Passa ai contenuti principali

Restyling di un tavolino anni '70


Ci sono progetti, grandi o piccoli ha poca importanza, per i quali bisogno pensare e ripensare, studiare e pensare a ogni piccolo aspetto prima di lanciarsi nella loro realizzazione.
Ci sono poi, degli oggetti che si hanno in casa da anni e che sono da sempre rovinati e quasi non ci si fa più caso fino al giorno in cui ci si accorge che fossero meno rovinati sarebbero senza dubbio più belli.
Capita poi che girovagando per il web si incappi in una vernice gessosa facile (abbastanza) da stendere e che praticamente attacca su tutte le superfici anche senza passare una base di aggrappante.

E allora ogni tassello finisce nel posto giusto, ogni progetto prende la giusta strada e allora occorre solo reperire i materiali e mettersi all'opera.
Questa è un po' la storia che sta dietro a questo tavolino, ma è anche la storia di un progetto decisamente più grande e impegnativo che riguarda la casa di campagna e per il quale dovrò aspettare la primavera.
Tornando al tavolino ora vi spiego bene cosa ho combinato.
Galeotto fu l'incontro con le vernici Colorchic e con la pagina facebook La Bottega del Tarlo e del Decoro. Praticamente è stato amore a prima vista!
L'impulso sarebbe stato quello di acquistare tutto tramite internet, ma ho respirato a fondo e ho aspettato Abilmente Roma per poter fare i miei acquisti e per chiedere qualche indispensabile consiglio.
Così ho acquistato sia la vernice per questo lavoro, sia quella per il progetto più grande e ambizioso.
la voglia di mettermi al lavoro e la curiosità di vedere il risultato finale hanno fatto sì che mi dimenticassi di fare la foto del prima ma vi assicuro che le zampe del tavolino erano veramente molto rovinate e la vernice ha coperto benissimo ogni imperfezione.
Ah naturalmente, fatto il tavolino, ho cominciato a pensare a tantissimi altri progetti. Ho ancora qualche mobile al quale mi piacerebbe cambiare aspetto.
Che dite procedo?

Commenti

  1. Prima non so come fosse, ma visto così è bello e la vernice da un pò di anticato comunque. Procedi pure. Buon week-end. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. prima aveva le zampe rovinate dall'acqua. Ok procedo!

      Elimina
  2. Prima come era? Ora sembra nuovo!

    ps restauri anche mariti?????????????? ahahahahahahh

    RispondiElimina
  3. Complimenti, sembra davvero nuovo. Buona serata.
    sinforosa

    RispondiElimina
  4. Dipingi, dipingi, che fa bene al morale!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioni&Co 40 - Emozioni: uova decorate

Lo so Pasqua è passata e oggi non è neanche il primo giorno del mese. Non me lo dite, lo so da me che sono in un ritardo cosmico! Che io ci ho provato  pianificare per benino anche questo blog, ma proprio non ci riesco. Ora voi mi chiederete: cosa ha a che fare il tema di questo mese di Ispirazioni&Co, emozioni, con la Pasqua? La risposta più ovvia è che il giorno del lancio del nuovo tema quest'anno è coinciso con il giorno di Pasqua. Ma questo non è un posto da risposte banali, giusto?

Bouquet di fiori di carta

Qualche giorno fa, dopo aver realizzato questo bouquet di fiori ho pensato che la cosa divertente del fare la blogger è poter creare cose inutili con i materiali più improbabili. Non datemi torto! Io negli anni ho fatto di tutto usando qualsiasi materiale e molte tecniche. Non avevo mai usato, però, tovaglioli di carta per realizzare dei fiori. L'idea mi è venuta, come al solito, navigando su Pinterest in cerca di ispirazione per un altro lavoro (che vedrete fra qualche giorno, ma che per il momento è top secret!). Come spesso succede non cercavo tutorial per realizzare fiori con i tovaglioli. io volevo realizzare fiori di ciliegio con la tecnica dell'origami. Idea fikissima se non fosse che dopo 2 giorni di prove ho dovuto arrendermi per manifesta incapacità. Ho dovuto fare varie prove trovare la giusta dimensione dei miei fiori, ma alla foine sono molto soddisfatta del risultato e ora vi spiego come ho fatto. Ogni fiore è realizzato con un tovagliolo di carta multivelo.  Per

la chiave segreta

Tutti custodiamo un segreto chiuso a chiave nella soffitta dell’anima. (Carlos Ruiz Zafón) Cosa succede se in un cassetto si trova una veccia e polverosa cornice ? Si butta, penseranno i più.  Invece di buttarla io ho pensato di recuperarla e di darle una nuova opportunità e ora vi spiego come ho fatto.