Passa ai contenuti principali

Calendario dell'Avvento nei barattoli delle conserve

Anche se sono arrivata tardi a scrivere questo post e, ormai, di barattoli ne sono rimasti pochi, vio volgio raccontare del Calendario dell'avvento di quest'anno.
L'idea di partenza è stata quella di riciclare i barattoli di vetro delle conserve. Per fortuna l'idea mi è venuta per tempo e sono riuscita a mettere da parte i barattoli.
Far diventare un barattolo da conserva una casella del Calendario dell'Avvento non è afffatto difficile, ora vi spiego come ho fatto.

Durante la mia trasferta settembrina ad Abilmente mi sono rifornita di chalk paint rossa. Mi è stato sufficiente aprire il barattolo, mescolare bene e, munita di pennello, mi sono messa a dipingere i barattoli.
Per avere una buona copertura uniforme ho dovuto passare tre mani di vernice (qualche volta, sono arrivata a quattro mani, ma per fortuna non è capitato spesso). Tempo tre giorni e il lavoro di pittura si è esaurito.
Non ho passato la cera di finitura un po' perchè mi è sembrato un lavoro inutile, un po' perchè mi piace l'effetto del colore gessoso.
Per quanto riguarda i numeri, invece, niente di particolarmantre complicato: mi sono armata di pennarello indelebile verde e li ho scritti a mano.
Uno spago verde, per decorare, e la carta velina rossa per chiudere i barattoli e il Calendario è pronto.
Anzi, quasi pronto perchè manca che vi racconti cosa ho messo dentro i barattoli.
Girovagando nel web in cerca di idee ho trovato un calendario fantastico della Ravensburgher contenente una storia diviasa in 24 capitoli e altrettante caselline conteneti i regalini utili per completare la storia e fare qualche esperimento.
La storia narra del rapimento di Babbo Natale e delle indagimni che un Commissario e due bambini fanno per scoprire chi è il rapitore e dove ha nascosto Babbo Natale.
Io a ogni regalino ho aggiunto qualche cioccolatino e sigillato per bene i barattoli.
Devo dire che fino ad ora è un successo!!! All'Ometto piace asperttare di leggere la storia e di partecipare in modo attivo alle indagini...chissà dove avranno portato Babbo Natale!!!

Commenti

  1. Una bellissima idea replicabile anche a scuola. Complimenti a te, buon pomeriggio.
    sinforosa

    RispondiElimina
  2. Grazie Sinforosa. Buon pomeriggio anche a te!

    RispondiElimina
  3. Stupendi i barattoli anche solo vederli così e che grande idea hai trovato. Brava.

    RispondiElimina
  4. Una splendida idea Barbara. Molto belli i barattoli che contengono storia e dolcetti.
    Ne approfitto per farti tanti auguri per un Santo Natale ricco di pace e serenità.
    Un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
  5. Il cinturino in gomma è dotato di un cambio rapido brevettato omega speedmaster replica QucikSwitch che consente un cambio rapido e semplice del cinturino. La cinghia di quest'anno audemars piguet replica aggiunge un meccanismo a pulsante che utilizza lenzuola più leggere per maggiore comfort e praticità.

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Regala Un Libro per Natale. La mia partecipazione

Sono stata indecisa fino alla fine, fino all'ultimo giorno utile per partecipare, poi alla fine ho ceduto all'ultima mail di Fedrica e anche per questo anno ho partecipato allo swap di Natale più fiko che c'è: "Regala un Libro per Natale"!
Un abbinamento perfetto e una intesa assoluta, quella con Grazia e suo figlio Pietro.
Così, appurato che i nostri due ragazzi hanno gli stessi gusti in fatto di lettura, abbiamo deciso di regalarci lo stesso libro: Diario di una Schiappa. Una vacanza da panico.

L'Ometto è cresciuto, i suoi gusti in fatto di libri si sono evoluti e io ancora non sono riuscita a raccontarvelo...sarà uno dei miei buoni propositi per il 2019.

Saponette gel fai da te

Succede, capita, che si guardi distrattamente Facebook dal cellulare. Un po' per abitudine, un po' per passare il tempo, un po' perché non si ha la voglia di fare letture un po' più impegnate, un po' per curiosità.
E di certo un video attira molto di più l'attenzione di un testo scritto.
Così è successo che un paio di sere fa io sia stata ipnotizzata da un video tutorial nel quale venivano realizzate saponette gelatinose.
A me l'idea di fare il sapone a casa mi è sempre piaciuta molto. Non ho mai provato perchè ho sempre avuto molta paura di usare la soda, quindi ho sempre cercato scorciatoie. Vi ricordate delle mie saponette alla glicerina? Ecco diciamo che anche in quel caso ho un po' barato!
Quando invece ho visto il video tutorial qualche giorno fa ho pensato "Ma dai! Può essere mai così semplice? Ci devo provare".
Detto, fatto, domenica mi sono fatta aiutare dall'Ometto e ora vi spiego bene cosa abbiamo combinato.

Ingredienti:

una bust…