Passa ai contenuti principali

Christmas Blogger's House che l'avventura abbia inizio!


A settembre ho avuto una folle idea. Quella di organizzare una staffetta di blogger che parlassero del Natale da far durare per tutto il periodo dell'Avvento.
Poi mi sono detta "caspita 24 giorni di pubblicazione di fila sono tantissimi, anche se riesco a metter su una squadra che copra una settimana di pubblicazioni posso ritenermi più che soddisfatta".
Così ho cominciato a chiedere un po' in giro, ho cominciato a capire se il mio progetto potesse essere realizzabile e ho avuto una bellissima sorpresa.
Ho avuto tanti, tantissimi consensi. Tante blogger hanno accettato di partecipare al mio gioco e tante hanno deciso di farlo con più di un post.

Ora siamo finalmente arrivati ai nastri di partenza, da domani si inizia a far sul serio con la prima blogger e continueremo per tutti i giorni, sabato e domenica compresi, a raccontare il Natale con ricette, racconti, viaggi, craft... insomma non sarà una staffetta monotona!
Entrerete tutti nelle nostre case ognuna diversa dall'altra.
Quello che mi premeva, quando ho cominciato a pensare a questo progetto, era non dare il via a una collaborazione di sole crafter, ma di allargare gli orizzonti, di avere un Natale ricco di spunti, ricco di idee. E considerato chi è nella squadra penso proprio che ci divertiremo!

Già la squadra, è ora di presentarvela!

Prima di darvi appuntamento per domani vi metto qui di seguito l'elenco dei blog partecipanti, così magari andate a fare un giro preliminare e cominciate a conoscerli!















Ora che la squadra è presentata non mi resta che darvi appuntamento per domani. Sarà una sorpresa anche per me e sono curiosissima di scoprire il progetto che ci presenterà ....

rullo di tamburi...


Naturalmente siete tutti invitati a passare da lei!!! 

Commenti

  1. Ciao Barbara!! Che bello!! Passiamo da Elisabetta... , Grazie per aver organizzato questa iniziativa!! Un caro saluto!! A presto...
    Carmela e Davide

    RispondiElimina
  2. Si comincia!
    Grazie per la presentazione e per l'accoglienza nel gruppo!
    Roby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In un batter d'occhio siamo già alla prima settimana

      Elimina
  3. Grazie Barbara per questa bella iniziativa e per aver invitato a passare da me!!! Un abbraccio Eli

    RispondiElimina
  4. Sarà interessante vedere tutti i progetti!
    I post natalizi sono sempre ricchi di cose belle!!
    A presto...
    Maris

    RispondiElimina
  5. Ben felice di far parte della squadra, Barbarella!
    Bacio e atutti!

    RispondiElimina
  6. mi piacciono queste occasioni di conoscere nuovi bloggers.
    passerò sicuramente
    marta

    RispondiElimina
  7. Bellissimo evento! sono felicissima di prenderne parte!

    RispondiElimina
  8. E per una volta resto a guardare!!!!
    Lascio la Barbarella nelle vostre mani, non la sciupate, eh!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Il Gufo pasticcione

Il gufo è uno degli anomali che a me piacciono di più. Misateriosa creatura della notte, è da sempre sinonimo di saggezza. In molte delle culure antiche il gufo è considerato una figuras magica. Ad esempio, i nativi americani associavano il significato del gufo alla saggezza e al fatto di essere il guardiano di tutti i tipi di saperi. Questo si deve al fatto che questo uccello è un grande combattente contro le condizioni avverse del clima, ma soprattutto riesce a vedere di notte. In epoca medioevale nel centro Europa si diceva che questi animali fossero in realtà streghe e maghi. Da quel momento si considera questo animale come parte della famiglia delle streghe. E visto che io, di fatto, sono una strega saggia, ho deciso di realizzare un piccolo gufo da appendere al pomello di un cassetto della mia postazione craft. Ora vi racconto anche come ho fatto. Ho preso: una rondella di legno bianca (comprata chissà dove),  2 occhietti mobili 1 filo di corda giallo (di quelli che chiudono l

Mini ghirlanda con perline di legno

  Buongiorno! Partecipo anche questo mese al Resto Amistoso 162 organizzato questo mese da Ovillo de Eli .  Tema della challenge sono le perline e io mi sono affidata alle mia scorta di perle di legno. Vi dico subito che non era questo il progetto che avevo in mente e che ho provato a fare con scarsi risultati.  E così ho scelto il mio piano B, la ghirlanda di perle di legno. Un progetto semplice, veloce da realizzare ma che mi dà sempre tanta soddisfazione perché può essere personalizzato in molti modi.  Per realizzare la ghirlanda servono: Perline di legno Filo di ferro Nastrino colorato Ho infilato le perline nel filo di ferro che ho poi chiuso a cerchio con l'aiuto di una pinza. Ho decorato con del nastro colorato. Con questo post partecipo a 

Mini libro per l'autunno

Ogni tanto bisogna sperimentare e blog nasce proprio per documentare i miei pasticci creativi. Certo questa volta, forse ho un po' esagerato e ora vi racconto perchè. Prima di tutto per il video: il mio primo reel su instagram. Lo so i reel esistono da un bel po' e io arrivo tardi a scoprirli, ma mai dire mai! Il video, poi è di per sé una sfida perché nel video vi mostro un mini libro che ha come tema l'autunno e con il quale partecipo al Craftlandia Challenge  di Craftartista. Ok direte voi... dove sta la sperimentazione? La sperimentazione, anzi le sperimentazioni, stanno proprio dentro a questo mini libro nel quale ho voluto raccogliere tutto ciò che riguarda l'autunno utilizzando tecniche particolari. Questa è la pagina con la sperimentazione che mi è piaciuta di più e che mi ha dato più filo da torcere. Ho realizzato un caviardage, o almeno ci ho provato. Il caviardage è una processo creativo che consiste nella realizzazione di una poesia a partire da una pagina s

Segnalibro pirografato

Tra le tante tecniche che ho provato in questi anni di blog ancora non ero arrivata a sperimentare la pirografia. I perchè sono tanti, primo fra tutti è che io non sono capace a disegnare e quindi mi sono tenuta sempre piuttosto lontana da tutto ciò che poiteva avcvicinarsi al disegno e poi, cosa fondamentale, non avevo un pirografo. Il primo ostacolo è stato superato dall'età e dalla pratica. Non è che io invecchiando sia diventata brava a disegnare, piuttosto ho scoperto che alcune cose riesco a disegnarle senza che il risultato sia proprio pessimo: poche cose, elementari, ma mi accontento. Per quanto riguarda il pirografo devo ringraziare una mia amica che me lo ha regalato. Il primo tentativo di pirografia è stato pessimo perchè io, giustamente, ho letto un po' di tutorial dopo aver pasticciato su una tavoletta di legno e non prima! Ho subito scoperto che il legno deve essere perfettamente liscio per facilitare il tratto (che poi il legno brucia ugualmente, ma se il legno n