Passa ai contenuti principali

Ispirazioni&Co. - Mandala - Parole in equilibrio

Una manciata di lettere del gioco Scarabeo
Il centro del Mandala
quattro lettere per cominciare

VITA

Dalla vita parte e si costruisce
lettera dopo lettera
il mio mandala.

LA VITA E'

Amore e mistero



LA VITA E'

Ricchezza Opportunità, Avventura, Gioco


Piano piano il cerchio si ingrandisce di parole e 
significati.

Le lettere a disposizione nel sacchetto diminuiscono.
la concentrazione 
per trovare posto a nuove parole
aumeta.


Il nostro cerchio,
anche se non perfetto,
è completato.
L'equilibrio instabile 
di parole  sparpagliate
da vita a una armonia 
di suoni e sensazioni.

Rimane solo una cosa 
perchè il percorso risulti completo.

LA DISTRUZIONE


Le parole utilizzate per questo Mandala non sono le mie. 
Le ho prese in prestito da 
S. Madre Teresa di Calcutta 
e ho giocato con loro.

Avrei voluto costruire il mandala con tutte le parole usate da lei, con tutte le sue frasi, ma non è stato possibile.
La sua poesia mi piace molto e ve la voglio scrivere qui.

La vita è una opportunità, coglila.
La vita è bellezza, ammirala.
La vita è beatitudine, assaporala.
La vita è un sogno, fanne realtà.
La vita è una sfida, affrontala.
La vita è un dovere, compilo.
La vita è un gioco, giocalo.
La vita è preziosa, abbine cura.
La vita è ricchezza, conservala.
La vita è amore, godine.
La vita è un mistero, scoprilo.
La vita è una promessa, adempila.
La vita è tristezza, superala.
La vita è un inno, cantalo.
La vita è una lotta, vivila.
La vita è una gioia, gustala.
La vita è una croce, abbracciala.
La vita è un'avventura, rischiala.
La vita è pace, costruiscila.
La vita è felicità, meritala.
La vita è vita, difendila.

Questo post è stato scritto in collaborazione dell'Ometto che mi ha aiutato a scegliere le parole giuste e che si è prestato a distruggere il mandala.

Questo è un post di

Il tema del mese di Febbraio è

C'è ancora tempo per inserire i vostri post in raccolta!


Commenti

  1. Che meraviglia Barby! Un progetto pieno di significato, hai saputo creare un momento magico di gioco e di riflessione con il tuo ometto.
    Mi fa ridere pensare come i bambini siano naturalmente più vicini di noi adulti a questi significati. Nella loro voglia di distruggere c'è tutta l'essenza del concetto di impermanenza, che non dovremmo perdere crescendo.
    Complimenti comare, un progetto molto molto originale <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fabiola. E' stato proprio un bel esercizio di scelta e di pazienza!

      Elimina
  2. Bello...mi piace!Sei una mamma speciale. Brava ♥

    RispondiElimina
  3. Bellissimo! E profondo! Riflessioni vere e fatte col piccolo hanno ancora più valore perchè sono insegnamento senza essere noiosi o pedanti. Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena posso, e mi da retta, cerco di coinvolgerlo. Credo molto nel gioco come fonte di sapere.

      Elimina
  4. Eccomi a rileggere con calma questa ispirazione splendida!!!!
    Idea originale e significato profondo.
    Brava, Barbara, bravissima davvero.

    RispondiElimina
  5. Bellissimo ... mi piace veramente tantissimo questo mandala di parole .... fosse stato per me le tessere le avrei incollate ... un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusi hai ragione...ma poi non avremo più avuto le letterine per continuare a giocare!!!

      Elimina
  6. Dolcissima, ti rappresenta tutto questo post. Brava!

    RispondiElimina
  7. bellissimo e sopratutto molto profondo!!

    un dolce abbraccio
    Sara
    This is Sara

    RispondiElimina
  8. ciao
    bellissimo.
    Madre Teresa è una grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, ogni suo pensiero è degno di essere incorniciato.

      Elimina
  9. Un post molto interessante...
    Ciao
    Maris

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato di qua e aver lasciato un commento

Post popolari in questo blog

Ispirazioniandco 48: SIPARIO

31 dicembre 2018...e anche questo anno, fra qualche ora ce lo togliamo definitivamente di mezzo. Un bel sipario rosso pesante che cade su 12 mesi intensi, stancanti, difficili eppure bellissimi.

Più che un momento di bilanci, questo è un momento di chiusure, più o meno definitive ma pur sempre chiusure.

Regala Un Libro per Natale. La mia partecipazione

Sono stata indecisa fino alla fine, fino all'ultimo giorno utile per partecipare, poi alla fine ho ceduto all'ultima mail di Fedrica e anche per questo anno ho partecipato allo swap di Natale più fiko che c'è: "Regala un Libro per Natale"!
Un abbinamento perfetto e una intesa assoluta, quella con Grazia e suo figlio Pietro.
Così, appurato che i nostri due ragazzi hanno gli stessi gusti in fatto di lettura, abbiamo deciso di regalarci lo stesso libro: Diario di una Schiappa. Una vacanza da panico.

L'Ometto è cresciuto, i suoi gusti in fatto di libri si sono evoluti e io ancora non sono riuscita a raccontarvelo...sarà uno dei miei buoni propositi per il 2019.

Saponette gel fai da te

Succede, capita, che si guardi distrattamente Facebook dal cellulare. Un po' per abitudine, un po' per passare il tempo, un po' perché non si ha la voglia di fare letture un po' più impegnate, un po' per curiosità.
E di certo un video attira molto di più l'attenzione di un testo scritto.
Così è successo che un paio di sere fa io sia stata ipnotizzata da un video tutorial nel quale venivano realizzate saponette gelatinose.
A me l'idea di fare il sapone a casa mi è sempre piaciuta molto. Non ho mai provato perchè ho sempre avuto molta paura di usare la soda, quindi ho sempre cercato scorciatoie. Vi ricordate delle mie saponette alla glicerina? Ecco diciamo che anche in quel caso ho un po' barato!
Quando invece ho visto il video tutorial qualche giorno fa ho pensato "Ma dai! Può essere mai così semplice? Ci devo provare".
Detto, fatto, domenica mi sono fatta aiutare dall'Ometto e ora vi spiego bene cosa abbiamo combinato.

Ingredienti:

una bust…