Passa ai contenuti principali

#autoproduzione: amarene sciroppate


Ci sono profumi, sapori che accompagnano la tua infanzia e che da grande ti viene voglia di ricercare, ricreare.

Quando ero piccola nella casa di campagna mia nonna preparava le amarene sciroppate e io mi ritrovavo circondata da vasi di vetro pieni di amarene e di zucchero che maceravano al sole.


Ecco mia nonna non è mai stata parca riguardo alle quantità. Non penso che abbia mai fatto un solo chilo di marmellata per volta... mia nonna se non erano almeno 5 chili di frutta proprio neanche si prendeva il disturbo di cominciare.

Lo stesso discorso valeva anche per le amarene. Quando andavo l'estate in campagna le trovavo lì sempre!


Quest'anno ho voluto provare anche io a ripetere la magia. certo con dosi ridotte che bisogna pensare anche a dove metterli poi i barattoli e bisogna pensare anche al consumo... insomma io ho usato sei etti di frutta e altrettanti di zucchero.

Ho preso un grande barattolo di vetro e ho lasciato al sole per quindici giorni.

All'inizio ero un po' sconfortata perché lo zucchero faceva fatica a sciogliersi (anche perché ho cominciato l'operazione in un giorno piovoso... poi però con il passare dei giorni lo zucchero ha cominciato a sciogliersi e sul fondo del barattolo si è cominciato a vedere il succo delle amarene.

Dopo 15 giorni ho messo tutto in una pentola, ho portato a ebollizione e ho invasato così i barattoli sono andati sotto vuoto e io quest'inverno mi godrò il sapore dei ricordi.

Commenti

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioni&Co 40 - Emozioni: uova decorate

Lo so Pasqua è passata e oggi non è neanche il primo giorno del mese. Non me lo dite, lo so da me che sono in un ritardo cosmico! Che io ci ho provato  pianificare per benino anche questo blog, ma proprio non ci riesco. Ora voi mi chiederete: cosa ha a che fare il tema di questo mese di Ispirazioni&Co, emozioni, con la Pasqua? La risposta più ovvia è che il giorno del lancio del nuovo tema quest'anno è coinciso con il giorno di Pasqua. Ma questo non è un posto da risposte banali, giusto?

Bouquet di fiori di carta

Qualche giorno fa, dopo aver realizzato questo bouquet di fiori ho pensato che la cosa divertente del fare la blogger è poter creare cose inutili con i materiali più improbabili. Non datemi torto! Io negli anni ho fatto di tutto usando qualsiasi materiale e molte tecniche. Non avevo mai usato, però, tovaglioli di carta per realizzare dei fiori. L'idea mi è venuta, come al solito, navigando su Pinterest in cerca di ispirazione per un altro lavoro (che vedrete fra qualche giorno, ma che per il momento è top secret!). Come spesso succede non cercavo tutorial per realizzare fiori con i tovaglioli. io volevo realizzare fiori di ciliegio con la tecnica dell'origami. Idea fikissima se non fosse che dopo 2 giorni di prove ho dovuto arrendermi per manifesta incapacità. Ho dovuto fare varie prove trovare la giusta dimensione dei miei fiori, ma alla foine sono molto soddisfatta del risultato e ora vi spiego come ho fatto. Ogni fiore è realizzato con un tovagliolo di carta multivelo.  Per

la chiave segreta

Tutti custodiamo un segreto chiuso a chiave nella soffitta dell’anima. (Carlos Ruiz Zafón) Cosa succede se in un cassetto si trova una veccia e polverosa cornice ? Si butta, penseranno i più.  Invece di buttarla io ho pensato di recuperarla e di darle una nuova opportunità e ora vi spiego come ho fatto.