Passa ai contenuti principali

Se il Natale venisse cancellato dal calendario, "cosa" rimpiangerei veramente?


Se il Natale fosse cancellato dal calendario a me dispiacerebbe un sacco!

A me il Natale piace.

Mi piace preparare le decorazioni per l'albero.
Mi piace vestire a festa la mia casa.
Mi piace confezionare i pacchi dei regali.
Mi piace andare in giro e vedere le vetrine dei negozi piene di luci e di colori.
Mi piace apparecchiare la tavola per la festa.
Mi piace aspettare l'arrivo di Babbo Natale.

Io penso che il Natale sia una festa consumistica solo per chi focalizza l'attenzione nell'oggetto da comprare.

Per me il Natale è l'attesa dei giorni che precedono il 25 dicembre che si concretizza nello scambio reciproco di doni.

Ecco, se il Natale non ci fosse più io rimpiangerei proprio questo: la preparazione e l'attesa.

Andiamo a leggere cosa rimpiangerebbero del Natale gli altri partecipanti alla staffetta

1. Mamma & Donna - www.mammaedonna.info
2. Sara NuvolositàVariabile -http://www.nuvolositavariabile.com/
3. Manidimammacarla - http://manidimammacarla.blogspot.it/
13. Carlotta e Tessy - http://www.meetyourmood.com/
18. ilde garritano - www.mammadiludovica.com
19.ilde garritano - www.mammefashon.wordpress.com
22 Mammamari - http://mammamari.it/
23 Beat - Mamma...e ora che faccio? - www.mammaorachefaccio.com

Con questo post partecipo alla staffetta Di Blog in Blog
Un post alle ore 9.00 ogni 15 del mese in contemporanea con altri blog. Prossimo appuntamento 15 gennaio


Commenti

  1. L'attesa e la preparazione sono gli aspetti che preferisco del Natale soprattutto da quando ci sono con noi le orsette!!!

    RispondiElimina
  2. Non avevo dubbi che la pensassi così.
    Anch'io adoro l'attesa
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
  3. Bel post!
    Buona domenica! =)
    Daniela

    RispondiElimina
  4. Proprio così : il Natale è la dolcezza dell'attesa

    RispondiElimina
  5. Direi che tutte siamo d'accordo sull'emozione che da l'attesa :-)

    RispondiElimina
  6. Sono pienamente d' accordo: e' bella l' attesa e l' atmosfera e le luci scintillanti e la capacità di entusiasmarsi davanti a luci, chincaglierie e colori...il Natale e' magia...miro'

    RispondiElimina
  7. Scusa arrivo adesso....ma di quelle bellissime scatoline della foto ne vogliamo parlare??? Mi sa che sono fuori tema tra i tuoi commenti :D.....ma si sa ormai , sonoterribile!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parliamone! Le ho fatte con il cartone delle uova! Appena lo trovo ti mando il link. È un lavoro dell'anno scorso!

      Elimina
  8. la preparazione e l'attesa, bellissimo. Come dire che la felicità e nel percorso che porta alla meta e non nella meta stessa... bello! Mi piace! Anch'io!

    RispondiElimina
  9. Ancora non ho cominciato il mio giro, ma sono contenta che la pensiate come me ... si vede che anche con le amiche virtuali c'è una bella intesa!

    RispondiElimina
  10. Preparazione, attesa... Quest'anno voglio proprio gustarmele, con infinita lentezza ; )

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Regala Un Libro per Natale. La mia partecipazione

Sono stata indecisa fino alla fine, fino all'ultimo giorno utile per partecipare, poi alla fine ho ceduto all'ultima mail di Fedrica e anche per questo anno ho partecipato allo swap di Natale più fiko che c'è: "Regala un Libro per Natale"!
Un abbinamento perfetto e una intesa assoluta, quella con Grazia e suo figlio Pietro.
Così, appurato che i nostri due ragazzi hanno gli stessi gusti in fatto di lettura, abbiamo deciso di regalarci lo stesso libro: Diario di una Schiappa. Una vacanza da panico.

L'Ometto è cresciuto, i suoi gusti in fatto di libri si sono evoluti e io ancora non sono riuscita a raccontarvelo...sarà uno dei miei buoni propositi per il 2019.

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Saponette gel fai da te

Succede, capita, che si guardi distrattamente Facebook dal cellulare. Un po' per abitudine, un po' per passare il tempo, un po' perché non si ha la voglia di fare letture un po' più impegnate, un po' per curiosità.
E di certo un video attira molto di più l'attenzione di un testo scritto.
Così è successo che un paio di sere fa io sia stata ipnotizzata da un video tutorial nel quale venivano realizzate saponette gelatinose.
A me l'idea di fare il sapone a casa mi è sempre piaciuta molto. Non ho mai provato perchè ho sempre avuto molta paura di usare la soda, quindi ho sempre cercato scorciatoie. Vi ricordate delle mie saponette alla glicerina? Ecco diciamo che anche in quel caso ho un po' barato!
Quando invece ho visto il video tutorial qualche giorno fa ho pensato "Ma dai! Può essere mai così semplice? Ci devo provare".
Detto, fatto, domenica mi sono fatta aiutare dall'Ometto e ora vi spiego bene cosa abbiamo combinato.

Ingredienti:

una bust…