Passa ai contenuti principali

Albero di Pasqua


E' cominciato il countdown. Pasqua si sta avvicinando. L'anno scorso, di questi tempi ero sommersa di scatoloni e davvero non c'era posto per l'albero di Pasqua. Quest'anno invece è strato quasi obbligatorio pesare di realizzarlo.

Prima di tutto siamo andati in campagna a dare la caccia al "ramo perfetto" perché io le cose le voglio fare bene e non mi accontento di un ramo di pesco di plastica, voglio un ramo vero, magari non di pesco, ma pur sempre di legno!!!

Lo abbiamo trovato di ulivo. Grande e ben ramificato, proprio come serviva a noi. Beh all'aria aperta sembrava grande il giusto...una volta portato dentro casa mi sono accorta che era enorme!!! Per fortuna i rami non sporgono dal comò e ancora nessuno lo ha tirato giù né entrando né uscendo da casa (almeno per ora).

Trovato il ramo, bisognava decidere se lasciarlo al naturale o colorarlo... il mio aiutante Gnomo ha deciso di colorarlo di celeste e non c'è stato verso di fargli cambiare idea!!!


Terzo step le decorazioni: uova di polistirolo e gallinelle in feltro. Quest'anno le decorazioni sono state comprate, l'anno prossimo ci organizzeremo per tempo per farle noi!!!


Io intanto aspetto i vostri consigli e suggerimenti!





Commenti

  1. Questo albero dove crescono uova è una bellissima idea!!!
    Spero che la gallinella appollaiata lassù in cima ne faccia anche di cioccolato ;-)
    Bacioni ♡♡♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quelli di cioccolato di certo non mancheranno

      Elimina
  2. Questo albero dove crescono uova è una bellissima idea!!!
    Spero che la gallinella appollaiata lassù in cima ne faccia anche di cioccolato ;-)
    Bacioni ♡♡♡

    RispondiElimina
  3. Che bello, vorrei farlo anch'io! Possibile che non trovo neanche il tempo per cercare un ramo, uffa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio è stato proprio un incontro fortunato capitato poco dopo la potatura. ;)

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  4. Il blu lo rende molto alternativo! Bravo Gnomo!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Le frittelle di Carnevale - la ricetta

Le frittelle sono di gran lunga i dolci di carnevale preferiti dall'Ometto.
Alle frittelle pensavo quando ho deciso di aprire la raccolta "Ricette di Carnevale". In pratica anzichè scrivere la ricetta ho ben pensato di indire un Linky Party!
Avete ancora tempo 15 giorni per partecipare, vi aspetto con le vostre ricette!

Intanto oggi è arrivato il momento di darvi la mia ricetta, direttamente da casa di mamma, che ha recuperato la ricetta di nonna... in praticva una vera e propria ricetta di famiglia.

Ingredienti:

250 gr di riccotta150 gr di farina2 uova60 grammi di zuccherobuccia di limone o di arancia grattugiatamezza bustina di lievito (2 cucchiaini da caffè)  Procedimento

Mescolate la ricotta con lo zucchero poi aggiungete le uova, la farina, la buccia di limone e per finire il lievito.

Friggete le frittelle in olio caldo.
La dose per realizzare la frittella è di un cucchiaino da thè colmo.


Inlinkz Link Party

Saponette gel fai da te

Succede, capita, che si guardi distrattamente Facebook dal cellulare. Un po' per abitudine, un po' per passare il tempo, un po' perché non si ha la voglia di fare letture un po' più impegnate, un po' per curiosità.
E di certo un video attira molto di più l'attenzione di un testo scritto.
Così è successo che un paio di sere fa io sia stata ipnotizzata da un video tutorial nel quale venivano realizzate saponette gelatinose.
A me l'idea di fare il sapone a casa mi è sempre piaciuta molto. Non ho mai provato perchè ho sempre avuto molta paura di usare la soda, quindi ho sempre cercato scorciatoie. Vi ricordate delle mie saponette alla glicerina? Ecco diciamo che anche in quel caso ho un po' barato!
Quando invece ho visto il video tutorial qualche giorno fa ho pensato "Ma dai! Può essere mai così semplice? Ci devo provare".
Detto, fatto, domenica mi sono fatta aiutare dall'Ometto e ora vi spiego bene cosa abbiamo combinato.

Ingredienti:

una bust…