, perché in primavera ha una bella fioritura e perché avevo una busta di lenticchie aperta in dispensa.

La bomba di semi sarà uno dei regali del calendario dell’avvento di mio figlio.

Commenti

  1. cavoli interessante!!
    provo senz'altro!

    RispondiElimina
  2. Ma sei un genio!!!!! Ma dove le tiri fuori tutte 'ste idee? Più che altro dove trovi il tempo per fare tutto quello che fai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quale genio! Dopo anni di blog e un bimbo curioso da intrattenere poi le idee vengono fuori! E comunque l'idea iniziale non è la mia ma della mia Blogpal Norma. E comunque io penso in macchina quando torno da lavorare, che tanto c'è traffico, si va piano e la strada è lunga ;)

      Elimina
  3. É un genio pure lei naturalmente, non la volevo dimenticare! Viva il traffico allora. No, direi di no. Io la macchina non la uso mai, mi muovo a piedi: tre minuti di coda mi fanno uscire di testa. Io penso di notte, come avrai intuito!

    RispondiElimina
  4. Grazie ragazze, sono contenta che vi sia piaciuta la mia idea ma senza Barbara non si sarebbe mai tradotto nella nostra realtà dove gli spazi sono decisamente più ridotti. Mi piace moltissimo l'idea di regalarli nel calendario dell'Avvento, regalare semi è regalare vita, è bello che i bambini inizino a imparare che la Natura va curata e dopo darà tante soddisfazioni. Per me è invidia pura perché non ho proprio il pollice verde, riesco a far morire persino le piante grasse ed ho fatto perdere le foglie ad una pianta di plastica.
    Grazie Barbara per questa bellissima esperienza che mi ha permesso di conoscerti.
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Di arredamento, sogni e ispirazioni

Ultimamente, lo avrete notato, sto mettendo mano ad alcuni mobili di casa. Mi sono data al craft estremo passando dalla semplice passata di cera ai mobili, a lavori di tappezzeria realizzati in tandem con mia mamma. In pratica sto cercando di dare una nuova possibilità a sedie e mobili e complementi d’arredo che così come erano non mi piacevano più. Però per fare questo lavoro io ho anche bisogno di ispirazione, molta ispirazione? Dove trovarla?

Calendario dell'Avvento nei barattoli delle conserve

Anche se sono arrivata tardi a scrivere questo post e, ormai, di barattoli ne sono rimasti pochi, vio volgio raccontare del Calendario dell'avvento di quest'anno. L'idea di partenza è stata quella di riciclare i barattoli di vetro delle conserve. Per fortuna l'idea mi è venuta per tempo e sono riuscita a mettere da parte i barattoli. Far diventare un barattolo da conserva una casella del Calendario dell'Avvento non è afffatto difficile, ora vi spiego come ho fatto.

Una dolce rosa...di mele

Mi è stato lanciato un guanto di sfida e io non potevo non raccoglierlo! "Guarda che belle le torte a torma di rosa. Tu le sai fare?" Ecco, giusto il tempo di un rapido giro al supermercato e mi sono messa all'opera per questo dolce semplice, veloce e da mangiare tiepido, ideale da gustare con una buona tazza di thè fumante. Unica variante rispetto alla sfida è che, anzichè fare una torta grande, ho preferito fare sei tortine ognuna delle quali risulta essere un bocciolo. Ora vi dico come ho fatto.