Passa ai contenuti principali

di Parigi di cuori e di poesia


Le poesie d'amore di Prevert mi mi piacciono moltissimo e Paris at Night è una delle mie preferite.

L'ho letta e riletta, scritta e imparata a memoria e di certo non poteva mancare nella raccolta di Ispirazioni su Parigi.

Come fare, però, a far diventare una poesia d'amore una ispirazione? 
Scrivendola, a mano su un cuore di das. Non commentate per favore la brutta grafia e il fatto che sia rimasta fuori l'ultima frase della poesia... è il pensiero quello che conta!!! E visto che il mese di gennaio sta per finire e che S. Valentino si avvicina può anche essere un'idea per un regalo... tutto può essere quando ci sono di mezzo i pensieri e le ispirazioni!!!

Se non conoscete questa poesia e non riuscite a leggere la mia grafia, nessun problema! Ecco qui il testo!

Trois allumettes une à une allumées dans la nuit
La première pour voir ton visage tout entier
La seconde pour voir tes yeux
La dernière pour voir ta bouche
Et l'obscuritè tout entière pour me rappeler tout cela
En te serrant dans mes bras.


Tre fiammiferi uno dopo l'altro accesi nella notte
Il primo per vedere intero il volto tuo
il secondo per vedere gli occhi tuoi
l'ultimo per vedere la tua bocca
e l'oscurità completa per ricordarmi queste immagini
Mentre ti stringo a me tra le mie braccia.

Jacques Prévert





Se vi siete fatti ispirare anche voi da Parigi, avete scritto un post (anche se vecchio non importa) e volete contribuire alla nostra raccolta di Ispirazioni potete farlo seguendo queste semplici regole!



Commenti

  1. Bella ideaaaaaaaaaaaaaaa!!!! Non male!!!
    Io ho una grafia da gatto, non me lo potrei permettere un lavoro così!

    RispondiElimina
  2. Grazie Federica...io sto al limite della decenza!!!

    RispondiElimina
  3. Ma che ragazze creative che albergano a Ispirazioni e Co! Complimenti...e siccome un idea tira l'altra...

    RispondiElimina
  4. Ma che bella questa poesia Barbara.
    Non la conoscevo!
    Bella l'idea di scriverla su un cuore.
    Quanto alla grafia... la mia è peggio!
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  5. Lavorare con le proprie mani un cuore e poi scriverci sopra una poesia meravigliosa come questa...con la nostra grafia (che bella o brutta che sia è NOSTRA e quindi sa di noi) ...cosa offrire di meglio a chi amiamo? Una bella emozione.
    Un bacio <3 <3 <3

    RispondiElimina
  6. Ciao Barbara, non essere cosi autocritica, la tua grafia non e' poi cosi male e si, anche senza il finale di poesia, e' il pensiero che conta... magari l'ultima la si puo' scrivere nel bigliettino con il quale si presenta il cuoricino?

    Ci leggiamo su The Creative Factory su FB e grazie ancora per aver dato la tua disponibilita' per San Valentino. alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alex! Grazie a te che stai organizzando tutto quanto! Io sono sempre felicissima di partecipare alle tue iniziative!!!

      Elimina
  7. Ciao Barbara, ho appena inserito un mio post con piacere.
    Grazie per la bella opportunità. se ti va di partecipare, c'è un linky anche da me.
    Un abbraccio a presto
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara, grazie per ave partecipato! Vado subito a vedere il tuo linky party!

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Di arredamento, sogni e ispirazioni

Ultimamente, lo avrete notato, sto mettendo mano ad alcuni mobili di casa. Mi sono data al craft estremo passando dalla semplice passata di cera ai mobili, a lavori di tappezzeria realizzati in tandem con mia mamma. In pratica sto cercando di dare una nuova possibilità a sedie e mobili e complementi d’arredo che così come erano non mi piacevano più. Però per fare questo lavoro io ho anche bisogno di ispirazione, molta ispirazione? Dove trovarla?

Calendario dell'Avvento nei barattoli delle conserve

Anche se sono arrivata tardi a scrivere questo post e, ormai, di barattoli ne sono rimasti pochi, vio volgio raccontare del Calendario dell'avvento di quest'anno. L'idea di partenza è stata quella di riciclare i barattoli di vetro delle conserve. Per fortuna l'idea mi è venuta per tempo e sono riuscita a mettere da parte i barattoli. Far diventare un barattolo da conserva una casella del Calendario dell'Avvento non è afffatto difficile, ora vi spiego come ho fatto.

Una dolce rosa...di mele

Mi è stato lanciato un guanto di sfida e io non potevo non raccoglierlo! "Guarda che belle le torte a torma di rosa. Tu le sai fare?" Ecco, giusto il tempo di un rapido giro al supermercato e mi sono messa all'opera per questo dolce semplice, veloce e da mangiare tiepido, ideale da gustare con una buona tazza di thè fumante. Unica variante rispetto alla sfida è che, anzichè fare una torta grande, ho preferito fare sei tortine ognuna delle quali risulta essere un bocciolo. Ora vi dico come ho fatto.