Passa ai contenuti principali

Ispirazioni&Co "I Mitici anni '80" n.2 Il restyling del telefono


Non so voi ma questo rappresenta il telefono della mia infanzia. In questi grossi buchi ho infilato le mie dita da bambina per comporre in primi numeri di telefono. Ma quanto era scomodo...quanto era dura la rotella ... e che rumore meccanico che faceva. Senza parlare del colore, poi...grigio topo sporco. Però nelle case questo era il telefono e quindi mica si faceva caso a tutte queste cose!

I telefoni colorati, laccati, dalle mille forme erano ancora lontani dall'entrare nelle nostre case. E poi io ho dei nonni particolarmente conservatori... a casa di mia nonna questo telefono è rimasto in uso fino a una decina di anni fa!

E proprio perché è rimasto a lungo in casa che poi io ho avuto la possibilità di decorarlo, di cambiarne il colore ... di farlo diventare un complemento d'arredo un po' retrò, insomma!

Il progetto è di qualche anno fa e per questo non ho le foto delle fasi della realizzazione, posso dirvi, però, le tecniche che ho usato per decorarlo.


Per prima cosa ho smontato il disco e ho pulito per bene il telefono. Ho poi decorato con la tecnica del crackle: una base di colore acrilico marrone terra di siena, la vernice crackle media e poi l'acrilico giallo ocra che asciugandosi, si crepa e da l'effetto che vedete in foto.



Quando anche l'ultimo strato di colore si è asciugato ho decorato con della carta per decoupage. Ho poi lucidato tutto con la vernice di finitura trasparente.

Ora tocca a voi mettervi all'opera con "I Mitici anni '80"! Sono curiosissima di vedere i vostri progetti a tema e di scoprire le vostre "Ispirazioni"!!!





Per condividere con noi il post potete lasciare il link al  post (mi raccomando non alla home page del blog) tramite InlinkZ


Commenti

  1. uao è bellissimo ... mi raccomando non ridere ... io ce l'ho ancora al naturale .... funziona ... che lo cambio a fare ....!!! e me lo tengo così ... un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Bello si, molto bello!!! Magari lo avessi ancora anche io... ti ruberei subitissimo l'idea!
    Mi piace troppo questa ispirazione, bravissima comare <3 <3 <3

    RispondiElimina
  3. L'ho avuto anche io fino a non molti anni fa, poi lo abbiamo tolto per usare un telefono portatile maaaaa c'è ancora e quasi quasi, prima o poi, lo trasformerò anche io =)
    Complimenti e buon pomeriggio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io aspetto di vedere la tua trasformazione!

      Elimina
  4. Super fighissimo!!!!
    Restyling e vintage: accoppiata perfetta.
    Brava la nostra Comare Maggiore!

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia questo telefono!
    Brava che non l'hai butta buttato dopo che i tuoi nonni l'hanno smesso... Dovessi vedere com'è quello a casa dei miei nonni (e che mia zia ancora usa): è uno di quelli a parete... antichissimo... sarei decisamente fuori tema: mi sa che risale agli anni 60/70 😜

    RispondiElimina
  6. Mi piaceee !!!! Anche io ne volevo fare uno ai tempi del decoupage ma non ne ho mai trovato uno....(gratis) ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà è un lavoraccio... soprattutto quando decori la cornetta che non sai da che parte tenerla!!!

      Elimina
  7. Ne avevo uno anch'io grigio e uno boudeaux, ma non so più dove sono finiti :O
    L'idea e il risultato sono splendidi ad ogni modo.
    Forte!
    Marina

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Regala Un Libro per Natale. La mia partecipazione

Sono stata indecisa fino alla fine, fino all'ultimo giorno utile per partecipare, poi alla fine ho ceduto all'ultima mail di Fedrica e anche per questo anno ho partecipato allo swap di Natale più fiko che c'è: "Regala un Libro per Natale"!
Un abbinamento perfetto e una intesa assoluta, quella con Grazia e suo figlio Pietro.
Così, appurato che i nostri due ragazzi hanno gli stessi gusti in fatto di lettura, abbiamo deciso di regalarci lo stesso libro: Diario di una Schiappa. Una vacanza da panico.

L'Ometto è cresciuto, i suoi gusti in fatto di libri si sono evoluti e io ancora non sono riuscita a raccontarvelo...sarà uno dei miei buoni propositi per il 2019.

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Saponette gel fai da te

Succede, capita, che si guardi distrattamente Facebook dal cellulare. Un po' per abitudine, un po' per passare il tempo, un po' perché non si ha la voglia di fare letture un po' più impegnate, un po' per curiosità.
E di certo un video attira molto di più l'attenzione di un testo scritto.
Così è successo che un paio di sere fa io sia stata ipnotizzata da un video tutorial nel quale venivano realizzate saponette gelatinose.
A me l'idea di fare il sapone a casa mi è sempre piaciuta molto. Non ho mai provato perchè ho sempre avuto molta paura di usare la soda, quindi ho sempre cercato scorciatoie. Vi ricordate delle mie saponette alla glicerina? Ecco diciamo che anche in quel caso ho un po' barato!
Quando invece ho visto il video tutorial qualche giorno fa ho pensato "Ma dai! Può essere mai così semplice? Ci devo provare".
Detto, fatto, domenica mi sono fatta aiutare dall'Ometto e ora vi spiego bene cosa abbiamo combinato.

Ingredienti:

una bust…