Passa ai contenuti principali

Cerealix...ovvero il riciclo in cucina


Sono sempre alla ricerca di qualche cosa da far mangiare a mio figlio per colazione e sono sempre in discreta difficoltà.

Già perchè il suddetto bambino non ama perder tempo a fare colazione, nè tantomeno si accontenta di mangiare per più giorni la stessa cosa.

A casa nostra si va a periodi: biscotti, corn flaks, riso soffiato, pane e marmellata. Di solito non avanza nulla perchè quello che non mangia lui mangio io sopratutto quando si tratta di biscotti.
Un po' più problematico è finire la scatola di riso soffiato prchè a me nel latte proprio non piace.

Ecco perchè ho cercato in rete il modo per poter utilizzare il riso soffiato avanzato.

Ne ho trovata una facile e veloce e ora ve la scrivo qui

Ingredienti:

50 gr di riso soffiato
90 gr di cioccolato fondente
10 gr di burro

Preparazione:

ho fatto sciogliere il burro e il cioccolato fondente in un pentolino. Una volta sciolto del tutto il cioccolato l'ho versato nella terrina insieme al riso soffiato e ho ammalgamato per bene il composto.
Ho steso il tutto tra due strati di carta da forno, ho steso, per quanto possibile, con le mani e ho messo in surgelatore per un'ora.
Dopo un'ora ho tirato fuori la mia tavoletta di cerialix e l'ho fatta a pezzi con le mani.

In realtà pensavo di utilizzare delle formine. Avevo già preparato stelline e cuoricini, ma avrei dovuto sagomare il riso quando ancora il composto era morbido. Pazienza, proverò la prossima volta.

Vi state chiedendo perchè non ho fatto foto dei passaggi?
Perchè l'Ometto, dopo avermi aiutato a pesare gli ingredienti, ha ben pensato di mangiare il riso soffiato direttamente dalla scatola con il cucchiaino con il risultato che ha allegramente sparso il riso per tutta la cucina...

Con questo post partecipo a



Commenti

  1. Bravo il figlioletto! 😂😂😂😂😂😂 quante volte capita!
    Bell'idea questa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovevi vedere il macello che c'era in cucina...riso appiccicoso ovunque 😂😂😂

      Elimina
  2. Appiccicoso ma buonissimo!!
    Mia figlia fa la ricetta con burro e barrette Mars, una bomba ipercalorica...ma è buono, lo confesso! ^_^
    Ciao
    Maris

    RispondiElimina
  3. La ricetta è semplice ed ottima. Poi i figli devono anche loro metterci le mani. Ciao

    RispondiElimina
  4. Colazione agonia pure qui, ma non posso pretendere, era un'agonia pure per me.
    Morale: se mangia bene, se non mangia si attacca.
    Idea sfiziosa, ma che non posso sfruttare, la prole detesta il cioccolato.

    RispondiElimina
  5. Ottima ricetta, tanto golosa proprio come piacciono a me! 😚
    Valentina

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Le frittelle di Carnevale - la ricetta

Le frittelle sono di gran lunga i dolci di carnevale preferiti dall'Ometto.
Alle frittelle pensavo quando ho deciso di aprire la raccolta "Ricette di Carnevale". In pratica anzichè scrivere la ricetta ho ben pensato di indire un Linky Party!
Avete ancora tempo 15 giorni per partecipare, vi aspetto con le vostre ricette!

Intanto oggi è arrivato il momento di darvi la mia ricetta, direttamente da casa di mamma, che ha recuperato la ricetta di nonna... in praticva una vera e propria ricetta di famiglia.

Ingredienti:

250 gr di riccotta150 gr di farina2 uova60 grammi di zuccherobuccia di limone o di arancia grattugiatamezza bustina di lievito (2 cucchiaini da caffè)  Procedimento

Mescolate la ricotta con lo zucchero poi aggiungete le uova, la farina, la buccia di limone e per finire il lievito.

Friggete le frittelle in olio caldo.
La dose per realizzare la frittella è di un cucchiaino da thè colmo.


Inlinkz Link Party

Regala Un Libro per Natale. La mia partecipazione

Sono stata indecisa fino alla fine, fino all'ultimo giorno utile per partecipare, poi alla fine ho ceduto all'ultima mail di Fedrica e anche per questo anno ho partecipato allo swap di Natale più fiko che c'è: "Regala un Libro per Natale"!
Un abbinamento perfetto e una intesa assoluta, quella con Grazia e suo figlio Pietro.
Così, appurato che i nostri due ragazzi hanno gli stessi gusti in fatto di lettura, abbiamo deciso di regalarci lo stesso libro: Diario di una Schiappa. Una vacanza da panico.

L'Ometto è cresciuto, i suoi gusti in fatto di libri si sono evoluti e io ancora non sono riuscita a raccontarvelo...sarà uno dei miei buoni propositi per il 2019.