Passa ai contenuti principali

compiti a casa


Siamo ancora al primo anno di asilo e già arrivano i compiti a casa!!!
Il coinvolgimento della famiglia nell'attività didattica è una cosa bella, che io apprezzo perché fa capire ai bambini che scuola e casa non sono compartimenti stagni, perché noi genitori riusciamo anche a capire meglio cosa avviene in classe ... però piantare semini nell'ovatta il primo anno di asilo non me lo sarei proprio aspettato!!!!

Fra qualche settimana a scuola diventeranno tutti allegri contadini e si metteranno a sistemare l'orto (tremo già al pensiero di come mi ritornerà a casa!!!) intanto hanno fatto una lezione in classe  e hanno piantato, usando i cartoni delle uova come vasi, dei semi di mais e di girasole e ogni bambino è tornato a casa con i suoi due semini da piantare. Lo Gnomo mi ha consegnato il fardello e mi ha detto: "tieni mamma bisogna piantarli".
Io prima di dargli retta ho fatto un giro di telefonate per vedere se l'informazione risultava attendibile e sì, lo Gnomo aveva capito bene.
E ho scoperto (ho fatto la scoperta del secolo lo so!) perché da piccoli pensiamo che i nostri genitori siano onniscenti: in realtà si tratta di un ripescaggio di conoscenze!
Perché non ho messo il seme nella terra e l'ho messo nell'ovatta?
Intanto perché non avevo la terra a disposizione (e già questa come risposta può bastare!), poi perché si possono vedere le fasi della germinazione (e l'effetto magia su uno Gnomo di 3 anni è assicurato), ma soprattutto perché (con un flash visivo) mi sono ricordata che a me fecero piantare un fagliolo nell'ovata e l'esperimento riuscì.
Non tutte le ciambelle riescono con il buco, però, perché è germogliato solo il seme di girasole, mentre il seme di mais è ammuffito insieme con l'ovatta (ma non si può avere tutto, vero?)
Ora ci troviamo la sera a veder crescere la nostra piantina, che nel frattempo è diventata alta il doppio e che da ieri sera dimora in un vaso con la terra (e speriamo che duri!!!)

Commenti

  1. Che bello coinvolgere le famiglie già dalla scuola materna! Mi piace :-)
    Vedrai che diventerà una bellissima pianta. Io pianto ogni anno i girasoli e in luglio ho degli splendidi fiori sul balcone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Curiosissima di vedere i l fiore!!! Speriamo che duri!!!

      Elimina
  2. Bellissimo! Come la piantina di lenticchia che Tia ha portato a casa per Pasqua! Sta diventanto lunghissima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per Pasqua c'è arrivato a casa il timo ed è vivo per miracolo :-P

      Elimina
  3. Daaaaai, anche noi!!!! Il nostro fagiolo è già diventato 20cm... dici che devo trasferirlo nella terra??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me è giunta l'ora della terra!!! Attenta a non rompere le radici!!!!

      Elimina
    2. Già... domani è il grande giorno del trapianto, anche perchè prima o poi ci chiederanno di riportarlo a scuola! Grazie per il consiglio...quasi quasi gli lascio il pezzetto di cotone dove sono più attaccate!

      Elimina
  4. anche a noi lo scorso hanno hanno fatto l'orto, e quest'anno sono arrivati per le vacanze di Pasqua con una pianta di girasoli già bella cresciuta!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioni&Co 40 - Emozioni: uova decorate

Lo so Pasqua è passata e oggi non è neanche il primo giorno del mese. Non me lo dite, lo so da me che sono in un ritardo cosmico! Che io ci ho provato  pianificare per benino anche questo blog, ma proprio non ci riesco. Ora voi mi chiederete: cosa ha a che fare il tema di questo mese di Ispirazioni&Co, emozioni, con la Pasqua? La risposta più ovvia è che il giorno del lancio del nuovo tema quest'anno è coinciso con il giorno di Pasqua. Ma questo non è un posto da risposte banali, giusto?

Christmas Boots per decorare il Natale

Noi, per tradizione associamo la calza piena di doni alla festa dell'Epifania. In molti paesi nordici, invece, la tradizione riguarda la notte di Natale.  Ci sono molte storie e legende al riguardo, ma in tutte compare la figura di  San Nicola.  Quella che a me piace di più narra di un nobiluomo che, rimasto vedovo, perse tutte le sue ricchezze nel crescere da solo le sue tre figlie.  Le giovani, prive di dote, avrebbero faticato a trovare marito rischiando di dover vendere il proprio corpo per procurarsi da vivere.  San Nicola, all’epoca vescovo, venne a conoscenza della triste situazione di questa famiglia. Rammaricandosi della sorte che sarebbe potuta toccare alle tre figlie dell’uomo, decise di intervenire. Lo volle, però, fare discretamente, senza far sapere che fosse lui il benefattore. Per questo scelse di agire nella notte, lasciando dei sacchetti di oro sul camino della famiglia. Uno dei sacchetti cadde, però, all’interno di una calza e fu proprio lì che fu trovato al matt

Buon Natale

 Buon Natale a tutti!  Per concludere le pubblicazioni per questo 2021 vi lascio con una nuova decorazione per l'albero.  Quest'anno ho trovato il modo per riutilizzare centrini che, un po' rovinati, stazionavano da anni in un cassetto. I materiali occorrenti per il progetto sono veramente pochi: Pallina di plexiglass Centrino Nastro Palline rosse per decorazione Ho rivestito la pallina di plexiglass con il centrino, che ho bloccato con un nastrino. Ho poi rifinito con un fiocco blu a contrasto e le palline rosse per coprire il nodo. Io vi aspetto qui a gennaio e intanto vi auguro buone feste!