Passa ai contenuti principali

Guanti da cucina glamour a modo mio


Correva l'anno 2014 e io, in preda all'organizzazione del trasloco di casa e in cerca di soluzioni per non essere sopraffatta dalle cose da fare, ero alla ricerca di un adeguato equilibrio tra avere una casa in ordine e (tutto sommato) pulita e una casa tutta impacchettata con criterio. Nei miei giri sul web mi ero imbattuta, per caso nel gruppo "Fly Lady".



La "guru" del gruppo sosteneva non solo uno strampalato calendario delle pulizie, ma anche un abbigliamento sempre impeccabile con tanto di scarpe sempre messe. Insomma, niente pulizie in vestaglia e ciabatte...per una perfetta pulizia della casa bisognava vestirsi bene!

Neanche a dirlo io, nel gruppo di Fly Lady ho resistito ben poco.

Non ho potuto comunque non pensare a loro quando, girovagando nel web, ho trovato questi fantastici guanti da cucina glamour.


Devo aggiungere altro?
No perchè io non ho potuto resistere e ho dovuto provare anche io a realizzare un paio di guanti così, anzi a dirla tutta, anche più belli di questi.

Ecco cosa mi è servito per il progetto più folle degli ultimi tempi!


  • Guanti di lattice
  • Pizzo
  • Nastro biadesivo
  • Perline adesive
Ho scelto di utilizzare il nastro biadesivo anzichè  la colla a caldo un po' per comodità, un po' perchè ho avuto paura che i guanti in lattice si rompessero con la colla a caldo.

Prima di tutto ho posizionato il nastro adesivo sui guanti.


Ho poi tagliato il pizzo del doppio della larghezza dei guanti, l'ho arricciato e l'ho poggianto sul nastro adesivo.

Per completare l'opera, e per decorare i guanti, ho attacato sul bordo del pizzo le perline adesive.


Eccoli qui i miei guanti finiti, pronti per essere utilizzati!


Questo post entra di diritto nella raccolta del mese di settembre di Ispirazioni&Co



Commenti

  1. Non esprimo qui cosa penso di Fly Lady, che è meglio.
    I guanti, invece, sono proprio divertenti!
    Brava

    RispondiElimina
  2. Dal cellulare sembravano di tessuto, e pensavo ti fossi ispirata al modello Tiffany 😅
    In lattice sono ancora più cool ... lavare i piatti ma con stile 😁
    Immagino il motto sia questo 😉
    ciao
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, Marina. Non mi sono impazzita del tutto !

      Elimina
  3. Pulizia sciccose allora!!
    Simpaticissimo post ^_^
    Maris

    RispondiElimina
  4. Se provo ad andare io su Fly Lady di sicuro il pc mi boicotta ahahahahahahah... Io odio fare le pulizie, sono una casalinga disastrata e giuro che vorrei ci fosse una legge che preveda una donna delle pulizie pagata dallo stato anche per i poveri :P
    Detto ciò, i guanti sono magnetici!!! Certo, io minimo dovrei procurarmene tre paia: uno mio di diritto, e uno a testa per i pargoli, che quelli già mi rubano quelli sottili sottili usa una volta e butta via, pensa se vedessero questi con le perline!!!...

    BRAVA Barbara!!! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Regina io i miei li ho nascosti!!! Anche io sono abbastanza disastrata come casalinga eh!

      Elimina
  5. sai che mi hai fatto pensare a una trasmissione di Real Time che facevano tempo fa?
    Due dinamicissime donne andavano a insegnare a fare le pulizie in case devastate dal disordine e dala sporcizia (prima di "Malati di Pulito" però non ricordo come si chiamasse).
    Una di loro usava i guanti di gomma bordati di piume di struzzo e io li adoravo!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Progetti di giardinaggio aspettando la primavera

Le giornate si stanno allungando e io presto tornerò a passare i fine settimana nella casa in campagna così ho cominciato a progettare alcuni cambiamenti. Lo scorso anno mi sono dedicata a sistemare le porte e i comodini della camera da letto, vi ricordate? Quest'anno, invece, mi è venuta voglia di sistemare un po' l'esterno della casa perché lo scorso anno mi sono limitata a togliere erbacce e a estirpare una pianta rampicante molto invasiva. Sì ma da dove partire? Beh, intanto cercando sul web un po' di ispirazioni. E così sono annegata, di nuovo, nel mare di Pinterest: ho cominciato a guardare, studiare, salvare pin e ben presto  mi sono ritrovata in una altra dimensione di colori e di profumi. Ho poi cercato di capire come poter realizzare piccole aiuole, o meglio, piccoli giardini delle fate e le rotelle della creatività hanno cominciato a girare vorticosamente... So già che il lavoro sarà lungo e che non riuscirò a fare quest'anno tutte le cose che ho in mente

Marzo: solo cose belle

  Siamo già arrivati a fine Marzo e io sono di nuovo pronta per mostrarvi la mia agendina di cose belle. Questo mese è stato difficilissimo trovare cose belle, almeno fino a quando non ho trovato questa frase  Da questo momento poi anche questo pazzo mese ha cominciato a ingranare per il verso giusto e io posso raccontarvi qui almeno 2 cose belle (che non saranno tante ma sono sicuramente meno di niente). La prima cosa bella viene dritta dritta, il giorno prima che il Lazio entrasse in zona rossa, dal ritiro del catechismo di Cresima di mio figlio.  Vi lascio anche il link al corto della Pixar che ci ha fatto vedere solo se poi nei commenti mi promettente di dirmi a quale dei tre protagonisti vi sentite più vicini 😉.  La seconda cosa bella è la primavera e le giornate che cominciano ad allungarsi.  Che poi in primavera fioriscono i fiori ma fioriscono anche le idee... Con questo post partecipo a

Calendario dell'Avvento nei barattoli delle conserve

Anche se sono arrivata tardi a scrivere questo post e, ormai, di barattoli ne sono rimasti pochi, vio volgio raccontare del Calendario dell'avvento di quest'anno. L'idea di partenza è stata quella di riciclare i barattoli di vetro delle conserve. Per fortuna l'idea mi è venuta per tempo e sono riuscita a mettere da parte i barattoli. Far diventare un barattolo da conserva una casella del Calendario dell'Avvento non è afffatto difficile, ora vi spiego come ho fatto.