Passa ai contenuti principali

Il fiore che mi rappresenta è...


Tema floreale per questo giugno assolato . Un tema proprio giusto per me che ho il pollice nero e le piante mi muoiono tutte (figuriamoci i fiori).

E allora ho deciso che il fiore che mi rappresenta è un fiore nato da una pezza da spolvero con una trama una consistenza troppo bella per rimanere tale. Un fiore che in breve tempo è diventato una spilla, ma che in un tempo ancor minore poteva finire nella pattumiera!

Allora ho lavato la pezza, ho preso le forbici, ne ho tagliato una striscia e ho provato a tingerla con il thè. Forse il mio processo di tintura non è stato dei più ortodossi, ma il risultato è soddisfacente.

Ho riempito una tazza con l'acqua calda del rubinetto ho messo una bustina di thè e la striscia di stoffa in infusione per 30 minuti. Trascorsi i 30 minuti ho tolto la striscia l'ho strizzata a l'ho lasciata asciugare.


Contrariamente a quanto pensassi con il sole la stoffa si è leggermente scurita e ha raggiunto la tonalità da me immaginata.

Dal far diventare la striscia di stoffa un fiore il passo è stato breve: qualche arrotolamento, qualche punto di cucitura e il fiore è fatto.


I fiori che preferisco sono quelli che nascono per caso da mani operose che difficilmente riescono a stare ferme, ma che hanno bisogno di avere sempre in mano qualche lavoro da cominciare o da finire.

La staffetta continua! Passo il testimone ad Accidentaccio Arrivano i Bambini

Con questo post partecipo alla staffetta Di Blog in Blog
Un post alle ore 9.00 ogni 15 del mese in contemporanea con altri blog. Prossimo appuntamento 15 mag

Commenti

  1. Ma che bello il tuo fiore!
    Un fiore sempre vivo, un pezzo di stoffa a cui hai dato nuova vita.
    E poi la colorazione è venuta benissimo.
    Complimenti
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
  2. Originale ed interessante la tua interpretazione del tema. Voglio provare anche io a tingere così la stoffa.

    RispondiElimina
  3. Davvero geniale!
    Questo fiore poi va benissimo anche per quelli che non hanno il pollice verde ;)
    Brava

    RispondiElimina
  4. Ma che bella idea "riciclosa"!
    Come realizzare un bellissimo fiore da un pezzo di stoffa che altrimenti avrebbe fatto una "brutta fine"!
    Come spilla è perfetta!
    Un abbraccio Maria (anche io pollice nero, purtroppo!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non hai idea di quante pezze ho da riciclare!!!

      Elimina
  5. Questa idea mi piace moltissimo, come riciclare un pezzo di stoffa altrimenti finito nella spazzatura....te la rubo l'idea assolutamente....

    RispondiElimina
  6. Bellissimo il tuo fiore. =)
    Dani

    RispondiElimina
  7. Un fiore che ti rappresenta davvero!
    Bellissimo nella sua semplicità!

    RispondiElimina
  8. Ciao! Bel post! Io dopo mesi sono finalmente ritornata a scrivere nel mio blog... Passa da me, se ti va!

    RispondiElimina
  9. Idea davvero originale e fiore oltremodo rappresentativo!! Bravissima! Scappo su "Accidentaccio arrivano i bambini"....a leggere il seguito! ;)

    RispondiElimina
  10. divertente.. il pollice nero è comune a molte! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi ho comprato una piantina grassa...voglio vedere quanto mi dura!!! ;)

      Elimina
  11. Eccolo qui l'esperimento di tintura! Beh, mi piace molto. Bello il colore e bella la trama della stoffa.

    RispondiElimina
  12. Bello il fiore e quel colore rende davvero molto. La tua interpretazione è molto originale e concordo con chi ha commentato sopra, il pezzo di stoffa ha preso nuova vita trasformandosi in un fiore... Se non è autentica bellezza questa...

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Di arredamento, sogni e ispirazioni

Ultimamente, lo avrete notato, sto mettendo mano ad alcuni mobili di casa. Mi sono data al craft estremo passando dalla semplice passata di cera ai mobili, a lavori di tappezzeria realizzati in tandem con mia mamma. In pratica sto cercando di dare una nuova possibilità a sedie e mobili e complementi d’arredo che così come erano non mi piacevano più. Però per fare questo lavoro io ho anche bisogno di ispirazione, molta ispirazione? Dove trovarla?

Calendario dell'Avvento nei barattoli delle conserve

Anche se sono arrivata tardi a scrivere questo post e, ormai, di barattoli ne sono rimasti pochi, vio volgio raccontare del Calendario dell'avvento di quest'anno. L'idea di partenza è stata quella di riciclare i barattoli di vetro delle conserve. Per fortuna l'idea mi è venuta per tempo e sono riuscita a mettere da parte i barattoli. Far diventare un barattolo da conserva una casella del Calendario dell'Avvento non è afffatto difficile, ora vi spiego come ho fatto.

Una dolce rosa...di mele

Mi è stato lanciato un guanto di sfida e io non potevo non raccoglierlo! "Guarda che belle le torte a torma di rosa. Tu le sai fare?" Ecco, giusto il tempo di un rapido giro al supermercato e mi sono messa all'opera per questo dolce semplice, veloce e da mangiare tiepido, ideale da gustare con una buona tazza di thè fumante. Unica variante rispetto alla sfida è che, anzichè fare una torta grande, ho preferito fare sei tortine ognuna delle quali risulta essere un bocciolo. Ora vi dico come ho fatto.