Passa ai contenuti principali

Centrotavola limoni e gerbere

Forse è arrivato il momento di raccontarvi cosa ho preparato per la festa di Prima Comunione dell'Ometto.
Già, perchè ormai è passato più di un mese e sarebbe anche ora!!!
Non c'è bisogno che vi dica che vi dica che è stato faticoso, sì, ma che mi sono divertita un mondo.
Da dove comincio?
Io pensavo di cominciare a raccontarvi del centrotavola.

Ho passato mesi a cambiare idea, a dire "lo faccio", "ma no dai evito, metto solo un po' di fiori in un vaso". Stava quasi prevalendo questa seconda ipotesi quando, qualche giorno prima dell'evento, mi sono imbattutta in un bellissimo centrotavola di limoni e rose bianche e sono capitolata.
Io pensavo di rifarlo proprio uguale, ma non avevo considerato un piccolissimo particolare: la Prima Comunione dell'Ometto è coincisa con la Festa della Mamma e di rose bianche disponibili per essere comprate sfuse neanche l'ombra.
Ma io non mi sono persa d'animo, mi sono guardata in torno ed ho optato per le gerbere.

Così il giorno prima della Comunione, con milioni di cose ancora da fare, mi sono messa a realizzare il mio centrotavola.

Nel bel mezzo del caos ha fatto capolino mio marito che mi ha domandato "ma quanto ti stai divertendo?". Naturalmente la mia risposta è stata "tantissimo" e lui mi ha detto "brava, fai bene, quando ti ricapita!!!"

Già, quando mi ricapita? Non ci voglio neanche pensare! Tanto mi sono divertita abbastanza per la Comunione.

Ora vi spiego che cosa occorre per realizzare questo centrotavola:
  • una pugna da fiorista
  • tre o quattro limoni
  • steli di plastica per fiori
  • vassioi per posare la composizione
Ho cominciato con l'inzuppare di acqua la spugna, questo permetterà ai fiori di sopravvivere per qualche giorno.

Prima di tutto ho posizionato i limoni: li ho infilzati con gli steli di plastica e la parte finale dello stelo l'ho inserita nella spugna da fiorista.

Fatto questo con i limoni, sono passata alle gerbere: ho tagliato il gambo dei fiori a 3/4 centimeteri dal fiore e ho infilato i fiori uno a uno nella spugna.

Ho concluso con le foglie e la nebbiolina per coprire i buchi e nascondere del tutto la spugna.

Che ve ne pare?

Con questo post partecipo alla raccolta di giugno di Ispirazioni&Co.
Il tema di questo mese è il GIALLO ... aspetto i vostri contributi!!!




Commenti

  1. Bellissimo. Anche perchè le Gerbere sono molto belle, poi con i limoni fanno un figurone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero e poi essendo più grandi delle rose coprono meglio la superficie.

      Elimina
  2. Bellissimo! Sembra opera di un professionista!

    RispondiElimina
  3. Ma sei bravissima, complimenti, è davvero perfetto.
    sinforosa

    RispondiElimina
  4. Il centrotavola è stupendo, tra l'altro mi complimento per l'energia che metti in ogni cosa che fai! Un caro saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania. Il fatto è che non riesco a stare molto con le maini in mano!

      Elimina
  5. Ciao Barbara,
    hai fatto un centrotavola meraviglioso!
    Complimenti :-)
    Buon pomenriggio,
    Sara

    RispondiElimina
  6. Le gerbere sono fiori magnifici e il centrotavola affatto banale.
    Sul fatto che tu ti sia divertita, potrei avere dubbi?

    RispondiElimina
  7. Una splendida abbinata! Mi piace molto l'idea dei limoni!
    Bravissima!
    Un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
  8. mi piace anche come centro tavola x un matrimonio.
    al mio, ad esempio, ci sarebbe stato benissimo, visto che i colori erano gli stessi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma Dai! E poi comunque non è molto ingombrante come composizione.

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Regala Un Libro per Natale. La mia partecipazione

Sono stata indecisa fino alla fine, fino all'ultimo giorno utile per partecipare, poi alla fine ho ceduto all'ultima mail di Fedrica e anche per questo anno ho partecipato allo swap di Natale più fiko che c'è: "Regala un Libro per Natale"!
Un abbinamento perfetto e una intesa assoluta, quella con Grazia e suo figlio Pietro.
Così, appurato che i nostri due ragazzi hanno gli stessi gusti in fatto di lettura, abbiamo deciso di regalarci lo stesso libro: Diario di una Schiappa. Una vacanza da panico.

L'Ometto è cresciuto, i suoi gusti in fatto di libri si sono evoluti e io ancora non sono riuscita a raccontarvelo...sarà uno dei miei buoni propositi per il 2019.

Saponette gel fai da te

Succede, capita, che si guardi distrattamente Facebook dal cellulare. Un po' per abitudine, un po' per passare il tempo, un po' perché non si ha la voglia di fare letture un po' più impegnate, un po' per curiosità.
E di certo un video attira molto di più l'attenzione di un testo scritto.
Così è successo che un paio di sere fa io sia stata ipnotizzata da un video tutorial nel quale venivano realizzate saponette gelatinose.
A me l'idea di fare il sapone a casa mi è sempre piaciuta molto. Non ho mai provato perchè ho sempre avuto molta paura di usare la soda, quindi ho sempre cercato scorciatoie. Vi ricordate delle mie saponette alla glicerina? Ecco diciamo che anche in quel caso ho un po' barato!
Quando invece ho visto il video tutorial qualche giorno fa ho pensato "Ma dai! Può essere mai così semplice? Ci devo provare".
Detto, fatto, domenica mi sono fatta aiutare dall'Ometto e ora vi spiego bene cosa abbiamo combinato.

Ingredienti:

una bust…