Passa ai contenuti principali

Un bouquet di fiori di carta crespa


Una mia amica mi ha fatto notare che il colore dei fiori non è il massimo: giallo e viola ... insomma idea bella ma colori assolutamente non adatti a S. Valentino!

Ma io non vado così tanto per il sottile! A me questi due colori accostati piacciono, mi mettono allegria!!!
E poi me non piacciono i fiori recisi (quelli veri, intendo) e quindi apprezzo di più un finto bouquet di carta crespa anche se con i fiori di colori azzardati.

Devo dire tutta la verità? 



Avevo solo questi due colori a disposizione e la voglia di provare a creare dei fiori è stata troppo grande e l'occasione troppo ghiotta per lasciarmela sfuggire!!!

Ecco mi sono tolta il dente!!! Ora sto meglio e posso farvi vedere come ho fatto a realizzare questo bouquet!

Prima di tutto la carta crespa! A casa mia non si butta mai niente e quella che ho usato io ha questa strana forma perché è lo scarto di un altro progetto (del quale vi parlerò il seguito...non siate troppo curiosi).



Io non ho fatto altro che arrotolare e modellare la striscia di carta crespa a formare una spirale aiutandomi con le punte più lunghe della carta per aprire il fiore e formare il petalo.

Come stelo ho usato uno stecchino lungo e ho fermato tutto con del nastro adesivo trasparente.

Tutto il bouquet è tenuto insieme, come se fossero fiori veri, da carta crespa verde.

Che ve ne pare? Vi piace?


Con questo post partecipo a



Commenti

  1. A me piace proprio per l'accostamento.
    Io poi adoro il giallo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace... e infatti ho usato lo stesso accostamento anche per altre cose che per il momento sono segretissime!!!

      Elimina
    2. Ribadisco quanto già detto in passato.
      Accostamento bellissimo!

      Elimina
  2. Un bel bouquet!! Mi piacciono molto di più di quelli recisi!!

    un bacione
    Sara
    This is Sara

    RispondiElimina
  3. Sono bellissimi! E poi giallo e viola sono colori completari, e dunque affascinano l'occhio. Inoltre, per fortuna, a San Valentino manca ancora un po'! Quanto ai fiori recisi, sono d'accordo..è straziante vederli morire un po' alla volta, il contrario dell'allegria che invece mettono questi tuoi sgargianti fiori!

    RispondiElimina
  4. Una mia amica che ha fatto il liceo artistico mi ha detto che il viola e il giallo sono colori complementari perchè nella composizione del viola il giallo non è presente. QUndi l'accostamento è azzeccatissimo. Per San Valentito il rosso è il colore più usuale, ma credo che è l'ogetto che fa la romanticheria non solo il colore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto adesso il commento precedente... beh, ho confermato il commento di Cecilia.
      Errata corrige : Ogetto= oggetto ^-^

      Elimina
  5. Cecilia, Nunzia questa cosa dei colori non la sapevo!!! Grazie!!!!

    RispondiElimina
  6. A me l'accostamento piace!
    Azzardato, ma di grandissimo effetto!
    Complimenti anche per la maestria con cui hai realizzato il tutto!
    Daniela - Mani di Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è stato più facile e divertente del previsto!!!

      Elimina
  7. Belli, anche l'accostamento a sorpresa sta bene!!!

    RispondiElimina
  8. Ricordano le viole del pensiero , appunto quelle viola e gialle...
    Quindi bellissimo accostamento ^_^
    Ciao.Maris

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Di arredamento, sogni e ispirazioni

Ultimamente, lo avrete notato, sto mettendo mano ad alcuni mobili di casa.
Mi sono data al craft estremo passando dalla semplice passata di cera ai mobili, a lavori di tappezzeria realizzati in tandem con mia mamma.
In pratica sto cercando di dare una nuova possibilità a sedie e mobili e complementi d’arredo che così come erano non mi piacevano più.
Però per fare questo lavoro io ho anche bisogno di ispirazione, molta ispirazione? Dove trovarla?

Le frittelle di Carnevale - la ricetta

Le frittelle sono di gran lunga i dolci di carnevale preferiti dall'Ometto.
Alle frittelle pensavo quando ho deciso di aprire la raccolta "Ricette di Carnevale". In pratica anzichè scrivere la ricetta ho ben pensato di indire un Linky Party!
Avete ancora tempo 15 giorni per partecipare, vi aspetto con le vostre ricette!

Intanto oggi è arrivato il momento di darvi la mia ricetta, direttamente da casa di mamma, che ha recuperato la ricetta di nonna... in praticva una vera e propria ricetta di famiglia.

Ingredienti:

250 gr di riccotta150 gr di farina2 uova60 grammi di zuccherobuccia di limone o di arancia grattugiatamezza bustina di lievito (2 cucchiaini da caffè)  Procedimento

Mescolate la ricotta con lo zucchero poi aggiungete le uova, la farina, la buccia di limone e per finire il lievito.

Friggete le frittelle in olio caldo.
La dose per realizzare la frittella è di un cucchiaino da thè colmo.


Inlinkz Link Party

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.