Passa ai contenuti principali

Maschera di Carnevale in cartapesta



Il grande gioco del Carnevale è il travestimento
Per qualche giorno, o solo per qualche ora, si fa finta di essere qualcun altro. Per fare ciò la cosa più veloce e comoda da fare è usare le maschere per coprire il viso.

Ne esistono di diverso tipo: alcune  coprono solo gli occhi, altre il viso intero. Tutte hanno un unico scopo: creare una illusione.


Molti sono i materiali che si possono utilizzare per fabbricare le maschere. Nella tradizione italiana è la cartapesta il principale dei materiali utilizzati.


Per produrre la cartapesta ci vuole veramente poco: basta della carta da riciclare (un vecchio quotidiano o i sacchetti del panificio), acqua, colla vinilica.


Per realizzare questo progetto occorre:
  • Cartapesta
  • Una base per maschera di plastica
  • Tempera acrilica color avorio
  • Glitter glue



Dopo aver preparato la cartapesta, quest va poggiata sulla base in plastica fino a ricoprirla completamente (lasciando naturalmente le fessure degli occhi e della bocca.




Il tempo di asciugatura della cartapesta è di tre giorni. Trascorso questo tempo si può procedere alla pittura della maschera.

In questo caso,volendo fare la maschera della luna ho utilizzato la tempera color avorio.


Dopo aver fatto asciugare la tempera , si può rifinire la maschera come meglio si crede. In questo caso ho usato una glitter glue di due differenti blu.



Vi Annuncio che il tema per tutto il mese di Febbraio per Ispirazioni&Co è IL CIRCO!
Aspettiamo i vostri contributi!!! Potete inserire i vostri link da Fabiola
<!--[if gte mso 9]>
Linky Party 2015

Commenti

  1. Che bella idea!!
    Complimenti per la maschera e grazie per le istruzioni!!

    buon weekend
    Sara
    This is Sara

    RispondiElimina
  2. Ma sei veramente brava. Ciao

    RispondiElimina
  3. Questa maschera mi intriga moltissimo! Ci voglio provare.
    Molto bella questa versione un pò veneziana?
    Un bacio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. poi voglio vedere il risultato...lo sai vero???

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Progetti di giardinaggio aspettando la primavera

Le giornate si stanno allungando e io presto tornerò a passare i fine settimana nella casa in campagna così ho cominciato a progettare alcuni cambiamenti. Lo scorso anno mi sono dedicata a sistemare le porte e i comodini della camera da letto, vi ricordate? Quest'anno, invece, mi è venuta voglia di sistemare un po' l'esterno della casa perché lo scorso anno mi sono limitata a togliere erbacce e a estirpare una pianta rampicante molto invasiva. Sì ma da dove partire? Beh, intanto cercando sul web un po' di ispirazioni. E così sono annegata, di nuovo, nel mare di Pinterest: ho cominciato a guardare, studiare, salvare pin e ben presto  mi sono ritrovata in una altra dimensione di colori e di profumi. Ho poi cercato di capire come poter realizzare piccole aiuole, o meglio, piccoli giardini delle fate e le rotelle della creatività hanno cominciato a girare vorticosamente... So già che il lavoro sarà lungo e che non riuscirò a fare quest'anno tutte le cose che ho in mente

Marzo: solo cose belle

  Siamo già arrivati a fine Marzo e io sono di nuovo pronta per mostrarvi la mia agendina di cose belle. Questo mese è stato difficilissimo trovare cose belle, almeno fino a quando non ho trovato questa frase  Da questo momento poi anche questo pazzo mese ha cominciato a ingranare per il verso giusto e io posso raccontarvi qui almeno 2 cose belle (che non saranno tante ma sono sicuramente meno di niente). La prima cosa bella viene dritta dritta, il giorno prima che il Lazio entrasse in zona rossa, dal ritiro del catechismo di Cresima di mio figlio.  Vi lascio anche il link al corto della Pixar che ci ha fatto vedere solo se poi nei commenti mi promettente di dirmi a quale dei tre protagonisti vi sentite più vicini 😉.  La seconda cosa bella è la primavera e le giornate che cominciano ad allungarsi.  Che poi in primavera fioriscono i fiori ma fioriscono anche le idee... Con questo post partecipo a

Calendario dell'Avvento nei barattoli delle conserve

Anche se sono arrivata tardi a scrivere questo post e, ormai, di barattoli ne sono rimasti pochi, vio volgio raccontare del Calendario dell'avvento di quest'anno. L'idea di partenza è stata quella di riciclare i barattoli di vetro delle conserve. Per fortuna l'idea mi è venuta per tempo e sono riuscita a mettere da parte i barattoli. Far diventare un barattolo da conserva una casella del Calendario dell'Avvento non è afffatto difficile, ora vi spiego come ho fatto.